Rosa dalla paura all'America

Sabato 11 febbraio, alle ore 20.30, andrà in scena presso l'Associazione Culturale Malalingua (Molfetta, Vico I Catecombe 16) lo spettacolo teatrale Rosa dalla paura all'America - Una storia vera di migrazione, narrazione e libertà.

Persone Rosa Cassettari, Carlo Boso, Nora Picetti, Santino
Luoghi Italia, Milano, Chicago, Stati Uniti d'America, Missouri, Molfetta, Cuggiono
Organizzazioni Associazione Culturale Malalingua, Bocconi
Argomenti teatro, spettacolo, letteratura

06/feb/2012 16.31.41 Mammagallo - Comunicazione, Grafica ed Eventi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sabato 11 febbraio, alle ore 20.30, andrà in scena presso l’Associazione Culturale Malalingua (Molfetta, Vico I Catecombe 16) lo spettacolo teatrale Rosa dalla paura all’America – Una storia vera di migrazione, narrazione e libertà. Lo spettacolo, ideato e recitato da Nora Picetti, con la supervisione artistica di Carlo Boso, è il secondo appuntamento della rassegna di drammaturgia contemporanea Storie da me – Autori in scena, organizzata da Malalingua in collaborazione con Nasca Teatri di Terra.

Rosa dalla paura all’America racconta la vera storia di Rosa Cassettari, protagonista di una vicenda intima e personale destinata a diventare, nel tempo, una vera e propria testimonianza storica.

Rosa, abbandonata alla ruota dell'ospedale, viene adottata da una famiglia povera di Cuggiono. Racconti in stalla e lavoro in filanda, balli e botte, giochi e paura scandiscono i primi anni della sua vita, prima che la ragazza sia costretta a sposare Santino. Dopo il matrimonio, tutto cambia: Rosa è costretta a raggiungere un marito che non ama affatto dall’altra parte del mondo, nel Missouri, dove è migrato per lavoro. Lasciato il figlio alla madre, Rosa affronta il grande viaggio verso l’America, dove inizia un nuovo intenso capitolo della sua vita. Quello che accadrà dopo è un’ avventura: Rosa impara l’inglese, lavora, partorisce un secondo figlio e torna in Italia a riprendere il primo. E a prelevare dalla banca tutti i risparmi del marito. Ma quando scopre che i soldi serviranno ad aprire un bordello e il marito la minaccia di morte per il rifiuto di gestirlo, Rosa fugge coi figli a Chicago. E lì, ancora una volta, ha inizio un nuovo capitolo della vita della donna: il capitolo della svolta, dell’integrazione e dell’emancipazione, affidata al racconto e alla parola. Ed è proprio grazie al racconto della sua esperienza che Rosa è uscita dall’anonimato, è sopravvissuta nella memoria di molte generazioni ed è giunta fino al palcoscenico, dove l’attrice Nora Picetti la rievoca con forza e suggestione.

Nora Picetti è laureata alla Statale di Milano in Storia e Conservazione dei Beni Teatrali, Cinematografici e Televisivi e ha conseguito il Master in Management dello Spettacolo di Bocconi, Scala e Piccolo Teatro. Parallelamente ha studiato recitazione, narrazione, tecnica vocale, mimo, danza e commedia dell'arte con grandi nomi del teatro contemporaneo. Autoproduce, dal 2007, spettacoli, eventi culturali e laboratori su tematiche come l'intercultura, l'inclusione sociale e femminile e il rapporto con la Storia.

 

Contatti:

L’ Associazione Culturale Malalingua ha sede a Molfetta, in Vico I Catecombe 16.

Informazioni e prenotazioni al numero 347.46.63.244 o all’indirizzo malalingua@hotmail.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl