PYCTA al Teatro Vascello

05/set/2006 10.49.00 PYCTA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 PYCTA – SPETTACOLI 2006

WORKSHOP STEREOPLASTICO 2

danza, suono, architettura, motion capture, motion graphics

 

PYCTA

ALTRO - O.CARPENZANO - DiSMUS/IUSM - POOL FACTORY - MUSIC HOUSE -

LA FABBRICA DELL'ATTORE/TEATRO VASCELLO - AURION s.r.l.

 

26, 27, 28, 29, 30 settembre, ore 21.00

1 ottobre, ore 17.00

 

WORKSHOP STEREOPLASTICO 2

 ALTRO - O.CARPENZANO - DiSMUS/IUSM - POOL FACTORY - MUSIC HOUSE -

LA FABBRICA DELL'ATTORE/TEATRO VASCELLO - AURION s.r.l.

 

27, 28, 29 settembre, ore 12.30/17.30

 

TEATRO VASCELLO

Via G. Carini 78 – Roma

 

 

ALTROEQUIPE[1][1] presenta PYCTA, uno spettacolo multimediale che si situa tra le più importanti ricerche internazionali nell’ambito performativo tra la danza, il suono, l’architettura, la cattura digitale del movimento (motion capture) e la sua animazione 3D (motion graphics).

La produzione di complesse forme spettacolari multimediali, come PYCTA, è resa possibile dalla straordinaria convivenza tra l’ambito scientifico e quello creativo degli artisti e dei ricercatori informatici, che costituiscono l’intero sistema operativo di ALTROEQUIPE, sulla scena live del teatro contemporaneo, verso la trasformazione attuale dei processi di formazione e attraverso l’innovazione digitale della comunicazione.

 

PYCTA si origina nello specifico della coreografia di Lucia Latour, per riversarsi in un sistema creativo più ampio, in cui interagiscono il suono di David Barittoni e Maurizio Giri, l’architettura di Orazio Carpenzano, gli interventi della motion capture, di Marco Donati e Mounir Zok, ricercatori del Dipartimento di Scienze del Movimento Umano e dello Sport, DiSMUS - IUSM, diretto da Aurelio Cappozzo, e della motion graphics, con la regia di Flaviano Pizzardi, art director di POOL FACTORY. Le video-proiezioni che caratterizzano lo spazio immersivo di PYCTA sono a cura di Andrea Carfagna, MUSIC HOUSE.

 

Si sottolinea il fatto che il sistema tecnologico costituito dal Motion Capture, VICON Real Time, fornito dal DiSMUS - IUSM in collaborazione con AURION s.r.l., e dal Set Motion Graphics, fornito da POOL FACTORY, interviene sulla scena live di PYCTA in tempo reale; questa opportunità è rara e preziosa nell’ambito della ricerca internazionale, che opera tra le arti performative e l’immaginario digitale.

 

PYCTA, un micromondo stereoplastico.

 

In PYCTA, ci si propone di catturare più corpi danzanti, in un «ambiente reattivo» costituito dalla coreografia, dal suono, dall’architettura, dall’immaginario digitale prodotto dal motion capture e dal motion graphics. Le nove telecamere a raggi infrarossi della stereometria optoelettronica (motion capture) si collocano nello spazio scenico e definiscono un volume di cattura ampio che coincide con una parte importante della scena performativa.

Lo spettacolo si muove verso le proposte scientifiche attuali e attraverso l’immaginario digitale offre inedite «modellazioni» tra la materia reale e quella simulata, nella direzione specifica della «teoria dell’emergenza», applicata ai processi della «nuova robotica» e nella «vita artificiale».

La danza è la materia vivente che convive con il suo passaggio in digitale (dematerializzazione) e il sistema di «cattura» (motion capture) e di trasfigurazione (motion graphics) sono parte integrante del programma coreografico e del sistema spaziale.

I corpi inerti e le forze vive si situano nello spazio stereoplastico della scena, camera Pycta e predispongono gli autori e gli spettatori alla comune immersione multipercettiva, proposta dalla diverse cinetiche che i corpi vivi e quelli digitali mettono in campo.  

Da tempo si operano esercizi di fusione tra le discipline, in PYCTA sono i performer del digitale che in «tempo reale» catturano la danza fluida e la mutano in frammentazioni solide di coreografia digitale, oppure in spazi fluenti di architettura viva.

Contrariamente al cinema dove al pubblico si propongono gli effetti speciali, ottenuti con simili tecnologie ma senza altre possibilità cognitive degli strumenti utilizzati, lo spettacolo PYCTA mette a diretto contatto con il pubblico sia il processo informatico della cattura del movimento dei performer, che gli effetti speciali ottenuti dalla sua animazione 3D. Questa preziosa opportunità, oltre a rendere l’iniziativa ad alto livello educativo, allarga la sua comunicazione ad un più vasto pubblico, che il progressivo diffondersi della cultura informatica ha avvicinato alle tecnologie digitali.

Lo spettacolo è stato proposto nel 2005, in una prima fase sperimentale, nella quale la complessità del sistema tecnologico veniva esplorato per step operativi «semplificati»,  rivolti soprattutto all’interazione della cattura del movimento con gli altri corpi performativi. Nel 2006, dopo un anno di alto approfondimento tecnologico e creativo, che ha permesso un’importante connessione tra la cattura del movimento ed il suono, PYCTA conclude la sua produzione, e si presenta nella forma definitiva, dal 26 settembre al 1 ottobre, al Teatro Vascello di Roma.

ALTROEQUIPE sarà presente, in dicembre 2006, con la ricerca di PYCTA, al MONACO DANCE FORUM, Monaco di Montecarlo.

LA FABBRICA DELL'ATTORE/TEATRO VASCELLO ha sostenuto in modo prezioso la ricerca di ALTROEQUIPE offrendo la scena del Teatro Vascello, in piena efficienza e per tempi utili alla verifica.

  

WORKSHOP STEREOPLASTICO 2

Sulla scena di PYCTA, il 27, 28, 29 settembre, dalle ore 13.00 alle ore17.00, al Teatro Vascello, Via G. Carini 78, Roma, si propone un workshop che si basa sul processo interattivo tra la danza, il suono, l’architettura, la cattura del movimento con il motion capture VICON Real Time e l’animazione 3D con MAYA Alias. Si utilizzano le strumentazioni di alto livello tecnologico, messe a disposizione dal DiSMUS – IUSM, in collaborazione con AURION s.r.l , nell’ambito formativo dell’iniziativa di ALTROEQUIPE.

Il workshop è diretto da Lucia Latour e Orazio Carpenzano, con la partecipazione di Aurelio Cappozzo, Direttore del DiSMUS/IUSM, di David Barittoni e Maurizio Giri, per il suono, Marco Donati e Mounir Zok (DiSMUS/IUSM), per il Motion Capture VICON - Real Time, Flaviano Pizzardi per il Motion Graphics  -MAYA  Alias (POOL FACTORY). E' prevista la presenza degli artisti, dei ricercatori e dei tecnici che a vario titolo costituiscono le componenti della ricerca in PYCTA.

In particolare l’evento è rivolto agli studenti universitari delle Facoltà di Architettura, Arti dello Spettacolo, Scienze della Comunicazione e Scienze Artistiche, Filosofia, oltre a quelle istituzioni di Alta Formazione, quali l’Accademia Nazionale di Danza, Accademie d’Arte, Accademie d’Arte Drammatica, Istituti Universitari delle Scienze Motorie.

Il workshop è aperto ai professionisti, in specifico a quelli che operano negli ambiti delle arti performative, dell’architettura, della motion capture e della motion graphics.

Le Istituzioni sostenitrici sono in via di definizione.

 

Locandina

 

PYCTA

produzione 2006: ALTRO – O. CARPENZANO – DiSMUS/IUSM - POOL FACTORY - MUSIC HOUSE - LA FABBRICA DELL'ATTORE/TEATRO VASCELLO – AURION s.r.l.

sistema motion capture : VICON Real Time.

fornitura sistema motion capture: AURION s.r.l. – DiSMUS/IUSM

durata: 70 min.

coreografia: Lucia Latour

architettura: Orazio Carpenzano

musica elettronica live/motion capture: David Barittoni, Maurizio Giri

art director motion graphics: Flaviano Pizzardi / POOL FACTORY

motion capture live: Marco Donati, Mounir Zok /DiSMUS - IUSM

consulenti motion capture: Dario Bettinelli, Daniela Vorazzo / AURION s.r.l.

danzatori: Barbara Autiero, Marta Capitani, Pamela Caschetto, Sara Filipponi, Luna Paese,

Miranda Secondari, Simona Zaccagno

operatore motion graphics: Daniele Zacchi / POOL FACTORY

video-proiezioni: Andrea Carfagna / MUSIC HOUSE

luci: LoÑ-c Hamelin

materiali di scena: ALTRO

costruizone del prototipo di architettura: Alessandra Di Giacomo

amministrazione e direttore di scena: Luana Piermarini

assistente di scena: Tiziana Amicuzi

foto: Massimiliano Botticelli

website e multimedia CD: Alessandro Uliana

video: Stefano Alegnini, Roberto Carotenuto

organizzazione e ufficio stampa: Diletta Simotti

 

Biglietti: intero €12, ridotto € 8, studenti € 5

 

INFO SPETTACOLI:

Circolo d’Arte e Cultura ALTRO,  Tel./Fax 06 6875967,  altroteatro@katamail.com,  www.altroteatro.it

Teatro VASCELLO, Via G. Carini 78, Roma, Tel. 06 5881021,  promozione@teatrovascello.it,  www.teatrovascello.it

 

INFO WORKSHOP:

Diletta Simotti  Tel./Fax 06 6875967 cell.3477972161  altroteatro@katamail.com,  www.altroteatro.it


 

 



[1][1] ALTROEQUIPE è un organismo multimediale formato dagli artisti del Gruppo ALTRO, direzione artistica Lucia Latour, dall’architetto Orazio Carpenzano, docente presso il DAAC - Università degli Studi di Roma LA SAPIENZA, da Marco Donati e Mounir Zok, ricercatori del DiSMUS/IUSM, da Flaviano Pizzardi, creative director di POOL FACTORY, da Andrea Carfagna, regia video di  MUSIC HOUSE, dalla società AURION s.r.l per la consulenza e la strumentazione motion capture VICON - Real Time. 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl