Comunicato stampa Venerdì 29 luglio 2011 alle ore 21 al Cortile di Palazzo Cutore Recupero di Aci Bonaccorsi Pippo Pattavina in L'Avaro di Molière

Comunicato stampa Venerdì 29 luglio 2011 alle ore 21 al Cortile di Palazzo Cutore Recupero di Aci Bonaccorsi Pippo Pattavina in L'Avaro di Molière.

Persone Rosy Bellomia, Salvo Manciagli, Oreste Brighina, Laura Tornambene, Daniele Sapio, Cindy Cardillo, Santo Pennisi, Aldo Toscano, Davide Sbrogiò, Claudia Bazzano, Raffaella Bella, Giampaolo Romania, Angelo Tosto, Elisa, Cleante, Pippo Pattavina, Plauto, Valerio, Mariana
Luoghi Aci Bonaccorsi
Argomenti teatro, spettacolo

27/lug/2011 19.07.57 claudia catalano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA


Venerdì 29 luglio 2011 alle ore 21 al Cortile di Palazzo Cutore Recupero di Aci Bonaccorsi  Pippo Pattavina sarà il protagonista di una commedia tra le più celebri di   Molière:  L'Avaro
Ispirata a “Aulularia” di Plauto, il testo di Moliére brilla per la forza rinnovatrice della sua eccentricità. Arpagone, uomo avaro, egoista, egocentrico, mantiene dentro la sua casa un regime austero di frugalità e semimiseria, umiliando le aspettative e i desideri dei figli Cleante ed Elisa e facendosi deridere e criticare dagli stessi domestici al suo servizio .Unico interesse di Arpagone è accumulare il denaro, nascondendolo agli occhi di tutti, per il puro, cinico piacere di possedere. I sentimenti degli altri sono per lui solo merce di scambio e anzi motivo per imporre la priorità del suo modo di vivere.
   Ma, ad  incrinare il meccanismo nefando di un simile cervello, saranno proprio i sentimenti: quello del figlio Cleante per una bella ragazza conosciuta da poco, Mariana, e quello della figlia Elisa per il giovane Valerio, che si è travestito da domestico per entrare in casa di Arpagone e star così vicino alla sua amata. Tutto questo, unitamente alla furberia dei servi, farà si che Arpagone dovrà, almeno per una volta, piegarsi alle necessità degli altri. Chiaramente dietro l’egoismo “materiale” di Arpagone si cela un altro egoismo: la paura di dare, la paura di amare, il terrore di farsi coinvolgere dai sentimenti veri, unici canali di comunicazione e di arricchimento tra gli uomini. Protagonisti sulla scena, diretta da Angelo Tosto,  Pippo Pattavina, insieme a Giampaolo Romania,Raffaella Bella,Claudia Bazzano,Davide Sbrogiò,Aldo Toscano,Santo Pennisi,Cindy Cardillo,Daniele Sapio,Laura Tornambene ,Oreste Brighina. Le scene sono di Salvo Manciagli, i costumi di Rosy Bellomia.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl