Co_scienze

27/gen/2009 20.59.34 Le Nuvole Teatro Stabile d'Innovazione per Ragazzi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COMUNICATO STAMPA

Le Nuvole – TEATRO ARTE SCIENZA

 

giovedì 29 gennaio 2009

Sala Galileo di Città della Scienza

CO_scienze

4° convegno - il teatro per comunicare la scienza

 

La storica compagnia teatrale napoletana, uno dei più consistenti e vivaci gruppi di animazione scientifica attivi in Italia, impegnata in attività innovative rivolte ai giovani, presenta il 4° convegno CO_scienze.

 

Vittorio Silvestrini presidente e fondatore di Fond. Idis/Città della Scienza premio Descartes 2006, Luigi Amodio direttore generale della Fond. Idis/Città della Scienza, Pietro Greco giornalista scientifico, direttore del Master Comunicazione Scientifica della SISSA di Trieste, Maria D’Ambrosio Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Miscenka Solima presidente associazione AKAB progetto cultura, Maurizio Bifulco  presidente associazione Ermes, educazione e ricerca medica salernitana, ordinario di patologia generale - Univ. di Salerno, Fabio Cocifoglia ed Enzo Musicò autori, registi ed attori de Le Nuvole, Sergio Vellotti e Sergio Viparelli,  vincitori di Coscienze 2007, coordinati da Donatella Trotta autrice e redattrice cultura de Il Mattino, s’incontrano giovedì 29 gennaio 2009, nella Sala Galileo di Città della Scienza, per osservare e riflettere, sempre più da vicino, il valore del teatro per comunicare e divulgare la scienza.

 

CO_scienze è un contenitore di saperi per l’elaborazione d’idee, domande, dubbi e proposte intorno a grandi eventi scientifici del passato e dell’attualità.

·  Un premio di drammaturgia

·  Una collana editoriale

·  Una scuola per comunicatori scientifici

·  La produzione di spettacoli scientifici e divulgativi

 

Il premio di drammaturgia, unico in Europa, appoggiato dal Miur, vuole sollecitare la scrittura teatrale per nuove opere letterarie, scientifiche e divulgative. Quest’anno, il presidente della giuria Vittorio Silvestrini premierà “La Congettura”, un testo scritto a 4 mani da Sergio Vellotti e

 

Sergio Viparelli che affronta la vera storia del giovane scienziato russo Grigory Perelman, che ha rifiutato un milione di dollari in virtù di un ideale, vivendo in riservatezza, alla periferia di Pietroburgo. Come da Bando di Concorso gli autori ricevono in premio la messa in scena da parte de Le Nuvole, che a fine mattinata presenteranno lo spettacolo nella sala Galileo. La regia è curata da Rosario Sparno e l’interpretazione è di Lisa Falzarano, Luca Iervolino e Stefano Scognamiglio.

 

Da quest’anno CO_scienze è anche una collana editoriale, promossa in coll.ne con l’ass.ne AKAB, grazie al sostegno di Ermes, un’associazione che si occupa di diffondere la cultura scientifica, sviluppando progetti di ricerca di alto contenuto e promuovendo una coscienza scientifica nei giovani, sostenendo l’educazione e la ricerca medica salernitana. La collana pubblica i testi vincitori del Premio CO_scienze, i primi due volumi sono: La Congettura di Sergio Vellotti e Sergio Viparelli, e Processo alla Sora Cesarina di Mariapina Settineri, e verranno proposti nell’arco della mattinata del 29 gennaio.

 

Inoltre Le Nuvole presentano “COmunica” una scuola teatrale per la formazione del comunicatore scientifico che si rivolge a laureati e diplomati con prevalente formazione scientifica. Il comunicatore scientifico: un attore, un esperto o un appassionato? Una forma rinnovata della preesistente Fabbrica, che vuole sostenere la professione ed il ruolo del comunicatore, la sua formazione, anche attraverso esperienze nazionali ed europee. COmunica si propone di valorizzare questo ruolo professionale attraverso un insolito percorso, dando un’educazione di tipo informale e utilizzando le molteplici tecniche del teatro: la voce, l’animazione, le improvvisazioni, i giochi.

 

Inoltre Le Nuvole, in virtù della diffusione di buone prassi nel campo dell’educazione scientifica, dell’originalità ed efficacia comunicativa degli insoliti e singolari progetti ideati negli ultimi anni, racconteranno, attraverso le voci di Fabio Cocifoglia e di Enzo Musicò, l’esperienza pratica degli ultimi 5 anni in giro per science centre, musei, festival e mostre scientifiche in Italia e in Europa. Si racconteranno le emozioni, il coinvolgimento e le relazioni nate da spettacoli, laboratori e incontri che hanno coinvolto il pubblico per la comunicazione giocosa, brillante, efficiente ma scientificamente attenta e rigorosa nel trasmettere con puntualità le conoscenze.

 

 

CO_munica

Scuola di comunicazione teatrale della scienza

 

L’universalità del linguaggio teatrale è utile per stimolare la nascita di dibattiti su tematiche scientifiche dalle forti implicazioni sociali: nanotecnologie, nucleare, risparmio energetico, rifiuti possono diventare quindi, oggetto di ricerca. Il teatro ha già dimostrato essere un valido strumento comunicativo. I suoi linguaggi infatti, usando le emozioni, stimolano interessi, curiosità e sorpresa ad un pubblico eterogeneo, diventando così un formidabile aiuto nella comunicazione della scienza.

Rivolta a laureati, docenti ed appassionati è finalizzata alla definizione ed alla formazione della figura dell’animatore scientifico in lezioni settimanali della durata ognuna di due ore e mezza. Lo scopo della scuola è fornire i rudimenti delle tecniche teatrali per rendere maggiormente accattivante la comunicazione delle materie scientifiche, per incuriosire e stimolare lo studio e l’analisi della cultura scientifica. La scuola, rimodulazione quasi-definitiva della precedente “Fabbrica” è giunta, nel 2008 al sesto anno. Ad oggi hanno partecipato 100 allievi, tra i quali molti docenti delle scuole di ogni ordine e grado che hanno avuto la possibilità di sperimentare quanto appreso nelle pratica quotidiana della loro professione di formatori.

 

COm_unica è organizzata in lezioni speciali, videoconferenze e stages della durata da 2 a 5 incontri. Si terrà a Città della Scienza via Coroglio 104 Napoli, dal 1° febbraio a giugno 2009, dalle 16.30 alle 19.00.

        

 

Comitato d'onore

1.   Vittorio Silvestrini premio Descartes  2006 Presidente Fondaz. IDIS/Città della Scienza

2.   Stefano Fantoni Direttore Sissa Trieste

3.   Giulio Giorello Filosofo della Scienza

4.   Michele Lanzinger Direttore del Museo Tridentino di Scienze Naturali

5.   Vincenzo Lipardi Presidente Ecsite - rete europea delle istituzioni della comunicazione scientifica

 

 

 

 

 

 

Comitato scientifico

 

1.   Leonardo Alfonsi - direttore Perugia science Festival

2.   Luigi Amodio - direttore generale Fondaz. IDIS/Città della Scienza

3.   Massimiano Bucchi - Observa, Scienza e società

4.   Maria D'Ambrosio - sociologa, Università Suor Orsola Benincasa

5.   Pietro Greco - giornalista scientifico, scrittore, direttore master comunicazione scientifica SISSA di Trieste

6.   Giuseppe O. Longo - scrittore

7.   Guglielmo Maglio - naturalista, direttore aree espositive di Città della Scienza

8.   Federica Manzoli - Sissa di Trieste

9.   Piero Pantano - ordinario di Fisica e Matematica Università della Calabria

10.                Massimo Pica Ciamarra - architetto di fama internazionale

11.                Telmo Pievani - filosofo della scienza - Bicocca - Milano

12.                Andrea Vico - giornalista scientifico

13.                Gianni Zanarini - docente di Fisica Università Bologna e Acustica musicale al Dams, Sissa di Trieste

 

 
Videoconferenze, docenti, lezioni speciali a cura:
 
Jorge Wagensberg - Barcellona
Mika Kos - Lubiana
Arthur Miller - Londra
Pio Barone Lumaga – Stoccolma
 
Luigi Amodio
Fabio Cocifoglia
Maria D'Ambrosio
Massimiliano Foà
Guglielmo Maglio
Federica Manzoli
Enzo Musicò
Massimo Pica Ciamarra
Giuseppe Sollazzo
Rosario Sparno
Gianni Zanarini

 

 

LE NUVOLE e il TEATRO SCIENTIFICO

 

Le Nuvole è un gruppo di settanta persone che lavora insieme da ventitré anni. Un’idea nata e concretizzata grazie allo slancio, alla passione e al talento di artisti, tecnici, pedagogisti e studiosi accumunati dall’impegno per l’infanzia e capaci di creare sensazioni, pathos, sentimenti, ma anche eventi indimenticabili e spazi stravaganti ideati proprio per i ragazzi.

Negli anni attraversa queste tappe fondamentali:

1985- primo teatro ragazzi in Campania

1996- partner Città della Scienza

1998- concessionario di siti museali ed archeologici

2003- teatro stabile d’innovazione ragazzi

2004- ente di formazione

2005- alta cultura in Campania

2007- ente per il servizio civile nazionale

2008- destinatario del “teatro dei piccoli” della mostra d’oltremare.

 

Progressivamente diviene una realtà sempre più radicata sul territorio, ma allo stesso tempo proiettata all’Europa e al mediterraneo, pronta a destinare ingegnose attività ai più piccoli: progetti fantasiosi, didattica controcorrente, laboratori percettivi e spettacoli bizzarri che attraversano i temi dell’arte, della scienza e dell’ambiente, che guidano alla conoscenza avvalendosi principalmente delle emozioni.

 

Le Nuvole si avvicinano al teatro scientifico nel 1996 con un lavoro sperimentale portato avanti da un gruppo di professionisti del teatro affiancati da giovani studiosi della scienza. Un felice esperimento per comunicare e divulgare la scienza, specialmente ai più giovani. In seguito Le Nuvole hanno curato l’organizzazione delle visite guidate, delle attività didattiche, dei tanti eventi di Città della Scienza di Bagnoli, utilizzando i molteplici linguaggi del teatro. Un’esperienza riuscita quella di mettere in scena non solo attori, ma studiosi di biologia, matematica, fisica, ingegneria, formati teatralmente alla scuola de Le Nuvole. Non veri e propri spettacoli ma piéces di teatro per spazi insoliti. Da questa esperienza nasce CO_scienze.

 

 

 

 

CO_scienze 2009

 

Il Premio di Drammaturgia

 

Bandito per la prima volta nel 2004, diffuso attraverso la rete internet e nei musei e festival scientifici italiani, ha visto progressivamente un numero sempre maggiore di partecipanti, dai 30 del primo anno agli oltre 60 dell’ultimo anno. I testi vengono letti e selezionati da registi, scrittori, scienziati, attori ed esperti del teatro che valutano i lavori finali da premiare. La giuria è presieduta da Vittorio Silvestrini, fisico, premio Descartes, fondatore di Città della Scienza e composta di volta in volta da noti scienziati e artisti. Ciò che ultimamente ha più interessato, oltre alla scrittura vera e propria, è la varietà di esperienze, incarichi e studi degli autori partecipanti: professori universitari, ricercatori, medici, fisici, drammaturghi, registi, provenienti da tutte le regioni italiane ed alcuni da paesi europei e perfino oltre oceano. Negli ultimi tre anni si è evidenziato un gruppo di autori fortemente motivato dal piacere di divulgare, di esprimere le proprie tendenze, di valutare eticamente i movimenti scientifici attuali e futuri della nostra società. I testi raccolti in 4 anni, sono scritti brevi, adatti a contesti non teatrali, ma piuttosto a spazi diversi e alternativi come musei, science centre, mostre e festival a tema.

 

BANDO DI CONCORSO 2009

 

1. E' indetta la quinta edizione del Premio CO_scienze concorso di drammaturgia scientifica, che si propone di segnalare ed individuare autori teatrali contemporanei.
 
2. Il Concorso, nato nel 2004, si ripete per il 5° anno. Le opere dovranno ispirarsi ad argomenti scientifici: prendendo spunto dal passato, dall’attualità... immaginando il futuro. Si terrà conto della divulgazione scientifica, della leggerezza, della comicità e ironia.
 
3. La piéce, in lingua italiana, sarà breve, potrà avere uno o più autori, di qualsiasi età e nazionalità. I linguaggi ammessi sono monologhi, teatro d’attore, narrazione, teatro di figura, tecniche miste, altro...
 
4. Si preferisce un numero di personaggi limitato ed una breve durata, purché l'opera costituisca testo completo; potrà essere volutamente rivolto all'infanzia, ai ragazzi, agli adulti.
 
 
5. Sono ammesse opere drammaturgiche originali, inedite, non ispirate a romanzi, film o scritture teatrali esistenti. Si preferisce che non siano già state rappresentate.
 
6. I testi devono avere una lunghezza non inf. alle 5 cartelle e non sup. alle 12, pena l'esclusione. Per cartella s'intende una pagina di 30 righe per 60 battute circa. Non sono considerate nelle cartelle le note di regia ed ogni altra informazione utile.
 
7. Il testo in formato word, senza immagini, accompagnato dalla scheda di partecipazione, curriculum sintetico, sarà inviato via mail entro e non oltre il 30 aprile 2009 all’indirizzo: lenuvole@cittadellascienza.it
 
8. I testi saranno selezionati e valutati da una giuria composta da noti esperti del mondo teatrale e scientifico.
 
9. La giuria esprimerà le proprie valutazioni insindacabili entro il 10 luglio 2009.
In mancanza di opera meritevole, il premio non sarà assegnato.
 
10. La partecipazione al Concorso, del tutto gratuita, implica l'accettazione di tutte le norme del presente Bando.
 
Il PREMIO, a giudizio degli organizzatori, può essere la pubblicazione del testo nella collana editoriale denominata CO_scienze o la messa in scena del lavoro a cura de LE NUVOLE con debutto entro il 31/12/2010.
 
L'esito della selezione sarà comunicato al/ai vincitori via telefono e via mail; la
motivazione verrà inserita sul sito: www.lenuvole.com
Il vincitore, se crede, può far parte della commissione valutativa dell’anno successivo. La scheda di partecipazione può essere richiesta a:
 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl