"CHI SO I'? SO FRANCISCHIELLO" AL CASTELLO ARAGONESE DI AGROPOLI

SO FRANCISCHIELLO" AL CASTELLO ARAGONESE DI AGROPOLI .

Persone Franceschiello, Enrico Maria Falconi, Raffaele Speranza, Antonio Speranza, Gennaro Francione, Giuseppe Garibaldi
Luoghi Roma, Italia, regno delle due Sicilie, Napoli, Salerno, Civitavecchia, Castello, Agropoli
Argomenti storia, spettacolo, storia contemporanea

04/set/2011 16.13.00 Andrej Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

        Continua la tournée italiana di "Chi so i'? So Francischiello" (Monologo di un pazzo sul borbonismo) di Gennaro  Francione con Antonio Speranza, per la regia di Raffaele Speranza.

        Si  è partiti il 1° giugno 2011  dal Teatro Nuovo Sala Gassman  di Civitavecchia  nell’ambito della rassegna sul “150° anniversario dell’Unità d’Italia”, con la direzione artistica di Enrico Maria Falconi.

        La tournée di Francischiello fa scalo ad Agropoli e   proseguirà in altre città d’Italia, Roma, Salerno, Napoli etc..

     Il copione  è stato pubblicato in questi giorni dalla Casa Editrice Herald di Roma.

       

                                     ***

Quando: 8 settembre h. 19 @@@

Dove: Castello Aragonese Agropoli

@@@

                   CHI SO I’? SO FRANCESCHIELLO

           Durante una visita psichiatrica vengono mostrate a un

pazzo alcune macchie di Rorschach, all’interno delle

quali il paziente rivede i momenti salienti della vita che

crede di aver vissuto: l’uomo è convinto di essere Franceschiello,

l’ultimo Re di Napoli, ormai detronizzato dopo

l’impresa di Garibaldi, verso cui nutre un sincero odio.

        Con nostalgia mai rassegnata ripensa ai momenti più tragici del suo esilio

e a come esso ha portato alla disfatta della sua famiglia e del suo regno.

       Ambientato all’interno di un cervello malato, lo spettacolo vive delle voci

  e dei suoni che giungono da un passato che diviene sempre

      più irrecuperabile.

        Il redivivo Franceschiello assume le spoglie di un pazzo che in manicomio

studia la vera storia del Regno delle due Sicilie. Nella sua follia, lanciato

verso il futuro, sogna l’impresa impossibile di sollevare le popolazioni

del sud, ridotte a monnezza da quelli del nord. Per questo propone, in testa

alla rivoluzione pacifica, nientemeno che gli artisti, per creare una civiltà nuova

bella e buona, come era nei suoi ricordi, quella del decaduto regno borbonico

 

@@@

Per altre informazioni, locandina etc.

http://www.comune.agropoli.sa.it/UserFiles/File/AgropoliSettembreCulturale2011.pdf

 

@@@@@@@

ADRAMELEK THEATER:    http://www.antiarte.it/adramelekteatro

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl