R: IL TEATRO DI FRATELLANZA CONTRO LA GUERRA.

14/dic/2008 23.24.30 Andrej Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

@@@@@@@@@@@@@@

Il teatro come strumento per richiamare alle coscienze le guerre dimenticate

 

Il mondo è ancora scosso dalle guerre. Spesso si tratta di guerre dimenticate (ne contiamo circa 30 allo stato attuale)

 

http://it.peacereporter.net/articolo/10083/

 

rimosse dalla nostra cattiva coscienza di persone ricche di cibo, soldi, boria.

Per combattere la guerra noi usiamo un mezzo pacifico e gandhiano: il teatro.

Il teatro che accumuna le genti operanti e che mostra l’utopia di un altro mondo possibile: un mondo di fratelli artisti in mutua assistenza e senza guerre.

Nel nostro progetto abbiamo creato un dittico composto da un affresco e da una miniatura.

La miniatura:  LA GUERRA CULINARIA DI MONSIEUR GURDJIEFF di Francione  con 6 persone impegnate tra attori, regista, autore, tecnici in  scena .

L’affresco:        SUONI E LUCI DI GUERRA E DI PACE di Francesco De Cicco & Gennaro Arancione con circa 60 persone tra attori, danzatori, musicisti, tecnici.

Vi invitiamo a partecipare numerosi  e usbergati all’emozione della  Guerra Teatrale contro la Guerra delle Armi Vere.

Buon  divertimento!

Andrej Adramelek

 

                        @@@@@@@@@

 

LA GUERRA CULINARIA DI MONSIEUR GURDJIEFF

di G. Francione

 

per la regia di Vincenzo Sartini

con Vincenzo e Ilaria Sartini,   Tony Matera

 

Tecnica e fonica: Carlo Di Odoardo

 

Allestimento scenico: Gianni Sorrentino                   

 

Dramma in un atto. Racconta l'insegnamento di George Ivanovitch

Gurdjieff(1877-1949),  il maestro armeno che agli inizi del secolo scorso

fondò una scuola d'insegnamento esoterico volto alla liberazione dell'uomo.

Attraverso il Triagramma Drammaturgico rappresentato dal Maestro Musicale,

dall'Allievo Poeta e dall'Amante Pittrice si dipana la storia di tre anime

nascoste nella casa di una Parigi appena invasa dalle truppe tedesche. La

guerra si fa metafora della condizione umana in sé con l'insegnamento di

Gurdjieff che spinge l'essere lungo la Quarta Via della consapevolezza, dell'amore e

della fratellanza operosa.

 

                          Quando: 20 dicembre ore 21

                Dove:  Hotel Turner | Via Nomentana 29, 00161 Roma  Tel.  06.44250077

       Per informazioni e prenotazioni(consigliabili per il numero limitato di posti)  chiamare Vincenzo al 340-7015892 o Gennaro al 347-9416694

      Per altro, manifesto, news etc. clicca su

       http://www.antiarte.it/adramelekteatro/hotel_turner1.htm

 

@@@@@@@@

LE ASSOCIAZIONI

 

  ARTISTI PER SBAGLIO

                  http://www.artistipersbaglio.it/

 

        E RINASCIMENTO 2000

         http://www.antiarte.it/

 

    CON IL PATROCINIO ED IL  CONTRIBUTO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO

               

Presentano

 

       SUONI E LUCI DI GUERRA E DI PACE di Francesco De Cicco & Gennaro Francione.

da un’idea di Gerardo Pedicino

 Una pièce multimediale a collage dove artisti  e ragazzi, uniti insieme, lanciano il loro urlo contro l'infamia della guerra, di qualunque guerra, auspicando un mondo diverso con un nuovo sole che riscaldi la fratellanza degli uomini finalmente accomunati dalla pace, dall'emozione e dalla creatività comuni.

http://www.antiarte.it/adramelekteatro/suoni_e_luci_di_guerra_e_di_pace.htm

  La pièce esalta la grandeur del teatro povero,  fatto di pochi mezzi e di grande passione e professionalità: ben 60  tra attori, danzatori, musicisti, tecnici  in scena e fuori scena  per questo grande affresco contro la guerra. Soprattutto è da mettere in rilievo la marea di ragazzi intervenuti nel progetto.

 

Con:

(in ordine alfabetico)

 

Attori :

 

AMORE Claudio  -  ANDREINI Gemma  -  ARAMINI Fabrizio  -   BEVERE Ilaria  –

DE CICCO Francesco - DE CICCO Gian Marco - DEL GAUDIO Franco - FIORETTI Vanessa – FISCHETTI Francesco - GIANNINI Luigi - INTORCIA Maria Rosaria – NOBILIO Gianfranco - ORSOLINI Gabriella - PACIFICI Alessia - ROBAUD Anna Maria - ROSSI Carmela - RUSSO Gerardina – SAVI Gian Marco - SPATAFORA Carmen  - SPECULATORE Valentina - TRIVELLINI Alessandro – VITTOZZI Davide

 

Corpo di ballo:

 

APOLLONI Federica – BIANCHI Laura – BORTOLOTTI Martina – CINQUINA Francesca - CODA Natascia – DE FINIS Ilaria – DI STEFANO Elena – DI RENZO Martina – FATANO Veronica – FERRARA Carlotta – FORMISANO Elisa – INGROSSO Chiara – LA ROSA Fabiana – LEONE Sara – MANISCALCO Dalila – MUNEROTTO Arianna – NOVELLI Roberta – PELLECCHIA Francesca – RICCI Giorgia – ROCCA Eleonora – SPALLOTTA Silvia – TERIACA Chiara – TERRASI Marco – TRITTO Giulia

      

Ballerina solista :                                               LA ROSA Fabiana

Passo a due :                                                       Francesca PELLECCHIA - Marco TERRASI

 

Musiche e ricerche musicali :                           Stefano BACILLI -Claudio ZAPPULLO

                                                                             Carlo BISIO – Francesco DE CICCO

 

Coreografie :                                                Cinzia CONDRERAS

 

Registrazioni :                                              Marco GIGANTE

 

Fotografie:                                                    Michele CIAVARELLA

 

Proiezioni immagini :                                   Fiore RANAURO

 

Fonica:                                                         C. BISIO-C.ZAPPULLO– Jacopo DE CICCO

 

Luci :                                                             Claudio CAPORALE- Mario MILANI

 

Violoncello solista :                                            Rita CARLACCI                    

 

Elettricista - Allestimento scenico:                  Gianni SORRENTINO

 

Le canzoni sono eseguite da:

Alessia PACIFICI - Valentina SPECULATORE - Davide VITTOZZI

 

L’organizzazione, la pubblicità, le pubbliche relazioni sono a cura dell’Associazione “Uno schermo nel parco”.

 

    Il primo appuntamento è per domenica 21 dicembre 2008 ore 19.00 presso il Teatro Gianelli, sito in via antonio Maria Gianelli 34, angolo Via della Stazione Tuscolana.

    Il prezzo è di euro 10.00, ridotti 7,00; bambini gratis.

Parte dell'incasso sarà devoluto all'associazione Save the children.

http://www.savethechildren.it/2003/index.asp

 

Per l’ufficio stampa  e le P.R. contattare Maya Francione al 3283586811

Dato il gran numero di richieste già pervenute (circa 200) è consigliata vivamente la prenotazione chiamando il detto numero oppure telefonando a Gerardina 3339652265 o a  Francesco 338/4937200.

 

ADRAMELEK THEATER

              http://www.antiarte.it/adramelekteatro

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl