Il Grande Teatro dei Piccoli XII edizione | Comunicato stampa del 31.10.2011: al via domani (alle 18) a Cagliari al Centro Area3 la rassegna di Is Mascareddas organizzata in quattro quartieri della città

Il Grande Teatro dei Piccoli XII edizione | Comunicato stampa del 31.10.2011: al via domani (alle 18) a Cagliari al Centro Area3 la rassegna di Is Mascareddas organizzata in quattro quartieri della città.

Persone Maria Carrozza, Sonia Carlini, Grimm, Betti Pau, Stefano Dallari, Anna Sedda, Cristiano Bandini, Donatella Pau, Borgo, Tonino Murru, Santa Chiara, Sant'Anna, San Michele, Sant'Elia, Grazia Deledda
Luoghi Stampace, Mulinu Becciu, Is Mirrionis, Italia, Sardegna, Cagliari, Sant'Elia, Sant'Elia, comune di Cagliari, Sardegna
Organizzazioni Sant'Elia 2003, Consorzio Camù
Argomenti teatro, spettacolo, arte, letteratura

31/ott/2011 21.01.27 Is Mascareddas Teatro e Laboratorio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


immagine per mail gtp.jpg

Is Mascareddas Teatro e Laboratorio


COMUNICATO STAMPA del 31 ottobre 2011

Burattini e pupazzi a spasso per la città.

Da domani (1°novembre) al 7 dicembre torna a Cagliari “Il Grande Teatro dei Piccoli”.

Per la dodicesima edizione la Compagnia Is Mascareddas viaggia lungo otto appuntamenti 

tra i quartieri di Is Mirrionis, Mulinu Becciu, Stampace e Sant’Elia.

 

Burattini e pupazzi d'autore, da un quartiere all'altro di Cagliari. Fa ritorno in città "Il Grande Teatro dei Piccoli" e, alla sua dodicesima edizione, la storica rassegna targata Is Mascareddas diventa itinerante. Nata dalla rinnovata collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, la manifestazione adotta una formula sperimentale e propone da domani (1° novembre) al 7 dicembre due titoli della compagnia, "Anima e coru" e "Doni",  che in otto recite gratuite gireranno nei rioni di Mulinu Becciu, Stampace, Is Mirrionis e Sant'Elia. Gli spettacoli andranno in scena negli spazi comunali Area3, Castello di San Michele, Lazzaretto e Chiesa di Santa Chiara, grazie alla collaborazione con i rispettivi gestori (ArCoES, Consorzio Camù, Cooperativa Sant’Elia 2003 e Società di Sant’Anna).

Is Mascareddas  guarda alla città al tempo della crisi e rispolvera la sua originaria missione di compagnia viaggiante di teatro di burattini e marionette, nata in un piccolo laboratorio nel centro storico di Castello. «È nel nostro codice genetico andare nelle piazze, tra la gente»,  spiega il presidente di Is Mascareddas Tonino Murru. «È importante oggi, considerate le attuali difficoltà di gestione degli spazi culturali cittadini,  riscoprire la filosofia di “Marionette al di sotto di duemila abitanti”, la nostra iniziativa con cui abbiamo portato il teatro nei piccoli paesi della Sardegna e di “Burattinando in città”, quando, agli inizi degli anni ’80, siamo stati i primi a sperimentare rassegne in luoghi non creati apposta per lo spettacolo.  Tra l’altro, alcuni di questi, si sono riqualificati nel tempo come vere e proprie sale teatrali».  Nasce così l'idea di abbandonare per una stagione i teatri al centro di Cagliari, tornare  in scena nei quartieri e per i quartieri, per ribadire l'importanza della cultura come "servizio " offerto ai cittadini e alle famiglie.

 

Il programma de "Il Grande Teatro dei Piccoli" propone a novembre "Anima e coru”.  L'ultima produzione di Is Mascareddas, vincitrice quest’estate del XXI Premio Nazionale Ai Bravi Burattinai d’Italia, è in scena domani (1° novembre) alle 18 al Centro Polivalente Comunale Area3 (in via Carpaccio 14 / 16, nel quartiere di Mulinu Becciu), e, alla stessa ora,  il 4 al Centro Comunale d’Arte e Cultura Castello di San Michele (in via Sirai, a Is Mirrionis), il 5 nella Chiesa di Santa Chiara (a Stampace, nelle omonime scalette) e il 29 al Centro Comunale d’Arte e Cultura Lazzaretto (in via dei navigatori, nel Vecchio Borgo di Sant’Elia).  

Affidato all’arte burattinesca di Tonino Murru, impegnato en solitaire  in una lezione - spettacolo con cui ripercorrere trent’anni di fortunata carriera al servizio del teatro d’animazione e dei suoi spettatori prediletti, i bambini, “Anima e coru” è scritto a sei mani dai due creatori di Is Mascareddas - Tonino Murru e Donatella Pau - insieme a Cristiano Bandini.  Il titolo della pièce è la sintesi estrema del teatro di burattini: dare l’anima ad un pezzo di legno attraverso il movimento e imprimere sull’oggetto i propri sentimenti, per trasformarlo in un personaggio, con un proprio carattere.  Svelandosi sul palco al pubblico, Tonino Murru mostra alcuni  trucchi dell’animazione e spiega ai bambini le scene tipiche dell’azione burattinesca, le  riproduce dentro la baracca. Il risultato dei vari  sketch è una trama narrativa dove compaiono dieci personaggi, tra presenze storiche come quella di Areste Paganòs nel ruolo di presentatore e spalla del burattinaio e nuove creazioni costruite apposta per la piéce da Donatella Pau (con costumi realizzati da Anna Sedda e scenografie di Tonino Murru e Stefano Dallari). 

 

Dicembre sarà il mese di "Doni", una parola e un tema particolarmente adatti al periodo delle festività natalizie e al rito annuale, il più atteso e sognato dai bambini di tutto il Mondo, dei regali sotto l’albero.   Lo spettacolo di racconti animati con piccoli pupazzi che si muovono dentro scenografie miniaturizzate è l’ultima creazione di Donatella Pau. Scritto dall’attrice e costruttrice di Is Mascareddas insieme a Betti Pau, “Doni” esprime il significato del dono come atto di valore sociale e modalità umana per rinsaldare la fiducia reciproca.  La pièce va in scena - con inizio sempre alle 18 - il 1° dicembre al Centro Area3, il 2 al Castello di San Michele, il 6 al Lazzaretto e il 7 alla Chiesa di Santa Chiara.  Lo spettacolo è capace di instaurare coinvolgimenti emotivi intensi da parte del pubblico, anche per le atmosfere raccolte di cui necessita, rivolgendosi a gruppi di ascoltatori di non più di 50 persone. “Doni” si sviluppa su cinque suggestioni narrative. Le due autrici rivisitano un racconto di Grazia Deledda, una favola dei fratelli Grimm, due leggende di tradizione orale e una fiaba di ambientazione araba.  Le micro storie sono rappresentate con piccoli pupazzi animati a vista sulla superficie di un tavolo, che assume di volta in volta le forme dei diversi scenari realizzati da Sonia Carlini, con Tonino Murru e Stefano Dallari.

 

La dodicesima edizione de “Il Grande Teatro dei Piccoli”  è realizzata col contributo del Comune di Cagliari, Assessorati alla Cultura,  alle Politiche Sociali (nell’ambito del macro-progetto “La Città dei Bambini”), della Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Sport, Spettacolo e Informazione e del MiBAC, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo e con la collaborazione di Centro Comunale Polivalente Area 3, Consorzio Camù, Cooperativa Sant’Elia 2003 e Società di Sant’Anna.  

Info. Is Mascareddas Teatro e Laboratorio

Tel. 070.5839742 - Cell. 388 846 35 20 

e mail. ismascareddas@tiscali.it 

web. www.ismascareddas.it 

 

Ufficio Stampa

Maria Carrozza

Cell. 346 304 76 20 

mari.carrozza@gmail.com

 








--
Maria Carrozza




--
Maria Carrozza
(+39) 346 304 76 20 
mari.carrozza@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl