"Sono diventato Etero!" commedia musicale Serata Speciale al Bibli di Roma

commedia musicale Serata Speciale al Bibli di Roma "Sono diventato Etero!"

28/mag/2008 20.10.00 Millelire.org Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
"Sono diventato Etero!",
commedia musicale scritta da Lorenzo De Feo
con musiche e canzoni di Loriana Lana, torna alla Libreria Bibli di Roma
il 12 giugno 2008 alle ore 20:30
 
 
via dei fienaroli, 28 (trastevere) - 00135 Roma
www.bibli.it 06.588.40.97 - 06.581.45.34
ingresso e consumazione € 15
 
L'incasso sarà devoluto all'Associazione Culturale Kamar
per la realizzazione di una sala parto a
Buta comune di Bururi (Burundi) a beneficio di tutte le donne della provincia di Makamba

Per informazioni sul progetto ass_cult_kamar@yahoo.it  tel 06.323.51.55

Ass. Cult. Kamar - Sede Legale P.zza Melozzo da Forlì, 9 - 00196 Roma

Presidente e Legale Rappresentate Dott.ssa Antonietta Bardellini

 

e' consigliata la prenotazione

info@millelire.org - 06.397.41.669 - 333.29.11.132

 

sarà disponibile il CD della colonna sonora - Sono diventato Etero! edizioni millelire -

al botteghino della Libreria Bibli (una parte dei proventi saranno devoluti al progetto Kamar) oppure può essere richiesto a info@millelire.org con oggetto "CD-Etero"

 

Ass. Cult. Millelire

presenta

 

Sono diventato Etero!

scritto e diretto da Lorenzo De Feo

 

In "Sono diventato Etero!" le tre personalità dei personaggi nonché le subdole trovate per prevaricarsi a vicenda. L'egoistico amore della madre, la ribellione del figlio e l'amico che ama l'amore.

 

commedia musicale con

(in ordine di apparizione)

 

Alessandro Cassoni - Susanna Cantelmo - Antonio Lupi

 

 

Canzoni e Musiche Loriana Lana - Scene Filippo Paris - Arrangiamenti Gianni Wright - Registrazione Voci "ParcoSuoni" di Federico Landini - Disegno Luci Tony di Tore - Tecnico Luci/Audio Massimo Bertucci - Coreografie Carlo Alberto Cherubini - Movimenti Scenici Marina Marfoglia - Costuni Letizia Gatto - Coach Musicale Sandra Ragusa - Supervisione Roberta Savarese  

 

Ecco cosa succede quando il “cordone ombelicale” non è stato reciso a dovere: una madre attaccata a vita. Marco è il figlio omosessuale ideale che una madre possa desiderare; nessuna tendenza al travestitismo o a mestieri prettamente gay; nessun tipo di ghettizzazione o schieramento a comunità alternative. Equilibrato nelle sue tendenze, per niente effeminato o con manie sul tipo di cremine da usare e tanto meno sul tipo di abbigliamento ricercato da indossare. Insomma, un maschietto a tutti gli effetti se non fosse per la sua omosessualità! Omosessualità accettata, in primis da lui stesso, ma soprattutto dalla sua famiglia, dai parenti e dai vicini… Tutti felici della sua felice condizione di omosessuale vissuta senza fantasmi del passato come traumi infantili o cicatrici indelebili segnati da una confusione… sessuale. Convinto e felice… Se non fosse per Isa… Isabella, sua madre: ostacolo da una vita; “interferenza” costante; assillante all’ennesima potenza proprio come… una madre. Sempre schierata dalla parte del proprio figliolo, orgogliosa dell’omosessualità del suo unico figlio maschio del quale è lieta che egli sia omosessuale e non… frocio! Differenza che lei ritiene considerevole. Una stabilità interrotta bruscamente: Marco è colto da una sorta di eterosessualità improvvisa! Ama una donna!? La certezza si sgretola. Suo figlio eterosessuale!? Grande tragedia da parte della madre: cosa diranno i parenti… i vicini!? Che vergogna! Isabella chiede complicità al migliore amico di suo figlio: Dodo - anche lui omosessuale ma con una netta differenza: è frocio! (a detta di Isabella...) -. Fin dall’inizio si evince un “gioco delle parti”: Marco, Isabella e Dodo adotteranno tutti un  ruolo quasi paradossale ma credibile in questa  nuova situazione. Dallo svolgimento si metteranno in luce varie “debolezze”, paure, grandi sensibilità e crudeltà. Ognuno di loro, di sicuro, non è quel che sembra o quello che vorrebbe far credere all’altro… di conseguenza, al pubblico. Solo alla fine si riveleranno le vere "intenzioni" e i comportamenti dei personaggi che induce a riflettere sulle varie sfaccettature dell’essere umano. La storia che si racconta non è del tutto frutto della fantasia dell’autore. Bensì, ha più di uno spunto dalla vita reale. Quindi, si consiglia di cercare di non avere interferenze nelle vostre storie sentimentali: potreste trovarvi in una situazione simile se non più paradossale di questa.

 

  "Sono diventato Etero!" È stato presentato la prima volta sotto forma di mise en espace nel giugno del 2007 alla Libreria Bibli, nel cuore di Trastevere a Roma, ottenendo consenso da parte del pubblico e dall’ambiente culturale romano. L’evento è stato sostenuto da patrocini d’importanza nazionale quali Arcigay, Agedo, Fonòpoli, Di’Gay Project DGP, Gay Help Line. Lo spettacolo è rivolto sia agli amanti della commedia sia ad un pubblico più esigente.

 

www.millelire.org  

 contatti

Ass. Cult. Millelire 06.397.41.669 - info@millelire.org

Antonio Lupi - responsabile artistico - 333.29.11.132 - antonio.lupi@yahoo.it

 

Katia Prota - ufficio stampa - 338.33.41.733 - katia.prota@libero.it

CPDS - Caterina Policardi di Sarno - consulente legale artistico - 06.45.12.425 - 349.83.73.477 - caterinapolicardi@libero.it

Anna Bruna - promoter - 06.48.24.249 - 347.06.30.795 - elios13@virgilio.it

 

link diretti di "Sono diventato Etero!"

http://www.millelire.org/01-teatroEtero.htm

http://www.millelire.org/01-teatroEteroKamar.htm

http://www.millelire.org/01-teatroEteroCast.htm

http://www.millelire.org/01-teatroEteroCD.htm

http://www.millelire.org/01-teatroEteroNote.htm

http://www.millelire.org/03-video-Etero.htm

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl