evento

evento Giuliano Ravazzini Technoetica Titolo evento:FONTE AD ARIA (Un hub nell'Idrosfera) Test preview/Drink my water Site specific Giardini di Piazza Marconi Forte dei marmi LU ITALY 29/06/2008-06/07/2008 Un hub nell'idrosfera Fonte ad aria è una progetto che rivela la presenza dell'acqua; captare l'acqua in ogni luogo è l'idea da cui parte la ricerca di Ravazzini che si traduce nella realizzazione di un manufatto in grado di condensare acqua dall'aria.

09/giu/2008 10.20.00 Giuliano Ravazzini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Giuliano Ravazzini Technoetica

 

Titolo evento:FONTE AD ARIA (Un hub nell’Idrosfera)

 

Test preview/Drink my water

 

Site specific

Giardini di Piazza Marconi

Forte dei marmi LU  ITALY

29/06/2008-06/07/2008

 

Un hub nell’idrosfera

Fonte ad aria è una progetto che rivela la presenza dell’acqua;

captare l’acqua in ogni luogo è l’idea da cui parte la ricerca di Ravazzini che si

traduce nella realizzazione di un manufatto  in grado di condensare acqua dall’aria .  Esso, non essendo collegato a nessuna rete idrica, preannuncia  una nuova dimensione esistenziale, un paradiso, che evoca la beatitudine eterna, la fontana della giovinezza.

La poetica dell’artista consiste nel generare una rete infinita di hub nell’idrosfera, punteggiare capillarmente il pianeta di piccole mete sudanti, collegare il tutto all’infinito cosmico.

Fonte dell’erotismo, ninfeo esclusivo e purificatore, stupa per una nuova dimensione spirituale, questo progetto catartico si pone di fronte agli osservatori, immobile ma convincente, semplice e potente, funzionante.

L’artista  affronta il tema della preziosità dell’acqua, non solo estetizzando un oggetto storicamente deputato alla conservazione e diffusione, ma suggerisce provocatorie e disarmanti soluzioni tecniche potenzialmente efficaci.

Attraverso attendibili documenti del passato, Ravazzini ha scoperto che dei giganteschi fiumi atmosferici, divisi nei due emisferi, percorrono il pianeta.

Queste strisce o fiumi di vapore sono larghi e molto lunghi, viaggiano sopra la superficie terrestre, e mediante il loro tramite si sposta quasi tutta l’acqua in movimento.

L’artista, meditando su questi concetti, ha progettato un manufatto efficiente, avvalendosi della più sofisticata tecnologia.

Trasformare l’aria in acqua e renderla fruibile è per l’artista  un obiettivo  fondamentalmente etico.

 

Ilario Baldanza

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl