"Italiani cincali" a Premariacco domenica 11 novembre

0432-204882 (fax) mail: ufficio.stampa@ertfvg.it skype: fulvio_ert web: www.ertfvg.it- www.teatroescuola.it Domenica 11 novembre Mario Perrotta, un attore emergente nel panorama delteatro di narrazione italiano, aprirà la seconda stagione di prosa di Orsariadi Premariacco a cura dell'Ente Regionale Teatrale del Friuli VeneziaGiulia e dell'amministrazione comunale.

07/nov/2007 16.00.00 Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sarà Mario Perrotta ad aprire, domenica 11novembre, la stagione teatrale di Orsaria di Premariacco.

L'attore pugliese presenterà il suo "Italianicincali", intenso monologo sul tema dell'emigrazione.

Allego un comunicato stampa e un'immagine di Perrotta.

Ringraziandovi

 

Ente Regionale Teatrale

del Friuli Venezia Giulia

Fulvio Floreani

Ufficio Stampa

0432-224266 (tel. diretto)

335-8748974 (cell.)

0432-204882 (fax)

mail: ufficio.stampa@ertfvg.it

skype: fulvio_ert

web: www.ertfvg.it- www.teatroescuola.it

 

 

 

Domenica 11 novembre Mario Perrotta, un attore emergente nel panorama delteatro di narrazione italiano, aprirà la seconda stagione di prosa di Orsariadi Premariacco a cura dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli VeneziaGiulia e dell’amministrazione comunale. In scena, alle 20.45, nella SalaPolivalente (ex-Teatro) andrà lo spettacolo “Italiani cìncali”, unmonologo scritto a quattro mani da Nicola Bonazzi e dallo stessoPerrotta, prodotto dalla Compagnia Teatro dell’Argine e Itc Teatro,che ha ricevuto una nomination ai premi Ubu 2003 quale migliore spettacolodella nuova drammaturgia italiana e una targa delle Camera dei deputati perl’alto valore civile.

Lo spettacolo tratta un temadrammaticamente attuale, l’emigrazione, andando indietro nel tempo perricordare quando gli emigranti eravamo noi. “Cìncali cioè: zingari!”,  cosìcredevano di essere chiamati gli italiani arrivati in Svizzera;  pare, invece,che fosse una storpiatura di cinq, “cinque” nel linguaggio degli emigrantipadani che giocavano a morra”. Mario Perrotta spiega il titolo di una piècenata ricercando testimonianze e memorie, in un lungo viaggio senza meta allaricerca delle tracce di chi, nel secondo dopoguerra, aveva preso le valigie edera partito. 'Italiani cìncali!' è un progetto nato nell'inverno 2002 cheindirizza la sua analisi sull'emigrazione italiana verso i paesi del NordEuropa nel dopoguerra. Chi partiva per la Svizzera, la Francia, il Belgio, laGermania era considerato emigrante di scarto. A differenza degli"americani" o degli "australiani", che se ne andavano perrestare, l'emigrante in Nord Europa si trovava nella condizione di eternostagionale, un po' per le leggi locali e un po' per il disagio nei rapporti congli autoctoni, che consideravano quegli uomini "diversi" e utili solocome braccia da lavoro. Lo spettacolo racconta le loro storie. Al progettohanno partecipato artisti del calibro di Ascanio Celestini, Peppe Barra, ElioDe Capitani, Laura Curino e Ferdinando Bruni, con le loro voci che, durante lospettacolo, interpretano i ricordi degli emigranti. Il secondo capitolo delprogetto “Italiani cìncali”, dedicato all’emigrazione in Svizzera e titolato “Laturnàta”, andrà in scena il 1° maggio 2008 all’Auditorium CentroCivico di San Vito al Tagliamento.

Si ricorda che fino a domenica,inoltre, sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento alla stagione completa diOrsaria che, dopo “Italiani cìncali”, vedrà in scena “Buonanotte Desdemona”dell’Associazione Sipario!/SpaziOff il 12 gennaio, “Il giuramento dell’amorspergiuro” della Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” il 2 febbraio e“Bessôl – un arbitro tal bunker” del CSS Teatro Stabile di Innovazione FVG  il1° marzo.

Permaggiori informazioni visitare il sito dell’ERT all’indirizzo www.ertfvg.it o contattare la bibliotecacomunale di Premariacco al numero 0432.729405.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl