PIAZZA MONTANARA AL TEATRO SAN VIGILIO DI ROMA

Piazza Montanara Commedia in due atti di Paolo Procaccini e Gennaro Francione Con Renato Merlino, Salvatore Mazza, Enrico Pozzi, Luisa Sorci, Maria Grazia Bordone, Luigi Solimando, Denise Villani, Leone Antenone, Annarita Ovidi, Fiore Ranauro, Giancarlo Martini, Annarosa Gruppillo, Mirella di Santo, Giorgio Bruzzese, Flavio Artusi Coreografie di Giacomo Molinari.

16/mar/2011 11.16.34 Andrej Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

                                          Piazza Montanara

   Commedia in due atti di  Paolo Procaccini e Gennaro Francione

 

 

Con Renato Merlino, Salvatore Mazza, Enrico Pozzi, Luisa Sorci, Maria

Grazia Bordone, Luigi Solimando, Denise Villani, Leone Antenone,

Annarita Ovidi, Fiore Ranauro, Giancarlo Martini, Annarosa Gruppillo,

Mirella di Santo, Giorgio Bruzzese, Flavio Artusi

Coreografie di Giacomo Molinari.

Musiche originali di Giancarlo Damilano

Regia di Paolo Procaccini Giacomo Molinari

 

Piazza Montanara non esiste più: si trovava ai piedi del teatro di Marcello e nei suoi portici inferiori si aprivano numerose botteghe di piccoli artigiani; soprattutto era luogo di traffici e di ricerca di lavoro dei contadini venuti dalla provincia.

Nel periodo tra la fine del 1700 ed i primi anni dell'800, tra gli eserciti napoletano dei re Borbone e quello francese rivoluzionario, ci fu un lungo tira e molla per impadronirsi di Roma. Ora vi entrava un'armata, ora l'altra.

In questo scenario si muovono due famiglie: una romana di Cecco, lo scrivano-poetucolo, e una napoletana di Felice, barbiere-mediconzolo.

Le loro rispettive figlie Teresa e Lucia sono innamorate ricambiate del marchesino Filippo Capuano e del principe Saverio Caffarelli. Questi ufficiali operano negli eserciti contrapposti ma alla fine di una serie di scontri e avventure arriveranno a coronare un sogno di felicità e di fratellanza.

Mentori delle vicende Rugantino e Pulcinella che operano tra le mani di Cecco e Felice, finalmente uniti nell'opera delle marionette presso il vicino teatro dell'Arco di Saponara.

Un’opera nuova destinata, in attesa della messinscena, a creare un filone nascente dalle mani congiunte di un poeta romanesco e di uno napoletano, in nome di una fratellanza artistica che sia di monito anche all’attuale società persa nella frammentazione dei valori, delle arti e delle intelligenze.

 

@@@

Quando:

19 marzo h. 20,30

20 marzo h. 20,30

 

Dove: Teatro san Vigilio

 

 

Per informazioni e per prenotazioni

tel.: 335-6890333

salateatrosvigiliorm@libero.it

 

In FB http://www.facebook.com/event.php?eid=192000714173626&ref=ts

 

ADRAMELEK THEATER:

http://www.antiarte.it/adramelekteatro

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl