VILLA FOLLIA - Teatro Politecnico di Roma - 25 gennaio 12 febbraio 2006

19/gen/2006 07.15.15 Gianluca Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?

L’Associazione “CRISATT” presenta

 

Teatro Politecnico

(Via Tiepolo 13 - Tel. 063219891)

 

Dal 25 gennaio al 12 febbraio 2006

 

“VILLA FOLLIA”

 

di

Cristina MASCITELLI

 

Regia di

Anna Teresa EUGENI

 

Con

Anna Teresa EUGENI, Veruska PROSHINA, Michela CARUSO

e Cristina MASCITELLI

 

Musiche di Paolo VIVALDI

Scenografia di Nicola TELLA

Costumi di Adacarmen DE MUNNO

Video di Livia CRISAFI

Movimenti coreografici di Laura COLOMBO

Organizzazione di Maria Rosa BARBA

 

Dopo le rappresentazioni domenicali dei giorni 29 gennaio e 5 febbraio la compagnia sarà lieta di offrire al pubblico una degustazione di prodotti alimentari e vinicoli piemontesi

 

(orari spettacoli: dal martedì al sabato ore 21.15, domenica ore 17.30 -

prezzi dei biglietti: intero 15 €, ridotto 10 €)

 

COMUNICATO STAMPA

 

Raccontare la follia, raccontare la poesia, raccontare tre figure di donna. Questi alcuni degli elementi alla base di questo spettacolo che ripercorre, attraverso tre quadri distinti, la vita di tre mogli di artisti famosi: la moglie del poeta americano Thomas Stearns Eliot, la moglie dello scrittore russo Aleksandr Puskin, la moglie del romanziere italiano Emilio Salgari. Tre storie differenti, tre storie di epoche diverse, tre storie che hanno però alla base il difficile rapporto tra uomo e donna, tra scrittore e compagna, tra ragione e follia. La scrittura di Cristina Mascitelli fornisce la base fondamentale per il lavoro registico di Anna Teresa Eugeni. Le due attrici creano uno spettacolo pieno di suggestioni, di momenti di forte lirismo ed impatto visivo, con una funzione non didascalica della partitura musicale e della danza. Si passa dallo stile drammatico a quello surreale, anche con punte di umorismo, cercando sempre di coinvolgere gli spettatori nella ricostruzione teatrale di un mondo letterario unico, che parte da una visione della follia come momento altro, all’interno di una struttura dove la cura per la follia è il racconto stesso, l’evocazione di sé. Teatroterapia dunque, cure in progress afiddate a rabbia, drama, rimpianto, sdoppiamento delle Figure ed aiuti che vengono da immagini proiettate in video, e musica. L’intenzione dello spettacolo è quella di realizzare un’operazione culturale di ampio respiro, controtendenza rispetto ad un mondo sempre più affascinato dallla superficialità e dal mezzo televisivo. Parlare oggi di poesia e letteratura, farle diventare un’opera adatta per il palcoscenico è sintomo di grande coraggio, spirito battasgliero ed amore per il teatro, per la sua funzione educativa e sociale, senza mai dimenticare anche quella ricreativa, come potrò appurare il pubblico di questa originale performance teatrale. In scena accanto a Cristina Mascitelli ed Anna Teresa Eugeni ci sono Veruska Proshina e Michela Caruso.

 

UFFICIO STAMPA

 

Gianluca Verlezza

0647824171 - 3387575258 - gianluca.verlezza@fastwebnet.it

 Gloria Bondi 3484526531

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl