Il Festival della Commedia Antica compie 5 anni e lo fa iniziando con Peppe Barra

22/lug/2014 12.30.58 dora carapellese Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Madre incestuosa, fidanzata vittima e madre barbara sono le donne che saranno portate in scena, completano il quadro le performance musicali dei suoni etruschi ritrovati e le sonorità mediterranee del mandolo

 

Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” - via Porrettana Sud 13 - Marzabotto (Bologna)

 

Marzabotto. Quinto compleanno per il Festival della Commedia Antica che passerà le prossime serate nello splendido parco archeologico di Marzabotto, unico in Italia per interesse storico.

Aprirà il sipario Peppe Barra con la reinterpretazione del monologo di Alberto Savinio: Emma B. Vedova Giocasta. Il celebre ed eclettico Peppe, figlio d’arte con molteplici attitudini che lo hanno reso musicista e cantante, brillante attore teatrale e cinematografico, nonché autore divertente e malinconico.

Lo spettacolo di Barra sarà una prima ed unica data in Italia e lo ha preparato in esclusiva per il Festival della Commedia Antica. Simonetta Monesi, direttore artistico della rassegna ha proposto a Barra il monologo benché abbia come protagonista una donna. Il rapporto speciale di Barra con sua madre, prima maestra di vita e di arte, gli conferisce naturalmente una sensibilità particolare adatta a questo spettacolo. Barra rappresenterà in modo originale l’alternarsi dei personaggi madre e figlio e sarà accompagnato dai musicisti Paolo Del Vecchio e Luca Urciolo; non mancherà di cantare i pezzi che lui stesso ha composto per sua madre.

Il filo conduttore del Festival è la tragedia della figura femminile che si ripete, ma con modalità differenti, anche nella Medea di Euripide con Pamela Villoresi, grande interprete del teatro italiano. A metà fra i classici del teatro e le commedie italiane, Villoresi ha dato vita a moltissimi personaggi. Misteriosa e segreta. Sono queste le parole che danno conto del suo lavoro a teatro, rivelando in ogni ruolo un nuovo lato e un'interpretazione particolare.  In Medea vivrà il dramma di una donna tradita che soddisfa la sua sete di vendetta sottraendo i suoi stessi figli al padre, uccidendoli.

Edoardo Siravo  e Marco Simeoli in Miles Gloriosus di Plauto, una storia che vede la bella Filocomasia come oggetto del desiderio di due uomini. Uno in particolare la rapisce solo per soddisfare il suo orgoglio di maschio predatore. Lo spettacolo di Siravo ha un percorso importante nei grandi teatri antichi italiani e il 3 agosto verrà tra gli Appennini bolognesi.

E’ proprio nei pressi di Marzabotto, sull’Appennino, che finisce il continente europeo e inizia la penisola mediterranea.  Il Festival ha portato il Mediterraneo nell’ultimo avamposto del continente con i due spettacoli che completano la rassegna: La Musica Perduta degli Etruschi e Citarella / Palmas in duo. Le esibizioni si intrecciano con la rassegna musicale Infrasuoni diretta da Claudio Carboni.

La prima è una performance originale, spettacolo/intervista di due esperti, 
intervallata da brani musicali e letture di testi antichi: protagonisti uno dei più noti jazzisti italiani, il sassofonista Stefano Cocco
 Cantini e l’archeologa Simona Rafanelli, direttrice del museo archeologico di Vetulonia.  Nella seconda performance Nando Citarella,  musicista, attore e studioso delle tradizioni popolari e teatrali e Mauro Palmas,  chitarrista, compositore e musicologo sardo, daranno vita a un viaggio nelle sonorità mediterranee e nel canto d’amore.

Intorno al Festival

Dopo il successo del teatro di paglia quest’anno si fa il bis. Nei prossimi giorni verrà allestito il teatro di paglia. Il Festival della Commedia Antica fa parte ufficialmente della rete dei teatri di paglia: un progetto partito nel lontano 2003 dalla Toscana e che oggi si è allargato a macchia d’olio in tutta Italia.

La forza del Festival è nelle più di 200 persone coinvolte tra volontari e addetti ai lavori. Un contributo che lievita di anno in anno e che concorre a far crescere l’esperienza offerta al pubblico di queste serate.

Dalle 19,00 alle 24,00 il pubblico entra in un’altra dimensione a partire dalle visite guidate gratuite diversificate per tema a seconda dei giorni che precederanno gli spettacoli a cura della direzione del museo e che comprenderanno anche la necropoli nord (questa su prenotazione normalmente chiusa al pubblico).

La Galleria d’arte Stefano Forni di Bologna ha prestato al Festival l’opera Volatili apparenze di Luca Freschi, artista contemporaneo, che sarà visibile all’interno del museo archeologico per tutta la durata del Festival.

Dopo la visita guidata i vari ristoratori del territorio si esibiranno con le loro succulente specialità che in questi anni hanno riscosso un notevole successo. Saranno loro ad offrire il 17 luglio il brindisi inaugurale della rassegna.

Dunque, cultura, spettacolo e gastronomie locali in una unica formula: Festival della Commedia Antica

Promotori e partner

Promotore del Festival è il Comune di Marzabotto, che ha sempre creduto nella sfida di portare al grande pubblico produzioni originali e apparentemente non facili. In collaborazione con: il Settore Turismo e Cultura, Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Bologna, il Parco Storico Naturalistico di Monte Sole, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia- Romagna e la Direzione Regionale per i Beni Artistici e Culturali. Tra i partner la Fondazione del Monte e Carisbo.

Per informazioni e prenotazioni: Biblioteca tel. 051 932907 - e-mail: biblio@comune.marzabotto.bo.it - cell. 340 1841931- www.comune.marzabotto.bo.it, www.infrasuoni.com

Siamo su facebook alla pagina Festival Della Commedia Antica e su Blog spot http://festivaldellacommediaantica.blogspot.it/

Di seguito la scaletta degli eventi:

gio 17 LUGLIO - ore 21.00, Teatro di paglia

PEPPE BARRA

EMMA B. VEDOVA GIOCASTA di Alberto Savinio

ore 20.00 brindisi inaugurale del Festival a cura dei ristoratori di questa edizione

 

ven 18 LUGLIO - ore 21.00, Necropoli est

LA MUSICA PERDUTA DEGLI ETRUSCHI

Simona Rafanelli e Stefano Cocco Cantini

ore 20.00 happy hour a cura di Agriturismo Ca’ di Malfolle - 333.2385812 (euro 8)

 

mer 23 LUGLIO - ore 21.00, Teatro di paglia

PAMELA VILLORESI

MEDEA di Euripide

Produzione Artè Stabile di Innovazione - Regia Maurizio Panici

ore 20 happy hour a cura di Azienda Agricola La casetta - 338.3117869 (euro 8)

 

gio 31 LUGLIO - ore 21.00, Necropoli est

CITARELLA E PALMAS IN DUO

ore 20 happy hour a cura di Agriturismo La Quercia - 392.1719994 (euro 8)

 

dom 3 AGOSTO - ore 21.00, Teatro di paglia

EDOARDO SIRAVO e MARCO SIMEOLI

MILES GLORIOSUS di Plauto

Produzione Teatro dei due mari

Regia di Alvaro Piccardi, traduzione di Filippo Amoroso

ore 20 happy hour a cura di Trattoria Enoteca Barsotti - 347.8606747 (euro 8)

 

Abbonamento ai 5 spettacoli euro 40

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl