laboratorio

15/mag/2012 14.35.04 Living Theatre Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


--- Mar 15/5/12, Eva Guidotti <evaguidotti@gmail.com> ha scritto:

Da: Eva Guidotti <evaguidotti@gmail.com>
Oggetto: Fwd: laboratorio
A: evaguidotti@yahoo.it
Data: Martedì 15 maggio 2012, 13:05



---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: moreno petroni <morenopetroni@gmail.com>
Date: 14 maggio 2012 16:03
Oggetto: Fwd: laboratorio
A: evaguidotti@gmail.com




 
Ciao eva,  
ecco il volantino del laboratorio.
E' tutto descritto anche nel volantino e nel sito.
Per informazioni il sito di riferimento è         www.officinacommediadellarte.it
 
Fai girare per il mondo.
 
grazie  
ciao
 
 
 
 
 Questo progetto si propone di porre la Commedia dell‟Arte e la maschera al centro di un programma pedagogico per la formazione di attori provenienti da tutta Italia e da tutto il mondo. Attraverso un insegnamento diretto e pratico, lezioni teoriche e materie specialistiche (quali uso della voce, danza, scherma, tecnica della maschera, ecc…) agli allievi verrà proposta un‟indagine sulle tecniche della Commedia dell‟Arte. Quest‟ultima viene universalmente riconosciuta come uno dei più grandi “patrimoni culturali” che l‟Italia ha esportato in tutto il mondo e che ha rivoluzionato il teatro dal 1500 in poi in una duplice forma. Da una parte, infatti, partendo da Shakespeare e Moliere fino a giungere a Goldoni, tutti i maggiori autori di teatro europei del „600-„700 sono stati fortemente influenzati dal lavoro dei grandi Comici dell‟Arte (Scala, Fiorilli, Riccoboni, Sacchi, Martinelli ecc…). Dall‟altra tutti i più grandi teorici e riformatori del teatro moderno e contemporaneo da Mejerchol‟d a Craig da Strehler a Le Coq hanno fondato i loro studi proprio sul recupero del “Sistema dei Commedianti dell‟Arte”: sulle tecniche di movimento e azione della maschera, sull‟improvvisazione e sui ritmi e le dinamiche della recitazione. E questo non tanto da un punto di vista meramente tecnico, ma piuttosto per poter ritornare ad un teatro essenziale, più alto, dove l‟attore è il fautore di tutto.
Per tale motivo in questo stage verrà messo in particolare risalto l‟utilizzo della maschera in tutti i suoi vari aspetti: gli allievi potranno studiare ed affrontare praticamente i classici caratteri di Commedia dell‟Arte (Arlecchino, Pantalone, Capitano, Zanni, Innamorati, ecc…) e sviscerarli e svilupparli in lazzi ed improvvisazioni.
Particolare attenzione verrà posta proprio alle tecniche di improvvisazione, ponendola al centro del programma didattico.
Quindi, poiché la Commedia dell‟Arte è un fenomeno estremamente articolato e complesso si riproporrà della Commedia dell‟Arte i principali aspetti che possono essere ritenuti validi ancora oggi nel teatro contemporaneo:
- Commedia dell’Arte come teatro dell’attore: la necessità di una forte preparazione tecnica e culturale dell‟attore che, unico vero “strumento” in scena, deve poter estrinsecare la sua ricerca teatrale e l‟istinto attoriale (mimo, musico, acrobata, ballerino e improvvisatore);
- Commedia dell’Arte come armonia di lingue e linguaggi: la parola ed il gesto teatrale nelle loro implicazioni di gioco ed invenzione (suono, ritmo, onomatopee…) utilizzando diverse lingue e diversi dialetti;
- Commedia dell’Arte come teatro di convenzione: il Teatro come sistema di segni, che si articolano a partire dall‟utilizzo tecnico e rituale della maschera;
Questo stage quindi mira da una parte a dare un bagaglio tecnico di base all‟allievo attore e contemporaneamente di comprenderne e valorizzarne le singole specificità, per poter educare e formare un attore completo in grado poi di lavorare con maggiori strumenti e più affinati.
In tale progetto saranno coinvolti docenti di comprovata esperienza e tra i più qualificati a livello internazionale nelle loro materie, per creare una squadra pedagogica in grado di educare giovani attori ad un teatro vivo e ricco di urgenza.

 
OBBIETTIVI DEL PROGETTO
Dare ai partecipanti una alta formazione in merito allutilizzo della maschera e del codice della Commedia dell‟Arte. Tutto ciò attraverso lo studio di materie specifiche come danza, voce, scherma e recitazione con maschera.
 
DURATA e MODALITÀ del PROGETTO
Il corso avrà una durata di 120 ore distribuite in quindici giorni di lavoro, ciascuno dei quali prevede 8 ore di lavoro distribuito con i seguenti orari: 9.30-13.00; 14.00-18.30.
 
COSTO di PARTECIPAZIONE
Il costo di partecipazione previsto per gli attori è di:  € 350 entro il 1/06/2012
€ 400 dopo il 1/06/2012
 
SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONEMATERIE e DOCENTI: www.officinacommediadellarte.it

 
Recitazione, maschere: ALESSIO NARDIN  Danze rinascimentali e di corte: NELLY QUETTE   Storia del Teatro: ROBERTO TESSARI  Movimento Scenico : ALESSANDRO J.
BIANCHI info@experiaarte.itvolantino 
 
 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl