Comunicato Stampa e foto: spettacolo teatrale "DEAR LUDWIG" di Nicola Costa in scena il 3 E 4 GENNAIO al teatro Piscator di Catania

Distinti saluti, Eleonora Lipuma Assistente Direttore Artistico - Ufficio Stampa e Comunicazione Accademia d'Arte Drammatica "Giovanni Grasso" di Cataniawww.accademiagiovannigrasso.itCONTATTI DIRETTIE-mail: ufficiostampa@accademiagiovannigrasso.it - Cell: 392.0544476 e 347.3554340 segue comunicato COMUNICATO: Nicola Costa interpreta Ludwig van Beethoven "Dear Ludwig" è il titolo dello spettacolo che, alle ore 21:00 di sabato 3 Gennaio, debutterà al Teatro Piscator di Catania (replica domenica 4 con inizio alle ore 18:00) per la rassegna "Scene Contemporanee 2015", organizzata a e prodotta dallo stesso teatro diretto artisticamente da Carmelo Failla.

19/dic/2014 14.08.36 accademia "Giovanni Grasso" di Catania Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Spett.li Redazioni,
Gent.mi Redattori e Corrispondenti,
inoltriamo il presente comunicato a firma di Antonella Di Naso e, in allegato, due foto di scena relative allo spettacolo 
"Dear Ludwig- Sogni, passioni, amori e frustrazioni di L. van Beethoven" 
scritto, diretto ed interpretato da Nicola Costa
in scena sabato 3 Gennaio con inizio alle ore 21:00 e domenica 4 Gennaio con inizio alle ore 18:00
al teatro Piscator di Catania per la rassegna "Scene Contemporanee 2015".
 
Con richiesta di pubblicazione e massima visibilità di pezzo e foto sui siti web redazionali.
Grazie per la preziosa collaborazione.
Distinti saluti, 
Eleonora Lipuma
Assistente Direttore Artistico - Ufficio Stampa e Comunicazione
Accademia d'Arte Drammatica "Giovanni Grasso" di Catania
www.accademiagiovannigrasso.it
CONTATTI DIRETTI
E-mail: ufficiostampa@accademiagiovannigrasso.it Cell: 392.0544476 e 347.3554340
segue comunicato 
COMUNICATO:
Nicola Costa interpreta Ludwig van Beethoven
"Dear Ludwig" è il titolo dello spettacolo che, alle ore 21:00 di sabato 3 Gennaio, debutterà al Teatro Piscator di Catania  (replica domenica 4 con inizio alle ore 18:00) per la rassegna "Scene Contemporanee 2015", organizzata a e prodotta dallo stesso teatro diretto artisticamente da Carmelo Failla. 
Il testo è scritto, diretto ed interpretato dal drammaturgo-regista ed attore catanese Nicola Costa (nella foto) che, per la realizzazione scenica, prende spunto dal ritrovamento di un diario appartenuto ad  uno dei più grandi maestri della musica di tutti i tempi: Ludvig van Beethoven. "Ho cercato di rappresentare prima di tutto la verità dell'uomo al di là del genio artistico"  - dichiara Costa-  "i dettagli di un animo e di un intelletto capaci di emozionare in ogni tempo, senza limiti né confini geografici o ideologici. Ho lavorato soprattutto nella direzione dell’inedito, oltre la ricerca, oltre la passione per il mio lavoro, cercando di identificare i tratti maggiormente significativi di una personalità umana ed artistica che,  insieme a quelle espresse d Haydin e Mozart, é tutt'oggi considerata come madre dell classicismo musicale viennese"
Costa è già autore e regista di numerosi spettacoli, alcuni dei quali premiati in ambito nazionale ed europeo; ci piace ricordare  “I segreti di Adamo ed Eva”, “Elgema” con cui vince la II Edizione del Premio Letterario Europeo di Poesia e Scrittura Teatrale di Piediluco (Terni, 2002), “Via De Logu, 30” con cui riceve la Segnalazione Speciale della Giuria della XIII Edizione del Premio Nazionale “Garcia Lorca” di Torino (2002), “La Porta” con cui vince la IV Edizione del Premio Nazionale “I Fiumi” a Venezia (2003) e ancora “Il Processo alle Intenzioni”,“Ritratto di un’Isola”, “Terra mia”e “Scacco matto al Re”. Come drammaturgo ha inoltre ricevuto il Premio “Aci e Galatea per il Teatro”(2007) ed è ideatore di un importante progetto di teatro e legalità che circuita nelle scuole e negli istituti penitenziari. E proprio per il suo impegno civile a favore di una cultura di pace, legalità, giustizia e solidarietà sul territorio, espressa attraverso i suoi testi per il teatro, nel Gennaio 2012 ha ricevuto la nomina di Socio Onorario del Centro Studi “Parlamento della Legalità”.  Dal 2010 è Direttore Artistico, nonché docente di recitazione ed analisi del testo c/o l’Accademia d’Arte Drammatica “Giovanni Grasso” di Catania, una delle strutture maggiormente accreditate nell' ambito della formazione teatrale.
Questa volta, sulle tavole del teatro dello storico teatro Piscator, Costa inaugurerà il primo spettacolo della nuova rassegna di nuova drammaturgia dal titolo emblematico "Scene Contemporanee" e lo farà raccontando la vera personalità di Beethoven, la più intima e quotidiana. Sulla scena, accompagnata dalle più note sonate per pianoforte del musicista tedesco (la patetica, al chiaro di luna, l'appassionata) rivivranno i sentimenti verso una madre che lo stesso maestro di Bonn definiva “donna gentile e pia”, nonché  il dolore mai dimenticato per un padre violento ed alcolizzato; la grande ammirazione verso Mozart e  Goethe che lo stesso Beethoven amava rispettivamente definire come “il più grande tra i maestri e il più straordinario dei poeti”. Costa non trascura neanche l'aspetto dedicato alla cura per la famiglia d'origine, al culto per l’arte, per i valori dell’onestà, dell’amicizia, della generosità e dell’amore. Ecco dunque Ludwig van Beethoven dipinto come artista disordinato e misantropo, timidissimo e tormentato dall’idea di suonare in pubblico (cosa che non amava affatto), passionale ma politicamente avverso a Napoleone da quando questi si proclamò imperatore. Ma anche burlone, goliardico, innamorato della natura e della musica soprattutto, quell'universo infinito e compagno di vita, quell’energia magnifica che gli permetteva di raggiungere e toccare il cielo nonostante l’infermità legata al dramma di una malattia che non lo avrebbe mai liberato.
"In teatro manterremo alta l’intesa e la simbiosi tra versi e musica - continua Costa -  tra parole e note, tra vita quotidiana e maestranza artistica, attraverso la successione degli eventi sino allo storico testamento di Heiligenstadt che, per contenuti ed estensione di pensiero, non è da considerarsi inferiore a nessuna delle sue composizioni. Il mio percorso si é concluso qui. Al suo pensiero. Al tentativo di condividere quel che di umano esisteva al di là del genio. Personalmente é stato un grande onore lavorare per dar vita ad un personaggio a cui, nel corso della mia intera esistenza, ho sempre guardato come il più grande musicista della storia. A lui dedico questo spettacolo". In scena, oltre allo stesso attore-regista, una compagnia di prim'ordine formata da Giuseppe Carbone (nel ruolo del'amico e consigliere Wegeler), Franco Colaiemma (nel ruolo del poeta Goethe), Eleonora Lipuma (nel ruolo dell'amata Teresa), Gianmarco Arcadipane (nel ruolo del fratello Johann) e Alice Sgroi (nel ruolo della sguattera); completano il cast le assistenti alla regia Giada Caponetti, Luisa Sichel e Maria Sara Amenta che si occupnerano della fonica, delle luci e dell'attrezzeria di scena. Un spettacolo da non perdere dunque che, siamo certi, ancora una volta, non mancherà di emozionare il pubblico presente. Per prenotare il proprio posto in teatro è possibile chiamare i numeri 320.1787044 e 389.4297199.
Antonella Di Naso
 
Eleonora Lipuma
Assistente Direttore Artistico - Ufficio Stampa e Comunicazione
Accademia d'Arte Drammatica "Giovanni Grasso" di Catania
www.accademiagiovannigrasso.it
CONTATTI DIRETTI
E-mail: ufficiostampa@accademiagiovannigrasso.it Cell: 392.0544476 e 347.3554340
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl