"anima e corpo" sala due Teatro Vascello

01/gen/2007 19.56.00 Teatro Vascello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il Teatro Vascello sala due

presenta :

2 - 7 gennaio 2007 dal martedì al sabato ore 21.30 - domenica ore 17.30
prezzo unico:10,00 euro posto unico Info 065881021 www.teatrovascello.it




Anima e Corpo ( elogio della follia )



Tragicommedia in un atto e unica scena
Spettacolo scritto, diretto e interpretato da Dario Ferrari e Nina
Lombardino
Compagnia Teatrale Darianton - Liberiteatri (teatro 30)
A un certo punto non serve che cali il sipario. Perché non serve il sipario
e non serve altra macchina scenica se non la macchina dell'attore - come
diceva Carmelo Bene - con la sua potenza estetica e forma scenica. Che
distrugge la distanza tra attore e pubblico costruendo, nel rincorrersi dei
significati, l'abisso, il complicato invisibile abisso dell'arte.
Senza sipario e senza altro artificio la compagnia darianton porta in scena
il teatro nudo e puro.
Darianton è un gruppo di teatranti palermitani, un duo di rabbia e dialogo
talvolta rabbioso, altre volte di impazziti sentimenti che si scompongono e
ricompongono nel mosaico della vita.
"Anima e corpo, elogio della follia" è un testo originale che la compagnia
ama mettere in scena in modo e luoghi mai convenzionali come è il
TeatroTrenta, un opificio delle arti nato a Palermo che contiene soltanto 30
spettatori e come nella sala due del Teatro Vascello di Roma che ha una
capienza di 40-50 posti.
Storia di amore, fedeltà e disincanto. Testo che narra e smette di narrare,
che diventa azione e perde il "cadavere orale" della parola detta. Parola
che si spegne nel niente dei progetti, come perduta sulla linea di un
orizzonte inarrivabile.
Urlante e temuta. Sorridente di mani e manie...
" un lavoro interessante, violento e dolce, fresco e potente, quello di
darianton. Capace di diventare ipotesi per lo spettatore. Ipotesi e
costruzione di pensiero, condivisione di destino ed energie. Un lavoro che
racconta di come la vita rende urlanti i pensieri e indicibile il senso. E
invisibile, impossibile da vedere e da decifrare, soprattutto quando lo
sguardo è così vicino, il punto di osservazione sulla vita stessa della
coppia è così vicino e reciproco da non potere più percorrere spazio, da
impedire di vedere. Una storia d'ordinaria follia..."
Antonio Cipriani - http://www.liberiteatri.it/



Come raggiungerci:
Il Teatro Vascello si trova in Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio (Roma)
sopra a Trastevere, vicino al Gianicolo.
Con mezzi privati: Parcheggio per automobili: lungo Via delle Mura
Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro.
Con mezzi pubblici: autobus 75 si ferma proprio davanti al teatro Vascello e
si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure il 44, il
710 e l'871, 870
Treno Metropolitano che si può prendere da Ostienze fermata Stazione 4 venti
in Viale 4 Venti a due passi dal Teatro Vascello



ti vuo cancellare? scrivimi: cristinavascello@virgilio.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl