centro sperimentale studi teatrali

28/mar/2007 09.30.00 Centro Sperimentale Studi Teatrali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                  C.S.S.T.

Centro Sperimentale di Studi Teatrali

Presenta

SLAVIANSKIJ

BAZAR

Incontri con il teatro russo

23 MARZO-3 APRILE 2007

Roma


29 marzo: Conferenza Spettacolo

Le Due Ali Del Gabbiano:

Stanislavskij contra Mejerhold

Caffè Letterario, V. Ostiense 83-95

Ore 19.00

 

30 marzo: Tavola Rotonda

Un'idea diversa

Senza teatro non si può

Cento Teatro Ateneo, Università La Sapienza di Roma

Ore 15.00

 

3 aprile: Tavola Rotonda

Un'idea diversa

Verso dove?

Caffè Letterario, V. Ostiense 83-95

 

Bazar Slavianskij - Incontri con il Teatro Russo, dieci giorni di conferenze,tavole rotonde, atelier, proiezioni video, momenti di spettacolo. Protagonisti d'eccezione della kermesse saranno il Direttore del Teatro d'Arte di Mosca Nikolaj Skorik e il Regista-Pedagogo Anton Milenin, proveniente dal Teatro-Studi di Vassil'ev. Accanto a loro saranno coinvolte professionalità di altissimo livello: esponenti del teatro italiano, registi, direttori di scuole di formazione ma anche politici, critici e operatori dello spettacolo.

Appuntamenti e Protagonisti

Il Caffè Letterario ospiterà il 29 marzo la Conferenza Spettacolo "Le Due Ali Del Gabbiano:Stanislavskij contra Mejerhold".

Il Direttore del MkhAT Nikolaj Skorik e il regista Anton Milenin, presenteranno una nuova idea del fare teatro come unione degli insegnamenti di Mejerhold e Stanislavskij, e non come divisione e specializzazione così come sono fino ad oggi pensati. Questa idea, sperimentata negli ultimi anni in Italia dall'attività pedagogiga di Milenin, risulta essere una vera liberazione per l'attore italiano, e insieme una nuova giovinezza per due tradizioni che altrimenti rischierebbero di perdersi.

In seconda serata verranno proiettati frammenti dello spettacolo tratto da Il gabbiano di Skorik (tournée  internazionale 2005) e del lavoro in Italia di A. Milenin, (Il gabbiano) per una comprensione diretta del significato di metodo e di sintesi tra le tradizioni. Qui il metodo di Mejerhold si fonde perfettamente con la tradizione italiana dell'arte dell'improvvisazione.

 

L'Università La Sapienza aprirà le porte al pubblico il 30 marzo per la Tavola Rotonda "Un'idea diversa: Senza teatro non si può", che vedrà la partecipazione del Direttore del Teatro d'Arte di Mosca, Nikolaj Skorik; il regista pedagogo dal teatro Studi di Vassil'ev, Anton Milenin; il Direttore del Dipartimento di Arti e Scienze dello Spettacolo dell'Università La Sapienza, Prof.sa Silvia Carandini; il direttore del Centro Teatro Ateneo, Prof. Ferruccio Marotti; il Direttore Artistico del Teatro Francesco di Bartolo, Dario Marconcini; il regista italiano Pier Paolo Sepe. Centro focale di tutta l'iniziativa.

 

Il 3 aprile, di nuovo al Caffè Letterario, si svolgerà la Tavola Rotonda conclusiva

"Un'idea diversa: Verso dove?", alla quale parteciperanno a fianco dei due maestri russi, l'ex Direttore della Civica Paolo Grassi di Milano e critico Mario Raimondo; il docente di regia teatrale presso l'Accademia Silvio D'Amico di Roma, Prof. Domenico Polidoro; l'attore Filippo Timi, dalla Compagnia Giorgio Barberio Corsetti.

Sono inoltre invitati i rappresentanti delle istituzioni: l' Assesore alle Politiche Culturali, Dott. Silvio Di Francia, e  l'Assessore alle Politiche del lavoro e sviluppo delle periferie, Dott. Dante Pomponi.

La domanda da cui partirà l'incontro verterà sulla possibilità di unire la tradizione del teatro russo  in uno sforzo di sintesi con l'arte italiana e con la sua tradizione,  perché si possa dare agli attori prima, e al teatro poi, un contributo vivo. Indagando i rapporti che ci sono fra l'idea di teatro e  l'idea di Politica, si cercherà di fare il punto su quali siano le prospettive per il teatro, ovvero cosa può dare il teatro alla vita comune e cosa la vita comune può dare al teatro.

 La ricostruzione delle contaminazioni già avvenute fra la tradizione italiana e quella russa, analizzate alla luce dei risultati che hanno prodotto, serviranno a tracciare quel filo rosso che può suggerire una strada nuova.

Per informazioni:                    bazarteatro@gmail.com

                                                 Paolo Emilio Colombo 338 695 1990







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl