Seminari estivi Spazio Scimmie Nude

25/mag/2009 08.22.09 Francesca Audisio - Associazione C. Scimmie Nude Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

SEMINARI ESTIVI SPAZIO SCIMMIE NUDE

 

MIMESIS: LA forma dell’essenza

IL METODO DI ORAZIO COSTA GIOVANGIGLI

Seminario tenuto da Gaddo Bagnoli

6-7-8 luglio 2009

 

Questo lavoro sulla comunicazione teatrale si sviluppa attraverso un’indagine attenta sulla fisicità di ciascun allievo attore, sui meccanismi e sulle  possibilità espressive del corpo, dove la voce viene considerata come un particolare tipo di azione: l'azione vocale, che appunto trae la sua origine proprio dal corpo.

 

Il motore principale di tutta la nostra ricerca è il "Metodo Mimico" di Orazio Costa: un grande maestro del teatro italiano che ha creato un metodo di lavoro organico per l’attore basato sulla "Mimesis". La Mimesis è una caratteristica innata dell'Uomo. Questa caratteristica è comune, in forme più o meno sviluppate, a tutti gli esseri umani. La Mimesis nasce con l'uomo, è congenita ai suoi processi di apprendimento e di conoscenza del mondo. Il neonato e poi il bambino (solo fino all'età pre-scolare) scopre e conosce il mondo   imitando per istinto il fenomeno o l'oggetto da lui incontrati. Il bimbo 'diventa' ciò che vuol scoprire, si annulla completamente (corpo, emozione e mente) nell'imitazione di quel che vuol conoscere.

 

Questo gioco meraviglioso che avviene all'inizio della vita di ogni uomo e che risulterà fondamentale per la sua crescita e per la sua sopravvivenza è destinato ad interrompersi. Infatti questa facoltà 'mimetica' molto sviluppata nei bambini, scompare in quasi tutti gli esseri umani con l'inizio dell'attività scolare e quindi con l'ingresso nella società degli adulti.

 

Ognuno di noi crescendo va ad occupare un preciso posto in un determinato gruppo sociale, così assume automaticamente diritti e doveri di quel gruppo e si assoggetta volontariamente ad un sistema di regole ben preciso.

 

Il lavoro sulla ricerca della Mimesis si propone di riscoprire questa facoltà nascosta, questa primaria forma di conoscenza e di espressione dell'uomo e di utilizzarla per il lavoro dell’attore come metodo nuovo ed antico allo stesso tempo, che conduce l’allievo attore a risultati originali e sorprendenti.

 

Lavorando su stati di annullamento della propria 'Cultura' la mimica ottiene un risultato semplice e totale: un contatto diretto con il mondo che ci circonda, in virtù degli infiniti modi di esprimerlo e di comunicarlo agli altri con la nostra antica purezza.

ESPERIENZA RICHIESTA:il corso ha come obiettivo la scoperta ed il rinnovamento delle tecniche, della poetica e della cultura teatrale di ogni partecipante, per questo è rivolto a tutti: principianti, allievi attori e giovani professionisti.

PARTECIPANTI: Max 14.

INCONTRI: lunedì 6, martedì 7 e mercoledì 8 luglio; ore 19.30/23.30.

TOT. 12 ore

 

GADDO BAGNOLI    

Gaddo Bagnoli, dopo aver frequentato per tre anni il laboratorio di Arte Mimica di Orazio Costa a Firenze, è tra gli attori della "Favola di Orfeo" di Agnolo Poliziano per la regia dello stesso Costa Giovangigli, presentato in occasione del IX Congresso Mondiale dei Poeti, svoltosi a Firenze. Successivamente si diploma  a pieni voti nel Giugno '89 presso la "Scuola di Teatro di Bologna" diretta da Alessandra Galante Garrone. Frequenta la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna conseguendo la laurea in Drammaturgia con il professor C. Meldolesi. Tra i registi che lo hanno diretto bisogna almeno ricordare: Orazio Costa, Judith Malina, Jerzy Stuhr, M.Butchievic (Scuola D’arte drammatica di Mosca diretta da Anatolj Vassiliev), Egisto Marcucci, Lele Luzzati, Vito Molinari, Tonino Conte, Beni-Montresor (con il quale sara' 'Pistola' nel "Falstaff" di Salieri a New York), Nicholas Brandon, Maria Teresa Pizzi.

Parallelamente alla carriera attorica e didattica, comincia, verso la metà degli anni ’90, a sviluppare la sua vocazione principale, quella registica.

Per il Comune di S. Piero a Sieve (FI) cura la regia e la drammaturgia de "L'amore, l'arte e la follia" nel ’96.

Nella stagione '97 per l'Arena di Verona , coordina i movimenti scenici della "Madame Butterfly" al fianco sempre di Beni-Montrésor.

Per la Cittadella Musicale di Arezzo '98 collabora alla regia de "La Bohème" con Aldo Tarabella.

Nella stagione ‘99/’00 cura la regia di “In fondo a destra” di Raffaello Baldini interpretato da Lorenzo Anelli, COM teatro produzioni e Spazio Zazie Milano. Nel 2001 nasce il progetto-spettacolo “Binario Jazz” che lo vede impegnato come regista e drammaturgo a Firenze per la compagnia Binario 16. Nel 2005 per la compagnia Crapula cura regia e adattamento di “GrandOtello” dal testo omonimo di W. Shakespeare. Sempre nel 2001 fonda e diventa direttore artistico della compagnia teatrale “Scimmie nude” curando la regia di varie produzioni (specifiche: www.scimmienude.com)

 

SESSIONE DI TRAINING FISICO – VOCALE

Seminario tenuto da Claudia Franceschetti

11-12-13 luglio 2009

 

Una sessione di lavoro totalmente dedicata al training fisico-vocale dell’ attore: una proposta mirata e guidata  alla consapevolezza del proprio corpo.

Partendo dal riconoscimento dello stato attuale del proprio apparato, se ne comprenderanno i limiti e si amplieranno le proprie possibilità.

Un training fisico che è prima di tutto un processo. Non si tratta di mero esercizio fisico ma di un  collegamento al proprio stare e sentire: si agisce e si verifica, dal fuori al dentro e dal dentro al fuori.

 

Il training sul corpo non può scindersi dal training vocale: verrà lavorata la voce come suono, cioè variazione della pressione dell’ aria, come materia e materializzazione; suoni e sonorità che si muovono e occupano uno spazio dentro il corpo, si canalizzano e danno voce ad altro, un sentire “diverso” nascosto dentro di noi.

Una voce che, come il corpo, va scoperta nelle sue potenzialità espressive, evocative e suggestive.

 

Il training proposto vuole essere anche una trasmissione del lavoro fisico-vocale attuato all’interno della compagnia Scimmie Nude, una condivisione e apertura della nostra personale visione del corpo dell’ attore, come macchina preparata e costantemente pronta a vibrare.

 

ESPERIENZA RICHIESTA:il corso è rivolto ad attori professionisti o allievi che vogliano acquisire strumenti per  studiare e preparare il proprio corpo-voce.

PARTECIPANTI: Max 14.

INCONTRI: sabato 11, ore 10.00-19.00 (pausa dalle ore 13.00 alle ore 14.00); domenica 12, ore 10.00-19.00 (pausa dalle ore 13.00 alle ore 14.00); lunedì 13, ore 19.30-23.30.

TOT. 20 ore

 

CLAUDIA FRANCESCHETTI

Claudia Franceschetti  (nata a Desenzano del Garda -Bs- il 29/10/1977) comincia la sua formazione teatrale nel 1993; studia con Mamadou Dioume, Eugenio Allegri, Roy Hart Theatre, Giorgio Rossi, Raffaella Giordano, David Larible, Jango Edwards, Cirque Convoi Exceptionnel, Gabriele Vacis, Roberta Carréri - Odin Teatret, Chiara Guidi –Raffaello Sanzio.

Nel  2003  si diploma alla scuola di teatro  Quelli di Grock (Milano) e sempre in quell’ anno entra nella compagnia Scimmie Nude  partecipando  con la regia di Gaddo Bagnoli all’ allestimento di ‘Amleto’ di W. Shakespeare, (2004), ‘Il caro estinto’ di René de Obaldia (2005), ‘Il mare’ di Edward Bond (2005), ‘Pauraedesiderio’ (2008).

Dal 2005 studia  biomeccanica teatrale con Nikolaj Karpov con la cui regia recita nello spettacolo ‘I capricci dell’ amore. Scene tratte dalle commedie di Anton Cechov; attualmente frequenta il corso di formazione specialistica di Biomeccanica teatrale di Mejerchol’d  tenuto dal M° Gennadi N. Bogdanov.

Dal 2005 si dedica anche all’ insegnamento e conduce  sessioni di lavoro sul training dell’ attore; attualmente insegna alla scuola di teatro Quelli di Grock (Milano) e allo Spazio Scimmie Nude di Milano.

Per due anni consecutivi vince il premio come migliore attrice  al  concorso “In Breve…Festival nazionale di Corti Teatrali” organizzato dalla LIIT, edizioni 2008 e 2009

 

 

Per maggiori informazioni

info@scimmienude.com

Spazio Scimmie Nude, ref. Francesca Audisio, 02.45541447

Per comunicazioni urgenti 333.5223569

 

* la Tessera Scimmie Nude consente a chi la possiede di entrare con condizioni agevolate agli spettacoli e agli eventi della Compagnia Scimmie Nude; di avere biglietti ridotti nei teatri PIM e Olmetto di Milano; di affittare lo Spazio Scimmie Nude a prezzi competitivi.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl