Invito danza al vascello

Si parla di prima tappa perchè pace e guerra sono argomenti ampi e complessi da poter affrontare in un solo spettacolo; un percorso che procede attraverso queste tematiche osservandole sotto vari punti di vista e mettendone in evidenza sfaccettature e aspetti più diversi."Cieli Sgangherati" è un tentativo di indagine e di analisi che partendo dalle proprie più intime guerre e momenti di pace, arrivi ad interrogarsi sulla confusione di un mondo che sembra non avere fine e fini.

04/ott/2006 14.10.00 Teatro Vascello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
                        Il Teatro Vascello è lieto di invitarvi allo spettacolo

Cieli Sgangherati presentando questa e.mail al botteghino del teatro Vascello o rispondendo a questa e.mail, o telefonando allo 06 5881021 avrete diritto ad un biglietto omaggio ed uno intero.

Vi Aspettiamo !!!

 

DANZA CONTEMPORANEA 2006

 

TEATRO VASCELLO 3-4 ottobre ore 21

Compagnia XE

Cieli Sgangherati

Ideazione, progetto e interpretazione di Julie Ann Anzilotti

musiche Fatima Miranda, Kronos Quartet, Meredith Monk

con Gabriele Giotti, Francesco Margarolo, Simonetta Ottone, Luca Privitera, Mary e Angelica Santagata. 

Produzione Compagnia Xe, Regione Toscana, Comune di San Casciano Val di Pesa

Con il patrocinio della Provincia di Firenze.

 

Lo spettacolo ha debuttato a Gennaio 2005 presso il Teatro Comunale Niccolini di San Casciano Val di Pesa (FI) ed è la prima tappa di un progetto triennale "Sulla Pace e sulla Guerra" . Si parla di prima tappa perchè pace e guerra sono argomenti ampi e complessi da poter affrontare in un solo spettacolo; un percorso che procede attraverso queste tematiche osservandole sotto vari punti di vista e mettendone in evidenza sfaccettature e aspetti più diversi.

"Cieli Sgangherati" è un tentativo di indagine e di analisi che partendo dalle proprie più intime guerre e momenti di pace, arrivi ad interrogarsi sulla confusione di un mondo che sembra non avere fine e fini. Si rivelano le paure, la rabbia, ma anche la speranza di una pace portata dal sorriso dei bambini e dalla gioia della gioventù. Lo spettacolo conferma la continua e precisa attenzione del lavoro di ricerca della coreografa Julie Ann Anzilotti, attraverso l'espressività scenica del teatro e della danza insieme, eliminando il linguaggio verbale per dar "voce" al movimento, alla composizione delle figure , alla musica.

Durata : 55'

 

 Note della compagnia:

 “Serpeggia nel teatro di danza italiano una certa tensione a restituire il disagio epocale, l'inquietudine per le guerre vaganti, l'incertezza del futuro. E' una ricerca che si allinea a quella europea, da tempo segnata da un neorealismo volutamente contraffatto, come in  Forgeries, Love and Other Matters di Meg Stuart e Benoit Lachambre : esempio eclatante di informale resistenza alla retorica del quotidiano. Segnalabile, proprio fra questi bozzetti informali, Cieli Sgangherati di e con Julie Ann Anzilotti, è una performance "sulla guerra e sulla pace" [......] Dentro l'elegante scena imbandita da Tiziana Draghi con vetri rotti, brocche e qualche oggetto funzionale, un triangolo alto e brunito accoglie subito il corpo della performer, infagottato, a protezione di due altri corpi infantili che presto fuggono via. [...]Tra  altre immagini di pace infranta e di guerra senza un contesto, il momento clou è una conferenza su un argomento che si immagina di capitale importanza. Il flash viene restituito con una micro.-coreografia fatta di larghi e stereotipati sorrisi, di gesti che riordianano su di un tavolo carte, microfoni e da un tossicchiare gaudente e giulivo che dice della muta insensatezza universale più di mille parole. Prima di questa pausa esilarante quanto tragica, volti di bimbi nella guerra che vengono inghiottiti in un intenso video in bianco e nero. Ma un magico effetto, come di inchiostro colato, fagocita, nel triangolo della scena, anche la conferenziera. Poi si torna a danzare infantilmente, assurdamente, sullo sfondo di una scritta che dice "tutto è vanità". [.....] L'ossimoro è di casa in questo spazio in cui la pace e la guerra si elidono e in cui la normalità è anche tradita da una piccola schiera di giovani e bambini ingabbiati nei loro walkie-talkie e incuranti della raffica di mitragliatrice letale [...] per la protagonista. Lo spettacolo del 2004 ha  meritato diverse segnalazioni come miglior produzione dell'anno,[....] Cieli Sgangherati mantiene l'esprit misterioso e visionario dell'artista tosco-americana (giunta ai vent'anni di attività con una mostra video-fotografica). Ma grazie ad un impalpabile "fil rouge" aggrega i cieli evocati di un qui e di un altrove sconvolti, e con insolita semplicità lancia il suo messaggio al pubblico.

 

 

Teatro Vascello - Via Giacinto Carini 78 - Roma

Info 06 5881021 www.teatrovascello.it

Posto unico € 15.00- ridotto € 10.00

Come raggiungerci:
Il teatro Vascello si trova in Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio (Roma) sopra a Trastevere, vicino al Granicolo.
Con mezzi privati: Parcheggio per automobili: lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro.
Con mezzi pubblici: autobus 75 si ferma proprio davanti al teatro Vascello e si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure il 44, il 710 e l'871, 870

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl