Antigone 01 di AKR alla Notte Bianca di Roma

Antigone 01 di AKR alla Notte Bianca di Roma Antigone 01 nasce in un cantiere di periferia, alle porte di Roma, in un garage umido e in semiluce e forse proprio per questo la sua natura di creatura in continua costruzione e gestazione rimane ancora tale, dopo quasi un anno di incubazione.

15/set/2007 13.20.00 AKR collettivo libero multimediale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Antigone 01 nasce in un cantiere di periferia, alle porte di Roma, in un garage umido e in semiluce e forse proprio per questo la sua natura di creatura in continua costruzione e gestazione rimane ancora tale, dopo quasi un anno di incubazione. Il seme della sua nascita lo troviamo in 01, uno dei primi lavori in digitale leggero di AKR, un cortometraggio, sospeso tra realtà e teatro girato nel 2004. Il conflitto tra Vittima e Carnefice in esso portante, condotto tra due uomini, così vicini tra loro da sembrare fratelli, ha fatto nascere l'idea di portare avanti questo studio sui conflitti, matrici vitali così insanabili da essere ogni qualvolta più affascinanti. Arriva così, tra polvere e caffè l'idea di ricominciare dai prodromi, dall'origine, dall'originario; e quale terreno più spesso se non quello della tragedia? L'Antigone di Sofocle accoglie da subito le intemperanze di 01, nel conflitto appunto, ma anche nella carnalità che entrambi portano con sé. E così anche tutti gli altri testi, da Anhouil alla Yourcenar a Cohelo, e tutte le parole che scorgano da questo studio, portano pian piano alla stratificazione di linguaggi e forme cangianti. Il tempo è sospeso, un attimo può durare ore e una vita/morte è condensata in pochi minuti, questa la carnalità della tragedia, che non concede spazio a ragionamenti, punti di vista ed elaborazioni. Forse questo sarà possibile, ma soltanto ad epilogo avvenuto. Stavolta è stata la strada ad accogliere questa nostra piccola creatura, che comincia a muovere i suoi primi passi. Ma i veri invitati ieri notte erano i passanti,i curiosi fan di Roma C'è e quant'altro,i turisti, gli archeologi per un giorno e bè, perchè no , anche i nostri fan, quelli che non si perdono una replica.. Grazie a tutti quelli che c'erano, ai loro volti sospesi in quella mezz'ora di carne, e grazie anche a tutti quelli che ieri hanno sostenuto il nostro lavoro e ci hanno aiutato in questa ennesima sfida. Alla prossima piazza, o garage, o scuderia. L'importante è che sia altro, come noi.

Maria Laura De bardi
AKR collettivo libero multimediale
ak.r@libero.it


------------------------------------------------------
Leggi GRATIS le tue mail con il telefonino i-mode™ di Wind
http://i-mode.wind.it/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl