Resushitate

Prosegue la rassegna di drammaturgia contemporanea Storie da me - Autori in scena, organizzata dall'Associazione Culturale Malalingua in collaborazione con Nasca Teatri di Terra.

Persone Alessandra Raichi, Marianna de Pinto, Resushitate
Luoghi Molfetta
Organizzazioni Associazione Culturale Malalingua
Argomenti teatro, letteratura, spettacolo

11/apr/2012 10.28.11 Mammagallo - Comunicazione, Grafica ed Eventi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Prosegue la rassegna di drammaturgia contemporanea Storie da me - Autori in scena,

organizzata dall’Associazione Culturale Malalingua in collaborazione con Nasca Teatri di

Terra.

 

Sabato 14 aprile, alle ore 20.30, andrà in scena nella sede dell’associazione (Molfetta,

Vico I Catecombe 16) una produzione Malalingua: Resushitate.

 

Resushitate è ideato e interpretato da Marianna de Pinto e Alessandra Raichi, che portano

in scena uno spettacolo al femminile, che racconta l’essere donna nelle sue differenti

declinazioni: essere madri, sorelle, figlie, mogli, individui unici con storie uniche. Sono

storie tratte dalla realtà quelle rappresentate in Resushitate, che ripropone, agli occhi del

pubblico, situazioni e personaggi realmente incontrati dalle donne nel loro percorso. Un

percorso sempre in bilico tra il quotidiano e il sogno, il concreto e il paradosso, in cui

ogni passo è una tappa simbolica di una Via Crucis a tinte rosa. Ed è proprio alla Via

Crucis che lo spettacolo si ispira, per raccontare quell’esplorazione dell’essere donna che

si trasforma in rinascita e resurezzione. Strumenti di questo percorso sono la

condivisione e la solidarietà, ma anche l’ironia e il dialogo, che nelle scene di Resushitate

trovano variegate forme di espressione: la scena è fatta di parole, gesti, ma anche di

immagini multimediali e proiezioni, che rimandano al pubblico una nuova dimensione di

affermazione personale: quella della webcam, che con occhio impietoso cattura intime

solitudini e le rende pubbliche.

Tra sorrisi e riflessioni, Resushitate restituisce al pubblico differenti modi e forme di

appartenenza al genere femminile, in una grande prestidigitazione scenica in cui la figura

maschile è come il trucco nascosto: c’è, ma non si vede.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl