Lello Arena a Cividale e Tolmezzo

27/nov/2007 11.00.00 Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lello Arena sarà ospite del circuito ERT con la pièce"Lascio alle mie donne" di Diego Fabbri.

Lo spettacolo sarà venerdì 30 novembre a Cividale (ore20.45, Teatro Ristori) e sabato 1. dicembre a Tolmezzo (ore 20.30, TeatroAuditorium Candoni)

Allegato e di seguito trovate un comunicato stampa e unafoto di Lello Arena.

Ringraziandovi per la collaborazione, invio cordiali saluti.

 

Ente Regionale Teatrale

del Friuli Venezia Giulia

Fulvio Floreani

Ufficio Stampa

0432-224266 (tel. diretto)

335-8748974 (cell.)

0432-204882 (fax)

mail: ufficio.stampa@ertfvg.it

skype: fulvio_ert

web: www.ertfvg.it- www.teatroescuola.it

 

 

 

 

Lello Arena saràprotagonista, con “Lascio alle mie donne”, del weekend nel circuito ERT. Lapièce, scritta nel 1969 dal drammaturgo forlivese Diego Fabbri, andrà venerdì30 novembre, alle ore 20.45, al Teatro Adelaide Ristori di Cividale, mentre sabato1. dicembre, alle 20.30, inaugurerà la Stagione di Prosa della Carnia, a Tolmezzo,nel Teatro Auditorium Luigi Candoni. Lo spettacolo, prodotto da Broken Silence,è diretto da Nanni Fabbri; con l’attore napoletano, sul palco ci saranno ancheAngiola Baggi, Sebastiano Tringali, Tiziana Bagatella, Luciana Negrini edEmanuela Trovato.

Diego Fabbri è statouno dei più prolifici autori teatrali del Novecento. La sua fama si deve alleopere più marcatamente “civili” ed impegnate, come “Inquisizione”, “Rancore”,“Processo a Gesù”, scritte negli anni Cinquanta. Parallelamente a questofilone, però, Fabbri si cimenta, con successo, anche in un genere più leggero,che punta sondare usi e costumi dell’Italia del Boom economico. “La bugiarda” e“Il seduttore” sono, senz’altro, i due lavori più riusciti di questo genere.“Lascio alle mie donne” è il seguito ideale de “Il seduttore”. L’Eugenio del“Seduttore” - personaggio che ama indistintamente la materna moglie, la caldaamante ed una giovane, simbolo di purezza – in “Lascio alle mie donne” non c’è:è morto in un incidente d’auto.  Renato Severini era un famoso avvocato edivideva lo studio legale con l’amico Enrico, notaio, uomo timido e schivo acui lo stile di vita di Renato creava non poco imbarazzo. Spesso infatti,Renato lo metteva a parte della sua vita, facendo di Enrico un suo complice.Alla morte di Renato è Enrico che dà lettura del testamento a Virginia, lamoglie, e ad Olga l’amante, della cui esistenza Virginia è ignara. Ma c’èun’altra sorpresa, anche per Olga: è Isabella, una ragazza molto giovane, a suavolta stupita del lascito di Renato. Tutto il patrimonio va alle due donne, apatto che si frequentino per un anno, almeno per un’ora al giorno, tutti igiorni e cerchino di diventare amiche. Non ci sono possibilità di repliche,altrimenti tutto andrà nelle casse del prestigioso, ma da loro odiato, Circolodella Caccia. Il povero Enrico (Lello Arena), nelle vesti di curatoretestamentario, dovrà controllare e vigilare che ogni cosa si svolgacorrettamente per poter così, alla fine dell’anno, assegnare loro l’eredità.

Lello Arena, dopouna fortunata carriera cinematografica (c’è anche un David di Donatello nel suocurriculum) e televisiva da spalla comica del grande Massimo Troisi, continuala sua esperienza teatrale, che lo ha portato negli ultimi anni ad affrontareclassici come i “Menecmi” di Plauto (visto ad Aquileia tre anni fa), ma ancheautori della tradizione italiana come Goldoni (“La trilogia dellavilleggiatura”) e drammaturghi contemporanei, come nel caso de “Il signorNovecento” di Cerami e Piovani, ospite del circuito ERT nella stagione scorsa.

Per maggiori informazioni consultareil sito dell’ERT www.ertfvg.it oppurecontattare gli Ufficio Cultura dei Comuni di Cividale al n. 0432-710350 eTolmezzo e al n. 0433-487961.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl