ESITO CONVEGNO "ALCOL E STUPEFACENTI" NEL NUOVO CODICE DELLA STRADA

rinovo del Consiglio), il quale, da perfetto esperto della materia, ha svolto

17/dic/2005 14.46.53 Andrej Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
                                                           COMUNICATO EUGIUS


         Il Centro Studi del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma, diretto dal Cons. Avv. Fioravante Carletti, http://www.ordineavvocati.roma.it/NotizieOrdine/Notizie.asp,    il 16 dicembre 2005 ha organizzato presso la sua sede di Via Valedier, 42 un Convegno di studio su "Alcol e stupefacenti nel nuovo Codice della Strada", moderatore  lo stesso. Avv.Fioravante Carletti.

        Ha introdotto i lavori l'Avv. Vincenzo Sinopoli (noto avvocato penalista del Foro di Roma e candidato alle prossime elezioni per il rinovo del Consiglio), il quale, da perfetto esperto della materia, ha svolto una relazione panoramica su tutta la normativa che regola l'uso di alcol e stupefacenti, concludendo con l'esame della più affermata e recente giurisprudenza.                                                                                                              

        Sulla seconda parte del convegno,  I CONTROLLI SU STRADA,  relativamente all'aspetto prettamente scientifico e medico del problema,  sono intervenuti  la Prof. Dott. Annunziata Lopez  e il Prof. Dott. Francesco Saverio Romolo (entrambi docenti di Tossicologia Forense presso il  Dipartimento di Medicina Legale dell'Università di Roma "La Sapienza"), i quali,  alternandosi in un pregevole duetto di elevatissimo livello scientifico, hanno rappresentato i vari gradi di tolleranza e di uso-abuso delle sostanze alcooliche e psicostimolanti, nonché le notevoli difficoltà di un preciso accertamento scientifico dello stato di assunzione delle suddette sostanze,  mettendo conseguentemente  in chiara evidenza la labilità e l'insicurezza delle varie metodologie di accertamento comunemente ed abitualmente in uso.

        Sul CONSENSO INFORMATO e la problematica delicata della sottoposizione coattiva del guidatore al test alcolimetrico è intervenuto il Prof. Gian Paolo Cioccia (docente presso la Scuola di Specializzazione di Medicina Legale - Università di Roma "La Sapienza"), il quale ha fornito un contributo notevole, anche attraverso una piacevole illustrazione grafica con diapositive, alla comprensione delle specifiche  questioni tecnico-giuridiche che investono la materia.  

 Per le problematiche tecniche relative al RINNOVO DELLA PATENTE, quarta parte del convegno,  riguardante le persone alcolizzate e tossicodipendenti,  ha parlato la Dott. Biancamaria Lanzetta  (Medico Capo della Polizia di Stato), che ha svolto una interessante e completa esposizione, arricchita dalla proiezione di diapositive, delle complesse difficoltà in cui si trovano gli Organi amministrativi di controllo per cercare di trovare  ed adottare a livello nazionale una  regolamentazione uniforme di strumenti tecnici e giuridici. 


        Ha chiuso i lavori  il Dott. Gennaro Francione (Giudice Monocratico presso il Tribunale Penale di Roma)
 il quale,   presentando in anteprima il saggio appena uscito "Le nuove frontiere della Droga. La via medicinale" (Progresso giuridico, Roma dicembre 2005), ha sottolineato l'inutilità della repressione penalistica nell'uso di droghe, proponendo la nuova via medicinale che sostituisce al carcere la cura (preventiva e successiva), le sole sanzioni amministrative(ad es. nel caso della legge esaminata il sequestro del veicolo) e  misure di sicurezza sul territorio. In particolare ha illustrato una imminente questione di costituzionalità da lui prospettata dell'intera normativa di repressione della droga là dove non consideri il tossicodipendente autore di crimini (spaccio e altro) come un autentico malato non da punire in carcere ma solo  da curare. Ciò trovando fondamento nella stessa Corte Cost. che, con sentenza n. 114/1998,  ha affermato il collegamento col concetto d'infermità scriminante dell'intossicazione da alcool e da stupefacenti sia pur specificando che è: "colpevole quella acuta, sia pure dandosi spazio a tutti i trattamenti di recupero e agli altri provvedimenti ritenuti adeguati sul piano dell'applicazione e dell'esecuzione delle pene; incolpevole, o meno colpevole, quella cronica, sia pure attraverso il passaggio, nell'ipotesi della pena soltanto diminuita, per la discussa e discutibile figura della semi-imputabilità".


      Alcuni dei partecipanti al convegno  saranno presenti sui medesimi argomenti alla trasmissione "Roma città aperta"  in onda su Roma Uno tv (canale 31 in chiaro, canale 860 piattaforma Sky) giovedì 22 dicembre dalle ore 16 alle ore 18,30

UNIONE EUROPEA GIUDICI SCRITTORI(EUGIUS): LA NUOVA              

     UNIONE DEI GIUDICI UMANISTI D'EUROPA:                       

           http://www.antiarte.it/eugius



 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl