DA UNO A QUINTA - cinque appuntamenti per dare un taglio al teatro contemporaneo

DA UNO A QUINTA - cinque appuntamenti per dare un taglio al teatro contemporaneo Mercoledì 17 e giovedì 18 dicembre 2008 alle ore 21.30 lo spettacolo Ecce Robot!

14/dic/2008 16.47.20 Chiara Trasatti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Mercoledì 17 e giovedì 18 dicembre 2008 alle ore 21.30 lo spettacolo Ecce Robot! Cronaca di un’invasione di Daniele Timpano inaugurerà la rassegna Da uno a quinta all’Hangar CultLab.
Il progetto culturale è della Compagnia Vicolo Corto in collaborazione con la Provincia di Ancona – Assessorato alla Cultura, l’A.M.A.T – Associazione Marchigiana Attività Teatrali e il Teatro Stabile delle Marche – Fondazione Le Città del Teatro.
La kermesse è composta da cinque distinti appuntamenti teatrali accomunati dalla loro apertura verso il contemporaneo. L’immagine che si è deciso di legare idealmente è il taglio della tela di Lucio Fontana, un gesto con il quale l’artista ha aperto uno spazio, una dimensione nuova nell'orientamento delle arti contemporanee. La rassegna si propone di raccogliere i fili di questo guardare oltre, passando attraverso gli squarci e i nuovi modi di fare teatro.
 
Lo spettacolodi Daniele Timpano è l’adeguato evento per inaugurare la prima edizione della rassegna, che si svilupperà nei prossimi mesi.
 
Ecce robot! Cronaca di un’invasione. è una coproduzione amnesiA vivacE, in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi. Lo spettacolo è liberamente ispirato all’opera di Go Nagai, in scena Daniele Timpano che ne cura anche la regia.
 
“Ero bambino, tra gli anni ’70 e gli anni ’80, quando arrivarono in Italia i "famigerati“ cartoni animati giapponesi. Si gridò subito all'invasione: l'invasione gialla”. In scena un attore ricostruisce la trama di un vecchio cartone animato giapponese. Ispirato liberamente all’opera di Go Nagai (Goldrake, Jeeg Robot, Space Robot, Jet Robot, Il Grande Mazinga, Mazinga Z etc.) lo spettacolo ripercorre per frammenti l’immaginario eroico di una generazione cresciuta davanti alla TV nell'Italia delle stragi, del rapimento di Aldo Moro, delle Brigate Rosse, dell'ascesa di Silvio Berlusconi e delle sue televisioni.
Tra resoconto delle trame dei singoli episodi dei cartoni giapponesi (con particolare attenzione per la sceneggiatura di Mazinga Z) e ricostruzione storica di un’invasione (quella dei serial nipponici nei palinsesti pubblici e privati, ma anche quella della televisione dentro le nostre teste), lo spettacolo è il divertito e autocritico racconto di una generazione che, ignara di vivere negli anni di piombo, cresceva tra robot d’acciaio.
 
 
Daniele Timpano (Roma, 1974) è autore-attore e regista di teatro. Frequenta il biennio di recitazione presso il Conservatorio teatrale di G. B. Diotajuti e M. Antonio Pierfederici. Seminari con Fiorella D'Angelo (mimica Orazio Costa), Alfio Petrini (drammaturgia - Teatro Totale), Luca Negroni (commedia dell'Arte), Luis Ibar (direzione scenica). Come attore ha lavorato con Michelangelo Ricci (Finale di Partita, La Meglio Gioventù, Ubu Re), Carlo Emilio Lerici, Francesca Romana Coluzzi, Massimiliano Civica (Grand Guignol). Ha collaborato con diverse compagnie romane, tra le quali OlivieriRavelli teatro (L'immaginario malato, Trilogia del consenso) e LABit (Mani).
Fondatore del gruppo 'amnesiA vivacE', ha scritto e interpretato Storie di un Cirano di Pezza (1998); Teneramente Tattico (1999); Profondo Dispari (2000); Oreste da Euripide (2001); Caccia 'L drago da J. R. R. Tolkien (2004) – vincitore della terza edizione del premio “Le voci dell'anima - incontri teatrali”; Gli uccisori del chiaro di luna – cantata non intonata per F. T. Marinetti e V. Majakovskij (2005); Dux in scatola. Autobiografia d’oltretomba di Mussolini Benito (2006), finalista al “Premio Scenario” 2005; Ecce robot! – Cronaca di un'invasione (2007).
È redattore (e collaboratore) della rivista on line www.amnesiavivace.it e di Ubu Settete, periodico di critica e cultura teatrale. È tra gli ideatori e organizzatori della rassegna romana Ubu Settete – fiera di alterità teatrali.
 
 
Lo spettacolo avranno inizio alle ore 21.30. L’ingresso è riservato ai soli soci Arci.
Costo del biglietto 7,00 €.
 
Per informazioni:
www.vicolocorto.it 
www.myspace.com/hangarcultlab
www.myspace.com/plateaviva
www.facebook.com/Teatro-Stabile-Delle-Marche
compagnia@vicolocorto.it 
 
Info pubblico:
tel.      071.2900915
cell.    389.1174604
          328.7908884
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl