Teatro: in scena per la prima volta a Napoli "Luigi Sturzo. Le tre male bestie" con Luigi Iacuzio. Venerdì 16 gennaio 2009

16/gen/2009 01.48.26 Francesca Cellamare Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

Scena Verticale presenta

 

“LUIGI STURZO. LE TRE MALE BESTIE”

di Paolo Patui e diretto da Dario De Luca

 

 

per la prima volta in scena a Napoli al

Teatro Auditorium Salesiano “Salvo D’acquisto”

via R. Morghen, 60

 

venerdì 16 gennaio 2009- ore 20.30

 

con Luigi Iacuzio nel ruolo di Luigi Sturzo

 

 

 

             

Per la prima volta nel capoluogo campano andrà in scena “Luigi Sturzo. Le tre male bestie”, un progetto teatrale incentrato sulla figura autorevole di esponente di primo piano del movimento cattolico italiano che ha influito nella scena politica italiana in modo incisivo e radicale.

Luigi Sturzo fu il principale artefice dell’inserimento delle masse popolari cattoliche nello Stato italiano in chiave laica e democratica. Fu inoltre uno strenuo difensore delle autonomie locali e un convinto sostenitore del ruolo dei partiti politici, considerati le arterie della società civile e strumenti primari di libertà.

Lo spettacolo che andrà in scena fa parte del progetto “Storie interrotte, Il Sud che ha fatto l’Italia” promosso dal Dipartimento per le Politiche di Sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato da Studiare Sviluppo srl, con la partecipazione del Ministero della Pubblica Istruzione, in collaborazione con ANART, Editori Laterza, Luca Sossella Editore e Radio3 RAI.

Il progetto è dedicato a cinque uomini del Sud d’Italia che hanno profondamente segnato la storia del nostro Paese e determinato alcuni dei tratti decisivi delle sue istituzioni democratiche e del suo sviluppo moderno.

Con un'inedita declinazione di iniziative e di percorsi tematici, attraverso i linguaggi dell'editoria, del teatro e della radio, “Storie interrotte” ripropone al dibattito e alla riflessione contemporanee il contributo di idee, visioni e progetti che hanno offerto valori fondativi alla storia moderna d’Italia sia nelle figure che nelle esperienze di Francesco Crispi, Francesco Saverio Nitti, Donato Menichella, Don Luigi Sturzo e Giuseppe Di Vittorio.

 

La rappresentazione teatrale è uno dei momenti più importanti di una due giorni sul pensiero di Luigi Sturzo che si terrà a Napoli, il 16 e il 17 gennaio, con esperti di politica e di istituzioni per analizzare la realtà del Mezzogiorno e approfondirne le possibilità di sviluppo senza la lente deformante dello statalismo, denunciato con forza da don Luigi Sturzo sin dal discorso a Napoli del 18 gennaio 1923.

 

 

NOTE DI REGIA

 “Della figura di Don Luigi Sturzo ci colpisce la sua capacità di autonomia, il suo rifiuto di aderire ai dettati di un’ideologia, rivendicando per sé la libertà di esercitare il proprio pensiero, rivendicando all’uomo la necessità di affermare posizioni etiche, spirituali e morali. Ci colpisce la sua capacità di essere coscienza critica all’interno del suo stesso partito, di essere una spina nel fianco della stessa chiesa, di essere rispettoso dell’esperienza laica. Ci colpisce per il fatto di non essersi mai sottomesso ai poteri costituiti, di essere convinto antifascista, anche mettendo a repentaglio gli interessi della chiesa che lo allontana costringendolo all’esilio. Ci colpisce per la sua capacità di alzare il livello civile e morale del dibattito. Soprattutto oggi che il livello del dibattito è precipitato così in basso. Il suo insegnamento ci dice che al di fuori di un comportamento etico, morale e civile gli uomini non hanno un futuro sostenibile. Quanto mai importante per quanti di noi è già diventato insostenibile.”

 

CAST ARTISTICO E TECNICO

“Luigi Sturzo. Le tre male bestie” è una produzione Studiare Sviluppo.

Adattamento drammaturgico di Paolo Patui

Dialoghi di Salvatore Lupo, Anna Lucia Denitto

Regia Dario De Luca

Con Luigi Iacuzio, Dario De Luca, Rosario Mastrota, Ernesto Orrico, Marco Silani

Luci e video Gennaro Dolce, Gaetano Bonofiglio

Compositing video OGM Animation Studios

Scenotecnica Arcades

Costumi Marygrazia Mainieri

Responsabile di produzione Settimio Pisano

 

Il progetto “Storie interrotte è a cura di Fabrizio Barca, Leandra D’Antone, Renato Quaglia.

Dialoghi scritti da Giuseppe Astuto, Fabrizio Barca,Giuseppe Berta, Leandra D’Antone, Anna Lucia Denitto,Gianpiero Francese, Francesco Giasi, Alfredo Gigliobianco,Maria Teresa Imbriani, Luigi Masella, Salvatore Lupo, Raffaele Romanelli.

  

Ufficio stampa

Francesca Cellamare
Mobile: 347 3313926
E-mail: fcellamare@hotmail.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl