Garrincha – L’angelo dalle gambe storte

23/apr/2012 18.15.38 Mammagallo - Comunicazione, Grafica ed Eventi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nuovo appuntamento della rassegna di drammaturgia contemporanea Storie da me – Autori in scena, organizzata dall’Associazione Culturale Malalingua in collaborazione con Nasca Teatri di Terra: sabato 28 e domenica 29 aprile, alle ore 20.30, va in scena nella sede di Malalingua (Molfetta, Vico I Catecombe 16) lo spettacolo Garrincha.

Garrincha – L’angelo dalle gambe storte è ideato da Giancarlo Fares e Valeriano Solfiti, che ne è anche l’interprete. L’attore, accompagnato dal percussionista Pietro Petrosini, ripropone sul palco la storia del celebre calciatore Manoel Francisco dos Santos, conosciuto ai più con il nome di Garrincha. Dall’infanzia alla maturità, dal successo indiscusso al declino finale: la storia di Garrincha è una parabola commovente, che restituisce al pubblico le vicende dell’uomo più che del calciatore, offrendone un ritratto sensibile e complesso. Perché così era Garrincha: un uomo capace di grande poesia e allegria, che ha saputo regalare sorrisi e messaggi di speranza attraverso le sue performance sportive; un uomo – al tempo stesso – lacerato e abbandonato, vittima di passioni che lo hanno condotto, nel tempo, ad una fine autodistruttiva. Nell’arco di 90 minuti (durata regolamentare di una partita di calcio), lo spettacolo ridà vita a questo controverso personaggio, ai cui piedi si apre un tappeto (unica componente scenografica) che si fa campo, area di rigore, terreno di vite quotidiane scandite dal ritmo delle percussioni.

Franco Valeriano Solfiti nasce a Roma nel 1976. La sua formazione artistica si snoda attraverso variegate esperienze, tra cui la scuola di recitazione del Teatro dell’Orologio, laboratori presso l’Accademia Nazionale Silvio D’Amico, la scuola professionale di recitazione di Teatro Azione. Dal 2001 ad oggi, colleziona numerose interpretazioni a teatro, spesso diretto dal regista Giancarlo Fares (per citare alcuni esempi:L’eccezione e la regola di B. Brecht, Il Calapranzi di H. Pinter, La favola del figlio cambiato di L.  Pirandello). Nel 2005 dà alla luce, assieme a Fares, il suo Garrincha – L’angelo dalle gambe storte, presentato all’interno della rassegna Narratori andata in scena per sei mesi al Teatro dell’Orologio di Roma. Nella carriera di Solfiti si affianca, al teatro, il cinema. Oltre ad aver preso parte a diversi cortometraggi, ha recitato nel 2003 inConcorso di Colpa (regia di Claudio Fragasso) e nel 2004 in Ma quando arrivano le ragazze? (regia di Pupi Avati).

 

Contatti:

L’ Associazione Culturale Malalingua ha sede a Molfetta, in Vico I Catecombe 16.

Informazioni e prenotazioni al numero 347.46.63.244 o all’indirizzomalalingua@hotmail.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl