"La vita è Sogno" al Teatro Sala Uno

11/mar/2009 15.07.26 Giulia Contadini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

comunicato stampa teatro

 

Ass. Cult. Theatrica

presenta

Dal 24 marzo al 5 aprile 2009

 

Teatro SalaUno

 

Un’ opera che oscilla fra la semplicità della fiaba e la complessità della costruzione simbolica

 

LA VITA È SOGNO

di

Calderòn de la Barca

Adattamento
Francesca Frascà e Pierluigi Freddi

Regia
Pierluigi Freddi

Personaggi e interpreti
Rosaura,
Francesca Frascà
Clarino, Ernesto De Stefano
Sigismondo, Pierluigi Freddi
Clotaldo,
Daniel Plat
Astolfo, Alessandro Di Somma
Stella, Serena De Simone
Basilio,
Pierfrancesco Botti
Guardie,
Andrea Cotrone- Manuel Ricco
Dame, Claudia Alteri, Stefania Cartechini, Mari Hallak, Shelly Lattanza

 

Dal 24 marzo al 5 aprile 2009 sarà in scena al teatro SalaUno di Roma l’opera più celebre del drammaturgo spagnolo  Calderòn de la Barca: LA VITA è SOGNO, una commedia filosofica divenuta oggetto di numerose interpretazioni.

LA VITA È SOGNO ci fa spettatori della decisione di un re (Basilio) di rinchiudere in una torre il proprio figlio neonato (Sigismondo), escludendolo dal mondo esterno perché i suoi calcoli astrologici annunciano che si rivelerà un pessimo governante. Tale scelta pone inevitabilmente un interrogativo morale. E’ giusto che un padre decida della vita del proprio figlio affidandosi alla scienza? Premesso che nel XVII secolo l’astrologia è per lo più considerata una scienza, per cui si crede alla influenza degli astri nella vita degli uomini, scopriamo che il testo ci offre una riflessione quanto mai attuale: se l’ astrologia incarna una delle forme del sapere scientifico e la sua consultazione induce ad una conclusione tanto estrema, deve prevalere l’adesione incondizionata a quest’ultima, oppure la ragione morale deve intervenire a ponderare questo risultato “scientifico”?

Ci addentreremo nella vita umana intesa come processo verso la conoscenza; ci soffermeremo sul passaggio dalla ferinità alla razionalità e sulla cultura come strumento di coercizione capace di dominare gli istinti dell’ uomo. Sigismondo non ha mai conosciuto la realtà, ma le sue apparenze attraverso l’educazione impartitagli da Clotaldo (guardia della torre) e il grado di ignoranza spiega le sue violente azioni quando verrà condotto a palazzo. Assisteremo al percorso conoscitivo del principe: “Sono dunque tanto simili ai sogni le glorie, che quelle reali sembrano false, e quelle simulate, vere?”

Cos’ è la realtà? Il sogno è finzione e la veglia realtà? Se la vita che viviamo fosse una rappresentazione in cui recitiamo una parte? Questo si chiede Calderòn, e noi con lui…

Il punto di convergenza sarà il messaggio del protagonista: “Obrar bien es lo que importa”, perseguito con semplicità e chiarezza di mezzi e con la immancabile fantasia che regna nella fiaba orientale da cui trae spunto il nostro autore.

 

 

LA VITA È SOGNO

Teatro Sala Uno

Dal 24 marzo al 5 aprile 2009
P
.zza di Porta S.Giovanni 10- tel. 06 7009329-www.salauno.it
Tutte le sere ore 21- domenica ore 18

Biglietto intero euro 16, ridotto euro 13, gruppi minimo 10 persone 11 euro.

 

 

Ufficio Stampa Giulia Contadini

 cellulare 333/3483517

emaiL  giuliacontadini@hotmail.com

 


 


Conheça já o Windows Live Spaces, o site de relacionamentos do Messenger! Crie já o seu!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl