Giuseppe Pambieri e "La Commedia degli errori" in tour per l'ERT da venerdì 9 novembre

06/nov/2007 12.00.00 Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

5 date nel circuito ERT per"La commedia degli errori" di Shakespeare, nell'adattamento einterpretazione di Giuseppe Pambieri.

Lo spettacolo sarà venerdì 9 a Palmanova, sabato10 ad Artegna e venerdì 11novembre a Maniago. La commediashakespeariana tornerà in regione il 12e 13 dicembre a Monfalcone.

Allego un comunicato stampa e una foto del protagonista.

Ringraziandovi per la collaborazione, resto a disposizioneper ogni eventuale chiarimento.

 

Ente Regionale Teatrale

del Friuli Venezia Giulia

Fulvio Floreani

Ufficio Stampa

0432-224266 (tel. diretto)

335-8748974 (cell.)

0432-204882 (fax)

mail: ufficio.stampa@ertfvg.it

skype: fulvio_ert

web: www.ertfvg.it- www.teatroescuola.it

 

 

 

Giuseppe e Micol Pambieri saranno ospiti del circuito ERT per5 serate. L’attore varesino e la figlia metteranno in scena uno dei primitesti scritti da William Shakespeare, “La commedia degli errori”.Caratterizzata dal tema del doppio, la divertente pièce inizierà il tourregionale venerdì 9 novembre al Teatro Modena di Palmanova,si sposterà ad Artegna, al Nuovo Teatro Monsignor Lavaroni,  sabato10 novembre e chiuderà il weekend a Maniago, domenica 11 novembre,al Teatro Verdi. Lo spettacolo, prodotto da Broken Silence e direttodallo stesso Pambieri, tornerà in regione mercoledì 12 e giovedì 13 dicembre,al Teatro Comunale di Monfalcone, dove prenderà il posto de“La famiglia dell’antiquario” che, per cause di naturatecnica, non andrà in scena nelle previste date del 17 e 18 dicembre. Tutte lerepliche avranno inizio alle 20.45. Sul palco della “Commedia”,insieme a Giuseppe e Micol Pambieri, un nutrito cast composto da NinoBignamini, Vera Castagna, Maurizio Annesi, Michele Carli, Marco Paoli,Simonetta Potolicchio, Dino Spinella, Giovanni Ferrari e Luisa Nisco. I costumidello spettacolo sono di Lia Tanzi.

         Giuseppe Pambiericontinua la sua personale ricerca nel microcosmo shakespeariano. Dopo averaffrontato in passato testi molto noti come La bisbetica domata e Moltorumore per nulla, essere stato Shylock nel Mercante di Veneziaed aver messo in scena Romeo e Giulietta, per questo nuovo allestimentoPambieri è andato a “scomodare” uno dei primi lavori diShakespeare. Scritto all’inizio degli anni Novanta del Cinquecento, Lacommedia degli errori è chiaramente ispirata al modello dei Menecmidi Plauto. Shakespeare, però, anziché ricalcare il plot plautino, decide diamplificare e raddoppiare il tema dei gemelli: ai due Antifoli si affiancano,infatti, in una giornata di progressivi e folli equivoci, due servi,anch’essi gemelli e non distinguibili, che accrescono lo humour e laconfusione.  La commedia si svolge sullo sfondo della feroce rivalità tra ledue città di Siracusa ed Efeso e si apre con l'arresto di Egeone, mercante diSiracusa. Egeone, al cospetto di Solino, il duca di Efeso, gli racconta lastoria del suo naufragio di molti anni prima, in cui furono dispersi la moglieEmilia, il figlio Antifolo, e il servo Dromio. Sia il figlio che il servo hannoun identico fratello gemello, che porta lo stesso nome, e che si è salvato dalnaufragio. Nell'anno del loro diciottesimo compleanno, Egeone diede loro il permessodi partire per Efeso, alla ricerca dei gemelli perduti. Ma anche dei secondiAntifolo e Dromio non si sa più nulla. Cinque anni dopo, Egeone è partito allavolta di Efeso alla loro ricerca.

L’involontaria comicità degli scambidi persone, delle incredibili situazioni in cui le due coppie di gemelli sivengono a trovare, si innesta in una Efeso magica e surreale dove le rincorsedei personaggi, che non trovano mai una logica alle loro azioni e alle lorospiegazioni, diventano, metaforicamente, incomunicabilità angosciosa emalinconica.

Storicamente Antifoli e Dromi sono semprestati interpretati da attori somiglianti. Pambieri, invece, opta perl’interpretazione ad opera di un solo attore, con l’intento,dunque, di rendere ancora più rilevanti e comici gli scambi di persona. “Perfettamenteuguali, ma diversi nei rispettivi caratteri – li racconta cosìPambieri - Antifolo di Siracusa è intellettuale colto un po’presuntuoso, quasi dominato da un aplomb inglese, schivo ma allo stesso tempoassetato di nuove esperienze. Antifolo di Efeso è un solido mercante con legambe ben piantate per terra, passionale e iracondo. I due servi fanno il versoai rispettivi padroni imitandone i vezzi”.

Informazioni nel sito www.ertfvg.it oppure chiamando il Teatro Modena di Palmanovaal n. 0432/924148, gli Amici del Teatro di Artegna al n. 0432/977105, la ProManiago al n. 0427/730779 e il Teatro Comunale di Monfalcone 0481/790470.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl