Teatro in cortile V° edizione [dal 9 al 17 settembre '06-comunicato stampa]

04/set/2006 18.20.00 Residui Teatro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

                                                                              

Assessorato

Politiche culturali

Dipartimento Cultura

Ufficio Spettacolo

 

 

 

Teatrinmovimento

 

Il cortile è un luogo di passaggi, di incontri, di scontri…

 un luogo teatrale, con delle “uscite” e delle “entrate”…

dove si recita il teatro della vita quotidiana…

con i suoi protagonisti e le sue comparse…

è un luogo di transito, di trasformazione, di metafora…

dove si esercita la socialità…

 

 

TEATRO IN CORTILE  

 

 

Teatro in Cortile giunge alla V° edizione: una lunga storia che nasce dalla libera aggregazione di alcuni artisti per andare incontro alla gente lì dove il teatro non c’è. E’ un teatro che vuole ridare un volto ai luoghi e alle persone, dai tratti originali, grazie soprattutto alla confluenza di esperienze artistiche differenti: il Naufragarmedolce, Residui Teatro , Gruppo Taiko, Endaxi, Ygramul LeMilleMolte, Compagnia delle Storie. Lo scopo è quello di recuperare il rapporto tra attore e spettatore dentro spazi inconsueti, costruire piccoli eventi dentro quartieri in cui cresce la storia della città, spazi pieni di suggestioni, ricchi di memoria e di vissuti quotidiani, perché si può fare Teatro ovunque. Teatro in Cortile si rinnova e propone per la prima volta uno spettacolo a scrittura collettiva, avvalendosi della partecipazione di attori delle diverse compagnie della rete TeatrInMovimento. Dalla fusione ed integrazione di linguaggi artistici diversi - a livello teatrale, musicale e scenografico - nasce lo spettacolo itinerante “Uccelli Rapsodici”, in forma di parata musicale. Contaminazioni ritmico-musicali e arte del riciclo sono lo stimolo poetico del gruppo. Ogni giornata della rassegna è aperta dalla parata che si dipana lungo le strade principali del quartiere e si conclude, inframmezzata da brevi monologhi teatrali originali, nel cortile prescelto. In ogni cortile sarà rappresentato uno spettacolo a cura di una delle compagnie che animano la rassegna e sarà dato spazio alle performance create con gli abitanti del luogo. I quartieri coinvolti in questa edizione sono: Pigneto, San Basilio/San Cleto, Decima.

La manifestazione é realizzata con il sostegno del Comune di Roma, Assessorato

alle Politiche Culturali, Dipartimento Cultura, Ufficio Spettacolo

 

UFFICIO STAMPA:

Antonella D'Ascenzi

Tel. 3478138069 - info@residuiteatro.it

 

 

PROGRAMMA

 

Sabato 9 settembre '06

V° Municipio: San Cleto - Teatro Ygramul  via N.M. Nicolai, 14 ore 22

 

“UNA NOTTE BIANCA IN CORTILE…”

 

Ore 16,30: TEATRINMOVIMENTO - parata spettacolo Uccelli rapsodici - partenza in Via Recanati, arrivo al Teatro Ygramul - Via N.M. Nicolai, 14   

Ore 18,00: GRUPPO Taiko TAMBURI GIAPPONESI - Taiko no koe

Ore 18,15: YGRAMUL LE MILLEMOLTE - Racconti dell’antica foresta

Ore 19,15: RESIDUI TEATRO - Racconti dal Mondo

Ore 20,30: IL NAUFRAGAMEDOLCE - Pane e Olio

Ore 21,30: Cena

Ore 22,30: IL NAUFRAGAMEDOLCE - I fili di Penelope

Ore 23,00: ENDAXI - FourForTu

Ore 24,00: TEATRO YGRAMUL - Versi tribellini

 

Venerdì 15 settembre '06

XII° Municipio: giardini di V.le C. Sabatini: ore 17

 

TEATRINMOVIMENTO - PARATA - Uccelli rapsodici

ENDAXI - Spettacolo di magia

 

 

Sabato 16 settembre '06

V° Municipio: Viale Recanati - Via Casal di San Basilio: ore 17

 

TEATRINMOVIMENTO - PARATA - Uccelli rapsodici

YGRAMUL - Favole tribali

 

Domenica 17 settembre '06

VI° Municipio: Isola pedonale di Via del Pigneto: ore 17

 

TEATRINMOVIMENTO - PARATA - Uccelli rapsodici

IL NAUFRAGAMEDOLCE - Pane e Olio

RESIDUI Teatro - Racconti dal Mondo

 

 

INGRESSO LIBERO

 

 

Informazioni

 0664800215/335.6077284

e-mail: info@residuiteatro.it/

info@ilnaufragarmedolce.it

 

www.ilnaufragarmedolce.it

www.residuiteatro.it

 

Teatro Ygramul Via N.M.Nicolai, 14

 www.ygramul.net

 

                                            

 

SCHEDE SPETTACOLI

 

Pane e Olio

Storie con tutto un altro sapore

Testi di Chiara Casarico con inserti tratti dall'archivio diaristico di Pieve S. Stefano (AR)

Con Chiara Casarico, Giovanna Conforto, Rita Superbi. (Il Naufragarmedolce)

 

Pane e Olio è uno spettacolo di racconti e suggestioni. Attraverso un intersecarsi di volti, luoghi e situazioni, si giunge alla condivisione del cibo più semplice della nostra tradizione: pane, olio, origano e sale. Il tutto condito dal racconto di storie vere, storie vissute, legate al cibo, al lavoro, alle condizioni di vita tanto diverse da parte a parte del pianeta terra, con una particolare "tirata d'orecchie" sugli OGM.

Tre attrici di provenienza diversa: la Facoltà di Lettere e il Circo a Vapore, l’Accademia d’Arte Drammatica e Corsetti, l’Abraxa teatro e le Percussioni giapponesi, reinterpretano questo spettacolo creato dal Naufragarmedolce alla fine del 2001 in collaborazione con l'Associazione Equoconsumo per il Comune di Roma (Assessorato alle Politiche per la Periferia, per lo Sviluppo locale, il Lavoro) in occasione della "Festa dell'Altra Economia".

 

 

Racconti dal Mondo

di e con Viviana Bovino

Regia: Gregorio Amicuzi (RESIDUI TEATRO)

 

Racconti dal Mondo è un viaggio che parte dalla tradizione affabulatoria italiana: da lì corre a ritroso nel tempo, verso i racconti delle tribù Huicholes del Messico, poi raggiunge le montagne della regione di Madriz in Nicaragua e scivola tra le tende della comunità Saharawi in Algeria, per finire sotto un grande carrubo, lì dove una zia, nei caldi pomeriggi dell’estate pugliese, raccontava le avventure di personaggi dai nomi strani.

Ciò che accomuna queste storie è la possibilità d’incantare i bambini di qualsiasi parte del mondo, unita al potere di suscitare stati d’animo che sono profondi e squisitamente personali. La fiaba è un fenomeno culturale, i suoi contenuti fantastici non sono solo un piacevole passatempo per i più piccoli, ma hanno le radici nella realtà psichica e storica più profonda dell’uomo e, per questo, sono l’occasione per capire altri modi di vivere, spazialmente lontani da noi. Racconti dal Mondo sperimenta la condivisione interculturale dell’immaginario creativo tra i bambini attraverso le favole e tutte le sfumature della cultura dalla quale personaggi e storie hanno preso vita.

Questo spettacolo nasce dalla ricerca di RESIDUI TEATRO portata avanti durante i progetti di cooperazione internazionali, dal Centro America all’Africa.

Racconti dal mondo è la prova che qualcosa di magico si può fare conoscendo e raccontando le situazioni dei popoli, riconoscendo l’unicità dell’uomo, prima di guardare le differenze tra i popoli.

La fiaba assorbe qualcosa dal luogo in cui è narrata: un paesaggio, un costume, una moralità o solo un vaghissimo accento o sapore di quel luogo e di quella gente che con orecchio teso ascolta ammutolita.

 

 

I RACCONTI DELL'ANTICA FORESTA
interpreti: Monica Crotti, Massimo Cusato, Paolo Parente, Chiara Visca
musicisti: Silvano Magnone, Daniele Pittacci
direzione Patafisica: Vania Castelfranchi (TEATRO YGRAMUL)

Spettacolo di Teatro di narrazione con tecnica mista, nella fusione di immagini videoproiettate, musiche dal vivo, danze e teatro d'attore con letture e momenti di narrazione. Narrazione di un viaggio, condotto dai componenti del Gruppo Ygramul, in Brasile, nelle riserve del popolo indigeno dei Guaranì Kaiowà. La saggezza e l'antichità di questa tribù indigena viene raccontata attraverso una partecipazione attiva del pubblico, mostrando la storia, le fiabe, i canti e le danze. Le immagini delle riserve, i suoni della lingua indigena e gli oggetti di artigianato, conducono in una reale atmosfera di 'baratto'
culturale, l'incontro con una diversa cultura e religione antica e oramai quasi perdute.


FAVOLE TRIBALI
interpreti: Monica Crotti, Massimo Cusato, Paolo Parente Daniele Pittacci,
Antonio Sinisi, Chiara Visca
musicisti: Silvano Magnone, Daniele Pittacci
direzione Patafisica: Vania Castelfranchi (TEATRO YGRAMUL)


Spettacolo complesso, di interazione tra narrazioni Teatrali, Musica, Immagini, Ascolti e Danze provenienti dal Brasile, dall'Amazzonia e dal Malawi. Narrazione dei viaggi, condotti dai componenti del Gruppo Ygramul LeMilleMolte, in Africa, nel Malawi, nei villaggi del popolo indigeno dei Cewa e Yaho, nelle riserve degli indigeni Guaranì Kaiowa nel Mato Grosso del Sud e in Amazzonia tra i Saterè Mawe. La saggezza e l'antichità di questi popoli viene raccontata attraverso una partecipazione attiva del pubblico, mostrando la storia, le fiabe, i canti, le danze e molte immagini, con i suoni delle varie lingue indigene.


VERSI TRIBELLINI
affabulanti: Massimo Cusato, Antonio Sinisi
musicanti: Silvano Magnone, Daniele Pittacci (TEATRO YGRAMUL)

Passeggiata romanesca di letture e musica, improvvisazioni e freddure basato sull'intreccio drammaturgico, entropico ed aspro, delle favole di Trilussa, dei sonetti del Belli, delle fantasie pirotecniche di Petrolini e dei racconti di vita di Pasolini. Con ironia e distacco si incontrano in questa "camminata con i grandi maestri romani" le ipocrisie e le contraddizioni di una società che non sembra cambiare tra un secolo e l'altro...

 

 

4x2 ForForTu

Un’offerta comica da non perdere

con Chiara Casarico, Marco Ceccotti, Stefano Cimei, Federico Clary, Laura Donzella, Alessandra Fonticoli, Federico Galante, Paolo Scannavano (ENDAXI)

 

Esilarante spettacolo comico: otto clown in scena rendono omaggio al famosissimo gruppo catalano Tricicle con sketch liberamente ispirati al repertorio del trio. Un’ora di risate con un bel saggio di clownerie teatrale. Lo spettacolo è rivolto a gente dai tre ai centotre anni.

 

 

Taiko no koe

La voce del tamburo

Percussioniste: Rita Superbi, Ornella Vinti, Aida Raimondi (GRUPPO TAIKO)

 

Si dice che l'O-DAIKO, il grande tamburo giapponese riproponga il suono del battito del cuore ampliandolo e interpretandone accelerazioni, sussulti, rallentamenti: una vibrazione profonda che risuona già nell'aria anticipata dal gesto preparatorio, quasi una danza, del musicista che si accinge a percuotere il tamburo.

Questi spettacoli comprendono musiche e danze che s’ispirano alla tradizione giapponese, ma che vengono arricchite con elementi della cultura occidentale

in un percorso non solo uditivo che, attraverso momenti di particolare impatto visivo, coinvolgeranno il pubblico in modo del tutto inaspettato anche facendolo

partecipare direttamente.

 

Uccelli RapSodici

Ovvero

Rapsodia da cortile di una banda del bidone

Parata-Spettacolo itinerante nei cortili e nelle piazze delle periferie romane che apre la rassegna Teatro in cortile

Con Rita Superbi, Chiara Casarico, Giovanna Conforto, Ignazio Abbatepaolo, Laura Donzella, Paolo Scannavano, Federico Clary, Alessandra Fonticoli, Pasquale Marino, Simone De Pascasio. (Compagnie: Gruppo Taiko, Il Naufragarmedolce, Compagnia delle Storie, Residui Teatro, Endaxi, Teatro Ygramul)

Drammaturgia Ritmico-Musicale: Rita Superbi

Drammaturgia: Chiara Casarico e Giovanna Conforto

Supervisione registica: Marco Solari

Costumi: Cecilia De Rita e Luisa Marchetti

Direzione artistica: Chiara Casarico (Ass. Cult. Il Naufragarmedolce)

 

Dalla fusione ed integrazione di linguaggi artistici diversi - a livello teatrale, musicale e scenografico - nasce lo spettacolo itinerante Uccelli Rapsodici, in forma di parata musicale. Contaminazioni ritmico-musicali e arte del riciclo sono lo stimolo poetico del gruppo. Una decina di improbabili personaggi, uno stormo di uccelli che occhieggiano ad Aristofane, si aggira per le strade cercando un rifugio in una realtà metropolitana sempre più assurda. Ritmi, canzoni, monologhi e duetti, compongono l’ossatura drammaturgia di questo particolare spettacolo nato dalla commistione dei linguaggi.

La parata è concepita come un grande spettacolo itinerante, creato col metodo della scrittura collettiva, con la supervisione registica di Marco Solari e il coordinamento ritmico-musicale di Rita Superbi. I personaggi sono ispirati agli “uccelli” di Aristofane. Ogni giornata della rassegna è aperta dalla parata che si dipana lungo le strade principali del quartiere e si conclude, inframmezzata da brevi monologhi teatrali originali, nel cortile prescelto. In ogni cortile sarà rappresentato uno spettacolo a cura di una delle compagnie che animano la rassegna e sarà dato spazio alle performance create con gli abitanti del luogo.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl