il teatro delle ombre turco e Le belle Bandiere alla Paolo Grassi

07/lug/2008 17.00.00 Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
                                                    Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi

 

Comunicato stampa

 

 

Due spettacoli animano il festival laboratorio sulla commedia dell’arte, Arlecchino Domani  ( dal 7 al 18 luglio alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi) nella serata del 9 luglio: L’albero magico, del turco Cengiz Özek e La pazzia di Isabella di Elena Bucci e Marco Sgrosso (Le Belle Bandiere).

 

I due spettacoli sono preceduti dall’incontro, alle ore 18.45, “Arlecchino e gli altri tra burattini e marionette” con Remo Melloni.

 

 

9 luglio ore 20.30

“L’albero magico”  

(Teatro delle Ombre turco)

con Cengiz Özek

 

E’ stato rappresentato più di 500 volte in tutto il mondo “ L’Albero Magico”, secondo spettacolo di Arlecchino domani, dopo l’inaugurazione con Ferruccio Soleri e l’Arlecchino del Piccolo Teatro di Milano.

Cengiz Özek fa viaggiare il suo protagonista Karagöz in molti paesi, senza che la lingua sia d'ostacolo al divertimento e alla poesia di questo spettacolo. Sullo schermo di tela bianca si stagliano le sagome di cuoio lavorato e dipinto secondo le tecniche tradizionali - costruite dallo stesso  Cengiz Özek, autore anche dei testi- che animano le meravigliose ombre a colori di un teatro di lunga tradizione in Turchia. L’albero Magico è una rappresentazione di grande successo basata su canovacci del 18° e 19° secolo.  Il ritmo della storia, la fantasia e anche il tema - la difesa della natura - arrivano a comunicare con  un pubblico internazionale, mostrandoci i segreti di un canovaccio intramontabile.

Cengiz Özek è molto popolare in patria, dove ha fondato e dirige  il festival delle marionette di Istanbul. Molto noto a livello internazionale, porta in scena con grande virtuosismo questo prezioso patrimonio (sono decine i canovacci tradizionali in repertorio), ma sa allo stesso tempo coniugarlo con la modernità, creando nuove storie e suggestioni visive.

 

9 luglio ore 21.30

“La pazzia di Isabella”

con Elena Bucci e Marco Sgrosso

 

I due protagonisti de Le Belle Bandiere rievocano due personaggi mitici della storia del teatro: Isabella e Francesco Andreini. Un’occasione importante e addirittura necessaria per riflettere sulle radici stesse dell’arte dell’attore, sul senso più profondo della professione, sul fascino e sulla forza misteriosi di un “mestiere” che riesce a tramandarsi nei secoli nonostante il suo carattere effimero.

 “…Diventa affascinante immaginare che dai fiumi di inchiostro scritti dagli Andreini e sugli Andreini, riappaiano le loro ombre, le loro sagome, in maschera o a volto nudo, per raccontarci ancora la loro storia, la fortunosa vita e le passioni, i viaggi trionfali e faticosi di un’epoca d’oro del Teatro, e per ricordarci che i morti son quelli che fan parlare i vivi”.

 

Elena Bucci e Marco Sgrosso, diplomati alla Scuola di teatro di Bologna, lavorano dal 1985 nella compagnia di Leo de Berardinis e hanno partecipato a tutti i suoi spettacoli, dalla trilogia shakespeariana a Novecento e mille, da I Giganti della montagna, a Il ritorno di Scaramouche, fino ai più recenti King Lear n°1, Lear Opera e Totò principe di Danimarca coprodotto e trasmesso da Rai 2 Palcoscenico. L’attivita' con Leo si alterna alla collaborazione con altri registi della sperimentazione teatrale italiana, da Cesare Ronconi (Otello e le nuvole)  a Mario Martone (Woyzeck), da Billi e Marconcini (Madelon) a François Khan (Alice) a Claudio Morganti (III Riccardo III, Ubu o i Polacchi e il film-video Riccardo III). 

Nel 1992 hanno fondato la compagnia Le Belle Bandiere, iniziando un'attività autonoma di attori, autori e registi, e producendo i loro spettacoli.  In collaborazione col Comune di Russi (RA) organizzano rassegne di teatro contemporaneo ed eventi culturali, oltre a curare l'attività del Laboratorio Teatrale Permanente, che ogni anno realizza spettacoli nel teatro locale e in luoghi aperti di particolare interesse storico o artistico.

Da qualche anno svolgono un'intensa attività anche all'interno delle scuole e  tengono un corso biennale di esperienze teatrali presso il Cimes dell' Universita' di Bologna.

 

 

Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi -via Salasco 4 20136 Milano -tel.0258302813

Ingresso ai due spettacoli euro 12, comprensivi dell’incontro delle ore 18.45.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl