presentazione libro di Meldolesi e Molinari con Franco Quadri

03/mar/2008 18.20.00 Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

 
 

Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi

Via Salasco 4   20136 Milano

 

lunedì 10 marzo ore 18.30

ingresso libero

 

IL” FANTASMA DEL PALCOSCENICO”

un incontro con

Claudio Meldolesi, Renata Molinari, Franco Quadri

per la presentazione del volume

 

 

IL LAVORO DEL DRAMATURG

Nel teatro dei testi con le ruote

di

Claudio Meldolesi e Renata Molinari

(Ubulibri editore)

 

 

Uno storico del teatro e una dramaturg militante, Claudio Meldolesi e Renata Molinari, hanno scritto a due mani Il lavoro del dramaturg, che viene presentato alla Paolo Grassi il 10 marzo alle ore 18.30. Un libro che cambia, e non solo per gli addetti ai lavori, l’approccio agli spettacoli teatrali.

 

Si aggira per i palcoscenici un fantasma, del quale sino ad ora si è sempre parlato come “cosa tedesca” : è il dramaturg del titolo, che tuttavia alla fine del volume si rivelerà per quello che è, il compagno di strada di regista e attori, il terzo lato del triangolo creativo teatrale.

 

Per la parte storica è Claudio Meldolesi ad analizzare soprattutto le esperienze dell’ area latina, conducendo il lettore a ripensare il teatro con una rete di riferimenti, rimandi e folgoranti intuizioni. Alla maniera del dramaturg, che offre al regista una molteplicità di materiali tra cui scegliere e su cui lavorare, Meldolesi rilegge quelle che sono state importanti figure della vita teatrale, come è il caso di molti “collaboratori” che hanno dato un supporto critico alla regia, ai quali finalmente viene riconosciuto non un ruolo marginale o casuale, ma il merito di avere arricchito e potenziato il momento fondamentale della creazione teatrale.

La seconda parte del libro svela l'esperienza di una dramaturg militante come Renata Molinari, il suo percorso artistico, i suoi incontri significativi. Molinari sviluppa una fondamentale parte teorica, profondamente vissuta dall’interno, che permette un orientamento metodologico del lavoro del dramaturg. Chi legge entra così nel laboratorio del dramaturg, riuscendo ad afferrarne il senso, che è poi il senso stesso del teatro, che spiega e disvela il lavoro della creazione teatrale. E quante creazioni teatrali, senza volerlo o saperlo riconoscere, hanno usato gli apporti di un dramaturg?

 

Con questo volume, che inaugura una sezione storico-critica della Ubulibri, prende corpo e voce quello che era sinora un fantasma molto chiacchierato. Non a caso a condurre l’incontro è l’ editore di Ubulibri, Franco Quadri, uno dei più importanti - e militanti - critici teatrali italiani . E sempre non a caso, Il Lavoro del Dramaturg porta un sottotitolo singolare, Nel teatro dei testi con le ruote, che paga così un tributo a Gregorio Magno, uno dei padri della Chiesa: il papa che aveva una grande familiarità con le scritture e che della Bibbia parlava come del “libro con le ruote”, che si muove autonomamente verso chi ne ha bisogno.

 

 

Renata M. Molinari è autrice, dramaturg e docente di drammaturgia.

Ha seguito diverse fasi del lavoro di Jerzy Grotowski e ha collaborato all’edizione de Il Teatr Laboratorium di Jerzy Grotowski 1959-1969 (a cura di Ludwik Flaszen e Carla Pollastrelli, Fondazione Pontedera Teatro, 2001). Ha curato inoltre con Marina Fabbri l’edizione italiana di Essere un uomo totale. Autori polacchi su Grotowski (Titivillus, 2005). 

Ha preso parte in maniera continuativa al percorso artistico di Thierry Salmon, firmando la drammaturgia dei suoi principali progetti, da Le Troiane fino a L’assalto al cielo.

 

Claudio Meldolesi, (Roma, 1942), diplomatosi come attore all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, è stato assistente di Giovanni Macchia all'universitá di Roma e professore a Pescara. Insegna Drammaturgia all'universitá di Bologna (Lettere e Filosofia - DAMS). E' socio dell'Accademia dei Lincei e promotore del teatro in carcere.
Ha pubblicato una decina di libri, fra cui:
Gli Sticotti. Comici italiani nei teatri d'Europa del Settecento (Edizioni Storia e Letteratura 1969)
Fondamenti del teatro italiano. La generazione dei registi (Sansoni 1984)
Brecht regista, con L. Olivi (Il Mulino 1989)
Teatro e spettacolo nel primo Ottocento, con F. Taviani (Laterza 1991) Premio Pirandello 1993
È membro del comitato di direzione della rivista "Teatro e storia" e del Centre de Dramaturgie di Parigi e collaboratore dell'International School of Theatre Antropology.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl