A Teatro come al Cinema a 5,00 euro

20/ott/2004 13.54.15 Teatro Vascello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
AL TEATRO VASCELLO COME AL CINEMA
Martedì e Mercoledì posto unico 5,00 euro
offerta valida fino al 14 novembre

13 ottobre-  14 novembre

La Fabbrica dell’Attore Stabile d’Innovazione presenta

MANUELA KUSTERMANN Deianira

LE TRACHINIE di Sofocle

adattamento in inglese di Ezra Pound traduzione italiana di Giancarlo Nanni

regia GIANCARLO NANNI, musica PAOLO VIVALDI

con  PAOLO LORIMER Ercole  e MASSIMO FEDELE Messo,   MAURIZIO PALLADINO Lica araldo, SARA BORSARELLI Nutrice, MARCO VERGANI Illo,

Coro

Voci soliste GABRIELLA AIELLO e PILAR

Danzatrici  VALERIA ANDREOZZI, SILVIA BASTIANELLI, MARIA LAURA BELLESIO, GEA LUCETTI

scene e costumi Cristiana Agostinelli, coreografia Simonetta Alessandri, luci Valerio Geroldi

LA TRAMA:

Deianira moglie di Eracle, in esilio nella città di Trachis, confida alla nutrice la sua angoscia perché non ha notizie del marito. La nutrice le consiglia di inviare il figlio Illo in cerca del padre. L’araldo Lica che racconta che Eracle è salvo e che sta celebrando il suo trionfo sulla città di Eucalia, che ha distrutto per vendicarsi del re Eurito. L’araldo conduce uno stuolo di prigioniere, una delle quali colpisce Deianira per bellezza e nobiltà. Il vecchio la informa che è Iole, figlia di Eurito e che per lei Eracle ha distrutto Eucalia. Lica è costretto a confermare, e Deianira per riconquistare il marito, gli invia una tunica impregnata con il sangue del Centauro Nesso ucciso da Eracle, pensando che sia un filtro d’amore. Solo dopo Deianira scopre che il sangue di Nesso è invece un potentissimo veleno. Ritorna Illo che, furioso con la madre, racconta il terribile effetto della tunica su Eracle. Disperata, Deianira si uccide. Mentre il figlio è in preda ai rimorsi, arriva Eracle morente. Chiede ad Illo di ucciderlo e di vendicarlo, ma quando apprende che Deianira si è uccisa per il rimorso di aver scambiato un potente veleno per un filtro d’amore, capisce che è l’avverarsi di un’antica profezia. Fa giurare al figlio, di bruciare il suo corpo nell’Etna e di sposare Iole. Illo tenta di ribellarsi, il corteo funebre si avvia e il giovane lancia al cielo un’aspra sfida.

 

Scrive Jan Kott nel suo libro “Mangiare Dio”: Di Tutte le tragedie di Sofocle “Le Trachinie” contiene la più disperata interpretazione possibile del destino umano… In Sofocle non c’è mediazione tra umano e sovrumano, né tra crudeltà del caso e necessità divina. La vita umana viene vissuta una volta soltanto e la redenzione non esiste.

 

Il grande e controverso poeta americano Ezra Pound ci ha lasciato una bellissima e moderna traduzione di LE TRACHINIE, una della sette tragedie superstiti di Sofocle, che prende il nome dalle componenti del coro e cioè le donne di Trachis. La traduzione di un testo classico presenta sempre delle difficoltà, perché portare a contatto di un pubblico moderno un testo antico significa superare il cambiamento di linguaggio, sensibilità, usi e costumi e convenzioni. L’importanza della traduzione di Ezra Pound è stata quella di partire da principi opposti da quelli dei traduttori di teatro classico: è la sostanza e la struttura della tragedia che genera il linguaggio e non viceversa: il traduttore deve essere fedele soprattutto al contenuto tragico ed al linguaggio. Pound è partito dalla radice per arrivare ad un linguaggio dei nostri giorni, ma che conservasse l’essenza antica. Semplificando il linguaggio, lo ha riportato alla sua funzione di intermediario fra l’opera ed il pubblico.


 

 




Estratto di una lettera di Ernest Hemingway a Ezra Pound



 

“La Finca Vigia, 19 Luglio 1956

Caro E., domani essendo il mio cinquantasettesimo anno della mia età spero che accetterai la medaglia del mio premio Nobel. Te la mando sulla base del vecchio principio cinese, secondo cui nessuno possiede nulla sinchè non l’ha data a un altro. Te la mando perché sei il maggior poeta vivente; una piccola distinzione ma tua soltanto… Accetta la medaglia e questo assegno ($ 1000) che rappresenta pressappoco la fine dei quattrini del Nobel il cui uso avevo detto che sarebbe stato il più intelligente possibile… Se tu dovessi vincere il premio svedese, come dovresti, tieni il mio e fa’ del tuo quel che vuoi. Tuo sempre, Hem”

 

 


 

TEATRO VASCELLO LA FABBRICA DELL’ATTORE

orari spettacoli: dal martedì al sabato ingresso ore 21,00 - domenica ore 17,00

prezzi dei biglietti: 12,00 euro intero, 8,00 ridotto, studenti 5,00 euro. Sono previste matinée da concordare con il professore interessato. Lo spettacolo dura un ora e trenta senza intervallo.

 

ABBONAMENTI

17 spettacoli 102.00 euro - 10 spettacoli a scelta 80.00 euro

 

Come raggiungerci:
Il teatro Vascello si trova in Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio (Roma) sopra a Trastevere.
Con mezzi privati: Parcheggio per automobili: lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro.
Con mezzi pubblici: autobus 75 si ferma proprio davanti al teatro Vascello e si può prendere da stazione Termini o Piramide, oppure il 44, il 710 e l'871, 870.
Vi aspettiamo

Per contattarci >>>  06 5898031 06 5881021 fax 06 5816623
Per i vostri suggerimenti >>> promozione@teatrovascello.it

Per approfondimenti >>> www.teatrovascello.it

 

 

 

 

 

 

 

 
Ai sensi della legge sulla privacy (L. 675/96) tutti i nominativi della
nostra mailing list sono in copia nascosta  e non vengono diffusi o resi
noti in alcuna forma, neppure agli altri membri.
Se non hai interesse per i servizi e le notizie del Teatro Vascello e
desideri la cancellazione dalla mailing list è sufficiente inviare una
risposta al presente messaggio con la parola "cancella".
Se hai amici che possono essere interessati alle notizie e ai servizi del
Teatro Vascello inoltra loro questa mail.
Nuovi membri: per ricevere le news su spettacoli e labs e avere informazioni
su convenzioni per la nuova stagione del Teatro Vascello inviare una mail
con nome e cognome a promozione@teatrovascello.it
<mailto:promozione@teatrovascello.it>

 

 

 

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl