LABORATORIO DI SCRITTURA DRAMMATURGICA "IO E' UN ALTRO"‏

20/mar/2012 15.21.31 Laboratorio Teatrale al vomero Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Associazione Culturale ScugnizzArt

Rampe Siani, 2 - 80129, Napoli (vomero - arenella)

presenta

 

Laboratorio di Scrittura Drammaturgica

 

Io è Un Altro

 

Che differenza c'è tra scrivere un racconto e scrivere per il teatro?  E come far diventare "teatro" un'idea? Cosa s’intende per drammaturgia? Cos’è la scrittura teatrale? Sono queste alcune delle questioni che verranno affrontate nel Laboratorio di scrittura drammaturgica.

Un testo teatrale nasce per essere rappresentato ed è "completo" solo quando diventa spettacolo, quando cioè i suoi meccanismi narrativi vengono ad integrarsi perfettamente con le dinamiche proprie del gioco scenico. Non è facile definire un termine così ampio come quello della "drammaturgia". Alcuni trovano nella parola "drammaturgia" il risultato di un'azione immaginata, predisposta e organizzata da un “scrittore” teatrale. Pertanto, il drammaturgo sarebbe colui che scrive un testo per la scena. In realtà, soprattutto in seguito alle esperienze del Novecento, il termine "drammaturgo" è diventato sinonimo di "autore" tout-court. Esiste infatti una “drammaturgia” del regista, dello spazio e delle sue condizioni, della luce, degli attori… e anche della pagina. Risultato "dell'autorità" del creatore per una potenziale spettacolarità, la drammaturgia è progettazione scenica, nella quale la scrittura testuale può essere considerata come uno degli elementi fondanti quell’articolato processo di creazione che è l’operazione teatrale nel suo complesso. Il Laboratorio di Scrittura Drammaturgica offre ai partecipanti un percorso di educazione alla creatività e alla valorizzazione delle potenzialità del singolo e del gruppo attraverso un’esperienza formativa. Scoprire l’ampio e affascinante mondo del Personaggio, entrare nei suoi domini, spingersi nella natura stessa dell’essere umano, che è in qualche modo indagare noi stessi e il nostro rapporto con gli altri, sono alcuni dei motivi che segneranno il nostro percorso. Attraverso un lavoro di elaborazione individuale, e di confronto e condivisione con il gruppo, che diventerà di volta in volta specchio, sostegno, stimolo con cui confrontarsi attraverso esercizi di scrittura estemporanea, improvvisazioni, suggestioni collettive, l’obiettivo del laboratorio sarà quello di guidare i partecipanti alla costruzione testuale del Personaggio in termini di colonna portante del racconto teatrale. Teoria e pratica saranno strettamente collegate per realizzare, da parte di ciascuno, un proprio testo basato sulla struttura del monologo. Partendo dalle tecniche di scrittura (cos’è la drammaturgia, quali regole segue nella costruzione dello spettacolo, lo sviluppo di un testo, cosa raccontare e perché, come trovare nuove idee, la storia), si procederà verso la scrittura di testi sintetici (messa a punto dell’arco narrativo e sua omogeneità, i personaggi e la loro evoluzione, i punti di vista, lettura dei testi prodotti) da considerarsi quali “tessere” che andranno via via a comporre quel “puzzle” più articolato che sarà il monologo finale. Nei primi incontri verranno indicati i testi sui quali verrà impostata l’attività del laboratorio

 

Docente: SALVATORE MARGIOTTA

Collaboratore presso la cattedra di Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo dell' Università Orientale di Napoli, si occupa in particolar modo dei fenomeni legati alle neoavanguardie e al contemporaneo. Ha scritto diversi saggi riguardanti la nascita della regia in Italia, il Nuovo Teatro in Italia, le trasformazioni della scena moderna, l’attore nel teatro di Robert Lepage. Attualmente è redattore della rivista on line «Acting Archives Review» ed è impegnato nella stesura di un libro sul teatro d’avanguardia italiano. Oltre ad essere da sempre interessato alle attività laboratoriali incentrate sul corpo e il movimento scenico, è performer nel gruppo Teatro dei Sensi Rosa Pristina con il quale ha messo in scena      “Le briciole sulla tavola”, spettacolo presente nel cartellone del Fringe Festival 2011.

 INFO: scugnizzart@gmail.com - 339.6485406

 

IL LABORATORIO E' STRUTTURATO IN 15 INCONTRI DELLA DURATA DI 2 ORE CIASCUNO, AVRA' CADENZA SETTIMANALE E SI TERRA' TUTTI I VENERDI' A PARTIRE DAL 30 MARZO ED E’ A NUMERO CHIUSO PER UN MASSIMO DI 12 ALLIEVI


Ai sensi dell'art.13 del nuovo codice sulla privacy (D.Lgs 196 del 30 giugno 2003), le e-mail informative e le newsletter possono essere inviate solo con il consenso del destinatario. La informiamo che il Suo indirizzo si trova nel database dell' Associazione Culturale ScugnizzArt perché espressamente da Lei richiesto o perché da noi reperito navigando in rete, o da e-mail che l'hanno resa pubblica. Le abbiamo inviato fino ad oggi informazioni riguardanti le nostre attività e i nostri progetti culturali mediante il seguente indirizzo e-mail: scugnizzart@gmail.com Sperando che le nostre comunicazioni siano per Lei interessanti, Le assicuriamo che i Suoi dati saranno trattati dall' Associazione Culturale ScugnizzArt con estrema riservatezza e non verranno divulgati. Le informative hanno carattere periodico e sono comunicate individualmente ai singoli



 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl