Festival "I Teatri del Mondo"

Iniziative sono programmate per tutto il corso delle giornate, dalle ore 9 del mattino fino alla mezzanotte; si comincia con le attività laboratoriali nella splendida cornice di Villa Baruchello e si prosegue dalle ore 16 in poi con gli spettacoli che investono tantissimi spazi, dai 5 teatri attrezzati del festival, agli spazi urbani del lungomare sud e nord, al nuovissimo Teatro delle Api inaugurato nello scorso mese di Ottobre per la direzione artistica di Neri Marcorà che proprio a Porto Santâ__Elpidio à nato e che al Festival offre sempre un grande sostegno.

06/lug/2007 16.49.00 Eventi Culturali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 "I Teatri del Mondo” - Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi
     XVIII edizione - Porto Sant'Elpidio (12-21 luglio)

Accompagnato dall’immagine realizzata da Vincenzo Mollica, si avvicina l’apertura della 18^ edizione de “I TEATRI DEL MONDO” Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi, che si terrà a Porto Sant’Elpidio (AP) da Giovedì 12 a Sabato 21 Luglio.

Si tratta della più grande e longeva manifestazione italiana dedicata al teatro per l’infanzia e la gioventù nel mondo, un appuntamento a cui parteciperanno 53 compagnie provenienti oltre che dall’Italia anche da Francia, Germania, Ucraina, India, Kenya, Argentina, Thailandia, Iran.

Iniziative sono programmate per tutto il corso delle giornate, dalle ore 9 del mattino fino alla mezzanotte; si comincia con le attività laboratoriali nella splendida cornice di Villa Baruchello e si prosegue dalle ore 16 in poi con gli spettacoli che investono tantissimi spazi, dai 5 teatri attrezzati del festival, agli spazi urbani del lungomare sud e nord, al nuovissimo Teatro delle Api inaugurato nello scorso mese di Ottobre per la direzione artistica di Neri Marcorè che proprio a Porto Sant’Elpidio è nato e che al Festival offre sempre un grande sostegno.

Nell’arco dei dieci giorni moltissime sono le iniziative e i progetti che vengono presentati, dal convegno d’apertura sui temi delle emergenze ambientali al quale parteciperà il ministro Alfonso Pecoraro Scanio, al Premio “Infanzia e Solidarietà Globale” che vede l’assegnazione di un contributo di € 5.000 ad un progetto solidale ritenuto particolarmente valido da un’apposita giuria di ragazzi. Il “Premio Otello Sarzi” destinato alle nuove compagnie che decidono di affrontare questo difficilissimo mestiere e che spesso non trovano occasioni di mostrare il proprio lavoro e di avere sullo stesso un costruttivo confronto. Il Festival di Porto Sant’Elpidio porta avanti questo Premio da sempre e ha consentito a tante giovani formazioni italiane di farsi conoscere e di proseguire nella propria attività. La “Giuria dei Ragazzi” che attraverso la compilazione di apposite schede, decreta ogni anno lo spettacolo maggiormente gradito e consente alla compagnia che lo ha realizzato di tornare di diritto al festival dell’anno successivo, ovviamente con una diversa produzione. “Palla al Centro”, la vetrina delle compagnia marchigiane è l’incontro tra gli operatori italiani che programmano questo genere di spettacolo e il teatro ragazzi prodotto dalle compagnie della regione che ospita il Festival. “Artisti per il Festival”, straordinari contributi di artisti che hanno negli anni donato una loro opera originale al festival affinché ne diventasse immagine in tutti i materiali di promozione. Quest’anno nelle sale espositive di Villa Murri sarà possibile rivedere la lunga carrellata di questi grandi contributi, dal primo di Emanuele Luzzati fino all’ultimo che vedremo nell’edizione 2008 di Oliviero Toscani. “Uno slogan per la maglia” divertenti e significative invenzioni dei teatranti italiani per sintetizzare sulle tradizionali maglie del festival il senso più ampio e profondo del teatro inteso come formidabile strumento di educazione, di integrazione e di crescita. Lo slogan 2007 è di Antonio Catalano ed è “Sono patrimonio dell’Umanità”. Ancora, il concorso “Un disegno per il Festival” riservato a tutti i ragazzi che ci seguono; le co-produzioni intese come tentativo di sviluppare occasioni e stimoli affinché la “committenza” cominci ad esistere nel campo del teatro per i ragazzi; le prime nazionali, i progetti speciali pensati per la nostra manifestazione, gli eventi, gli incontri, gli spettacoli per migliaia di persone come quelli per poche decine da vivere in un rapporto strettissimo con gli attori. Una dieci giorni scandita da giornate tematiche che quest’anno sono dedicate all’Abilità, alle Fiabe e Favole, alle Storie dal Mondo, alle giovani Compagnie, al Lupo, alla Comicità, alle cose strane e straordinarie. Una dieci giorni fitta come un bosco dove sarà bello addentrarsi magari stringendo la mano dei propri genitori o di amici fidati; una dieci giorni al termine della quale avremo negli occhi tantissime immagini: marionette a filo, burattini, pupazzi animati, danza, video, acrobatica, clown, musica, attori, mimi. Un labirinto di emozioni che da 18 anni accompagnano la crescita di tutti coloro che ci sono venuti a trovare e che ogni anno ci riempiono di felicità con il loro calore, entusiasmo e con il loro incredibile numero, vero fiore all’occhiello della manifestazione. Per la cronaca nel 2006 sono state circa 15.000 le presenze stimate.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl