IN BOCCA AL LUPO RAGAZZE!

L'immagine positiva e fiduciosa della manifestazione, che si è diffusa in questi tredici anni negli ambienti teatrali italiani e oltre confine, si misura dal costante crescente interesse, grazie al quale quest'anno ha raggiunto il suo apice con 257 iscrizioni per un totale di oltre 300 attrici, considerando i gruppi.

29/mag/2009 01.59.20 concorso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

perché “Le donne costituiscono la metà migliore dell’umanità” (Mahatma Gandhi)

Lo sa signor Valerio che quest’anno, appena arrivata a Imola per uno spettacolo teatrale, sono tornata a vedere il posto dove ho vinto il terzo premio nel vostro concorso del ’98? Sì perché è da lì che ho cominciato. Il risultato del concorso mi ha fatto decidere di perfezionare i miei studi in Accademia; e ora eccomi qua, soddisfatta di essere un’attrice professionista”.

Molte delle attrici che si stanno affermando in Italia e anche all’estero, sono partite da qui. Il concorso di Imola ha permesso loro di confrontarsi e avere una conferma che il loro sogno sarebbe stato possibile. E’ questo lo scopo per cui continuiamo a proporre il Concorso teatrale femminile LA PAROLA E ILGESTO e assieme a noi ci credono i nostri sponsor che anche per questa XIV° edizione hanno confermato il loro sostegno: La Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Il Comune di Imola, e la Coop.va CESI di Imola.
L’immagine positiva e fiduciosa della manifestazione, che si è diffusa in questi tredici anni negli ambienti teatrali italiani e oltre confine, si misura dal costante crescente interesse, grazie al quale quest’anno ha raggiunto il suo apice con 257 iscrizioni per un totale di oltre 300 attrici, considerando i gruppi. Le domande, comprensive anche di una prova registrata, costituita dalla lettura di uno dei brani previsti nel regolamento, sono state valutate con cura dalla Commissione esaminatrice che ha scelto  le 44 partecipanti per la prova di selezione e 20 riserve. 
A Palazzo Monsignani, nel cuore della città, c’è un altro cuore che pulsa dall’emozione: è quello di queste  giovani attrici che, se arriveranno in fondo a questa gara, avranno presentato al pubblico e alla Giuria tre diversi brani: uno per la selezione, uno per la semifinale e uno per la finale.
Le partecipanti  hanno la massima libertà di scelta e di svolgimento dei brani proposti: c’è chi segue la tradizione collegandosi alla commedia dell’arte o al teatro classico, chi sviluppa una drammaturgia del tutto personale, ispirata ai grandi del passato remoto o recente, chi intreccia testi diversi per comporre una prova divertente, chi privilegia racconti al femminile pieni di tensione, altre con un’attenzione sincera verso i problemi di attualità, avendo esperienza di teatro sociale. Tutte con quella particolare cura e sensibilità che solo un punto di vista femminile può sviluppare.
Gli autori più gettonati restano: Pirandello, Checov, Fassbinder, Ionesco, Dario Fo e Franca Rame, Garcia Lorca, Genet, Tremblay, Sofocle, Wilde, Benni, Kane, Shakespeare, Baricco, Brecht, Maraini, Anouilh, Ginzburg, Wesker… ma molte propongono le nuove drammaturgie, con i testi di Emma Dante, Pietro Floridia, Roberto Cavosi; o scrittori in auge come Marquez, Perriera, Coelho; frequenti i monologhi su ritratti femminili proposti in chiave ironica, tratti da testi di Franca Valeri, Lella Costa, Paola Cortellesi.
Le prove costituiranno un vero e proprio spettacolo davanti al pubblico e si svilupperanno in sette serate, rispettivamente:
VENERDI’  5  giugno 09
                 prima selezione
GIOVEDI’  11 giugno 09  
                 seconda selezione
VENERDI’ 19 giugno 09 
                 terza selezione
VENERDI’  26 giugno 09 
                 quarta selezione
VENERDI’  3   luglio 09 
                 prima  semifinale
VENERDI’  10  luglio 09
                 seconda  semifinale
VENERDI’  17 luglio 09   finale – 
                 Consegna Premio
                 IMOLA PER IL TEATRO 
a un personaggio illustre del Teatro italiano
 
Ogni sera il pubblico premierà la partecipante (singola o gruppo) che avrà ottenuto il maggior numero di preferenze. Inoltre una giuria di giovani attori deciderà ogni volta a chi consegnare il premio offerto dalla COOP.VA CESI.
Al lavoro una Giuria tecnica costituita da esperti (attori, registi, scrittori) e da un rappresentante del pubblico.
Per le migliori partecipanti ci sarà successivamente una tournée in diversi comuni delle province limitrofe: una bella occasione per vivere insieme un’esperienza gratificante e far conoscere a tutti le capacità e la passione espresse da queste giovani promesse del teatro italiano.
Alle protagoniste di questa bella iniziativa, un pensiero legato alle loro aspettative:
GROTOWSKY DISTINGUEVA TRA L'ATTORE CORTIGIANO E L'ATTORE SANTO; IL PRIMO E' COLUI CHE ACCUMULA SUCCESSI, IL SECONDO COLUI CHE SI SPOGLIA FINO A RAGGIUNGERE L'ESSENZA.
Una nota per il pubblico degli affezionati: illuogo abituale, è cambiato: saremo sempre a Imola, ma  a Palazzo Monsignani Sassatelli – Via Emilia 69 – Sala Mariele - ore 21 – con INGRESSO LIBERO
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl