LUGLIO 2006: SEMINARI di Teatro/Recitazione

23/mag/2006 02:26:00 CAMPO TEATRALE Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LUGLIO 2006: SEMINARI di Teatro/Recitazione

SEMINARIO DI RECITAZIONE:
"Seminario pratico di tecniche di base nel lavoro sulle azioni fisiche"
condotto da RAUL IAIZA

PRESENTAZIONE
Il seminario affronta le possibilità dell'allenamento fisico e vocale,
per apportare modi di procedere nel lavoro sulle azioni fisiche. In breve
ci si propone di lasciare delle proposte sul rapporto che può crearsi tra
allenamento e lavoro creativo.
1 - Il lavoro fisico si sviluppa attraverso esercizi e sequenze di
esercizi essenzialmente nel campo del riscaldamento e la preparazione
fisica di base, la ritmica corporea, la plastica, l'acrobatica a terra e
dinamica, l'attenzione reciproca e spaziale agli impulsi. L'esercitazione
è sia individuale che di gruppo, a corpo libero e con bastoni e stecche;
addoperando sedie e altri oggetti.
2 - L'allenamento vocale (ad intreccio con quello fisico) comprende
essenzialmente vocalizzi di emissione e intonazione, tecniche di bordoni
e 'polifonia a tenori', ritmica sillabica, e soprattutto canti monodici e
polifonici di diverse tradizioni, con particolare attenzione al
repertorio delle Laude de basso medioevo.
3 - Il lavoro sul testo (ad intreccio con quello fisico) ha come punto di
partenza l'applicazione pratica dei principi della prosodia e del
fraseggio ritmico ?e melodico, per svilupparsi in seguito come azioni
fisico-vocali.
4 - Il lavoro sulle azioni fisiche si propone di sviluppare diversi
approcci alla composizione di studi (Études) e all'improvvisazione;
partendo da più fonti, sia a livello individuale che di gruppo.

RAUL IAIZA, svolge attività concertistica e pedagogica come solista in
flauto dolce e nel campo della ricerca sulla musica antica, prima in
Argentina e successivamente in Italia. Dal 1994 si occupa
professionalmente di teatro, fondando il P.R.T.-I Servi di Scena, in
qualità di regista e pedagogo. Dal 1998 coordina i lavori di un Programma
di Ricerca sulla Arti Performative. Nel Programma si lavoro
sull'applicazione pratica di alcuni principi che attraversano le
discipline artistiche dove gli strumenti sono il corpo e la persona che
agisce. Dal 2001 è assistente alla regia di Eugenio Barba all'Odin Teatret
(Danimarca), per Salt e Il Sogno di Andersen.

QUANDO: Da sabato 1 luglio a venerdi 7 luglio 2006.
ORARIO: Sabato 1 e Domenica 2 dalle 14:00 alle 20:00; da luned 3 a venerd
7 dalle 20:00 alle 23:00. Tot. 27 ore.
COSTO: € 200,00
PARTECIPANTI E REQUISITI: max 15, con almeno 2 anni di formazione
attorale. Per gli esterni: inviare CV a info@campoteatrale.it o via fax
allo 0226113133.
MATERIALI: Ogni partecipante deve procurarsi un materassino da ginnastica
(o da campeggio); vestiti comodi da attività fisica; ginocchiere morbide
(tipo pallavolo); un paio di scarpe non da ginnastica o da danza. Ogni
partecipante deve memorizzare un testo di di non meno di dieci righe e non
più di venti tratto da un classico della letteratura drammatica o da un
romanzo o da una poesia.
SEDE DEL SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano.

________________________________________________________________

SEMINARIO DI MIMO:
"La memoria mimica dei sensi"
condotto da SALVATORE BRUNA

Il seminario favorisce la conoscenza e il controllo delle possibilità
motorie del corpo e del suo utilizzo espressivo attraverso la gestualità
base del mimo a confronto con quella quotidiana vista al di fuori del suo
normale accadere, e arricchita con un lavoro approfondito sui sensi. Per
facilitare la confidenza con lo strumento-corpo, ogni incontro prevede
una parte dedicata al riscaldamento ed alle tecniche di rilassamento e
una parte di tecnica mimica.
Ponendo quale finalità prioritaria la capacità di rendere credibile la
propria interpretazione, si sperimenta il passaggio dalla presenza neutra
a quella espressiva che utilizza tutti i sensi in scena. Gli esercizi
seguono questi temi-guida:
• Sviluppo percettivo e completezza del gesto.
• Memoria sensoriale e collettiva.
• Tecnica con oggetti immaginari.
• Mimica delle emozioni.


SALVATORE BRUNA si forma seguendo l'insegnamento dei più interessanti
maestri contemporanei di mimo e danza, tra cui Marcel Marceau, Jango
Edwards, Hal Yamanouchi, Daniel Ezralow, Lindsay Kemp. Lavora da 15 anni
come mimo, clown e animatore di pupazzi:
in televisione: Solletico (Rai); Mad Machine (Tv Svizzera); Paperissima,
Striscia la notizia, (Mediaset); Junior Tv (Antenna Tre);
in opere liriche e teatro: Madama Butterfly (Arena di Verona, regia di
B.Montresor); Konstanze (Regia di C.Orlandini);
in spot pubblicitari televisivi e carta stampata (Jeans Replay; Aruba.it;
Mitsubishi);
in spettacoli dal vivo per ragazzi: Scuola di magia; In viaggio col
Circo; Prezzemolo Gardaland; Ronald MacDonald;
Partecipa a numerosi festival Internazionali di mimo-danza: Viterbo (dal
1992 al 1995), Periguex (2004), Aurillac (2005). Parallelamente
all'attività artistica si dedica da anni all'insegnamento di tecniche di
mimo, giocoleria e acrobatica nelle principali scuole di Milano.


QUANDO: Da sabato 1 luglio a lunedi 3 luglio 2006.
ORARIO: Sabato 1 e domenica 2 dalle 15:00 alle 19:00; lunedi 3 dalle 19:00
alle 23:00. Tot.12 ore.
COSTO: € 110,00
PARTECIPANTI E REQUISITI: max 15. Il seminario è aperto a tutti.
SEDE DEL SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano.

________________________________________________________________


SEMINARIO DI RECITAZIONE:
"Il personaggio sa. L'attore ascolta"
condotto da LUCA STETUR

Cosa succederebbe se mentre il personaggio è in scena l'attore lo
aspettasse in camerino? Da questa provocazione nasce un' ipotesi di
lavoro che deresponsabilizza l'attore dal far agire il personaggio, con
l'ingombrante bagaglio delle proprie domande cerebrali e dei suoi
problemi creativi. Perché, in fondo, il personaggio sa bene cosa fare, in
modo coerente ed organico; conosce meglio di chiunque altro le
circostanze in cui si trova ad agire. Questo approccio prevede che
l'attore paradossalmente si defili durante il processo di creazione,
lasciando spazio ad una ricerca in divenire, dove intuizioni ed
esperienza della scena fanno in modo che da presunte risposte nascano
sempre nuove domande.

LUCA STETUR si forma con alcuni fra i più interessanti maestri della scena
contemporanea, tra i quali Claudio Morganti e Claudio Orlandini. Da anni
conduce una personale ricerca sul linguaggio dell'attore, attraverso la
didattica e l'esperienza della scena, con una particolare attenzione
all'improvvisazione.
Nel 1999 fonda la scuola di recitazione Campo Teatrale, uno dei punti di
riferimento per la formazione teatrale a Milano. Parallelamente continua
la professione di attore: Quisciotte (prod. Comteatro, regia C.Orlandini)
e più recentemente Il pigiama di Macbeth (prod. Campo Teatrale), e
Waiting long (prod. Alkestis, Politeama, Laboratorio Nove), felice
espressione del sodalizio che si è avviato con Claudio Morganti.
Dal 2003 ha assunto la direzione artistica del Teatro Guanella di Milano.
Nel 2004 entra a far parte dell'Osservatorio Critico che si occupa della
selezione dei progetti in concorso per i premi "Scenario" ed "Ustica per
il Teatro".


QUANDO: Da venerdi 7 a domenica 9 Luglio 2006.
ORARIO: Venerdi 7 dalle 19:00 alle 23:00, sabato 8 e domenica 9, dalle
15:00 alle 19:00. Tot. 12 ore.
COSTO: € 120,00
PARTECIPANTI E REQUISITI: max 15. E' necessario almeno 1 anno di
formazione attorale.
MATERIALI: E' consigliata la preparazione di un monologo tratto da un
testo teatrale, della durata massima di 2 minuti.
SEDE DEL SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano.


________________________________________________________________


SEMINARIO DI RECITAZIONE:
"Tempo e ritmo"
condotto da CLAUDIO MORGANTI

Se alla fine di un laboratorio è prevista una dimostrazione di lavoro, lo
si dovrebbe chiamare "prove". Se durante un laboratorio si applicano
metodologie di insegnamento, lo si dovrebbe chiamare "scuola".
Ma "laboratorio" è qualcosa di diverso e più piccolo e dunque più
prezioso, è occasione privilegiata di incontro tra i partecipanti,
incontro in campo non definibile.
Dove si può dire o ascoltare, tentar di fare o cercar di vedere, parlare
delle cose e del loro contrario. Riprodurre, cioè, con parole e fatti ciò
che il teatro è negli atti : "analogia", lasciando finalmente la
formuletta "metafora della vita" all'unico settore degno di porgerla: lo
sport. Il teatro è arte e l'arte è un'altra cosa, vive di vita propria
con o senza la presenza degli artisti. Ciò che per tutto il resto vale,
non vale per il laboratorio.
Ogni qualvolta si avverte l'accattivante (in quanto cattivo) odore di una
"regola" significa che il laboratorio è stato tradito. Ma le regole sono
dure da abbattere e il laboratorio, per sua morbida natura accetta il
tradimento, provando soltanto una leggera e dolce malinconia.
Sentite? Già si avverte l'odore di una regola: la "scheda di presentazione".
Tant'è
Tenteremo un'indagine intorno alla questione del "ritmo" e del "tempo",
attraverso un confronto tra musica e teatro. Dal solfeggio ritmico al
"movimento".
Non sono necessarie conoscenze musicali di ordine tenico.
Claudio Morganti

CLAUDIO MORGANTI Allievo di Carlo Cecchi, nel 1979 forma con Alfonso
Santagata la compagnia Santagata-Morganti, di cui ricordiamo ancora
Katzenmacher, Büchner mon amour, Kaspar Hauser e la messa in scena de Il
calapranzi di Harold Pinter con la regia dello stesso Cecchi (premio della
critica e premio Ubu). Dal 1993 ha fondato una propria compagnia iniziando
un percorso personale sull'opera di Shakespeare: Studio per il Riccardo
III, Riccardo vs Amleto, Tempeste, La morte di Giulio Cesare, e l'ultimo,
conclusivo allestimento integrale del Riccardo III, per la Biennale di
Venezia 2000. Sempre nel 2000 è stato protagonista dell' Edipo Re, diretto
da Mario Martone per il Teatro di Roma. Negli ultimi anni collabora con la
Compagnia Campo Teatrale di Milano - Il pigiama di Macbeth - e la
compagnia Alkestis di Cagliari - Il bicchiere della staffa, End, L'amara
sorte del servo Gigi, Waiting for, Waiting long.


QUANDO: Da lunedi 10 a venerdi 14 Luglio 2006.
ORARIO: Tutti i giorni dalle 19:00 alle 23:00. Tot. 20 ore.
COSTO: € 190,00
PARTECIPANTI E REQUISITI: PARTECIPANTI: max 15 con selezione. Inviare il
proprio curriculm vitae ENTRO E NON OLTRE MARTEDI 20 GIUGNO all'indirizzo
info@campoteatrale.it.
SEDE DEL SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano.

________________________________________________________________


SEMINARIO SULL'USO DELLA VOCE
"Dare corpo alla voce e voce al corpo"
condotto da CARMEN PIGA

Un viaggio affascinante nel misterioso mondo della voce, dove strumento e
musicista s'incarnano nello stesso corpo. Da qui la fondamentale
correlazione tra il movimento e il suono e la necessità di una grande
conoscenza e percezione di sé per riportare la voce alla sua dimensione
fisica. Potente energia, spesso latente, può essere risvegliata
abbattendo il muro creato dalle nostre inibizioni, da idee precostituite,
da una limitata immagine di sé dando così voce al corpo e all'anima. Si
osserverà il seguente programma:
• Esercizi di rilassamento, respirazione, visualizzazione.
• Studio dell'emissione corretta del suono, delle risonanze attraverso
la conoscenza dell'apparato fonatorio.
• Impostazione delle vocali, vocalizzi e direzioni della voce.
• Studio dei suoni naturali e dei suoni "sporchi", analisi delle
timbriche vocali.
• Riscaldamento fisico e vocale, sinergia corpo-voce.
• La voce e i sette chakra, la voce come risonanza nel proprio corpo e
nello spazio.
• Sensibilizzazione all'ascolto di sé, degli altri e dello spazio.
• Improvvisazioni individuali e collettive, prove tecniche su testo
dando libero sfogo alle emozioni.


CARMEN PIGA si diploma attrice nel 1991 e da allora lavora in diversi
spettacoli di prosa e teatro musicale in qualit&agarve; di attrice e
assistente alla regia, con diverse (Teatro del Battito, Ca.No.Ra,
Itineraria, Fegato Teatro, Teatro Franco Parenti). Con lo spettacolo "Voci
dalla Shoah" (anche trasmesso in diretta su Radio Popolare) replica dal
1996 in tutta Italia. Dal 1992 insegna recitazione, video-acting e
impostazione vocale e uso della voce in molte scuole milanesi (Acting
Center, L.I.I.T., Campo Teatrale, M.A.S) ed è la coach-acting di molti
personaggi della radio e della tv (Roberta Capua, DJ di Radio 105 etc.).
Dal 1997 canta nel coro della Civica Scuola di Jazz di Milano, diretto da
Francesca Oliveri. E' la voce ufficiale di Radio Reporter e lavora
stabilmente come speaker tele-radiofonico in programmi e spot e ha varie
esperienze di attrice in produzioni cine-televisive e cortometraggi. Da
anni segue un percorso di ricerca personale sui due canali espressivi
dell'attore (corpo e voce), sulla loro interazione e sugli effetti
positivi che un corretto e consapevole uso di queste energie porta nella
vita quotidiana di qualunque persona.


QUANDO: Da venerdi 14 a domenica 16 Luglio 2006.
ORARIO: Venerdi 14 dalle 20:00 alle 23:00; sabato 15 e domenica 16 dalle
13:30 alle 20:00 con mezz'ora di pausa. Tot. 15 ore.
COSTO: € 120,00
PARTECIPANTI E REQUISITI: max 15. Il seminario è aperto a tutti.
MATERIALI: Ogni partecipante dovr&agarve; portare un breve testo a sua
scelta: una pagina di romanzo, una canzone, un monologo.
SEDE DEL SEMINARIO: Campo Teatrale, Via Roggia Scagna 7 - Milano.



Per informazioni e iscrizioni:
CAMPO TEATRALE
Sede di Milano: Tel. e Fax 02/26.11.31.33
Via Roggia Scagna, 7 - 20127 Milano
email: info@campoteatrale.it
www.campoteatrale.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl