ORGIA di Pier Paolo Pasolini

Pasolini, che il regista Andrea Adriatico mette in scena a pochi giorni

Allegati

27/ott/2004 17.44.19 Teatro Vascello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
 
TEATRO

VASCELLO STAGIONE  2004  2005   SALA DUE

ABBONAMENTI

17 spettacoli  € 102,00      10 spettacoli a scelta   € 80,00 

Sala due € 5,00  posto unico


biglietto speciale per gruppi Cral, Studenti (gruppi < 20 persone) € 5,00

 

prenotazioni:

promozione@teatrovascello.it

065881021- 065898031

fax.: 065816623

 

 

Teatri di Vita presenta

dal 27 ottobre al 1 novembre
ORGIA
di Pier Paolo Pasolini

regia di Andrea Adriatico

con
FRANCESCA BALLICO La Donna
MAURIZIO PATELLA L'Uomo
ROSSELLA DASSU La Ragazza

cura e assistenza Daniela Cotti, Fabrizio Montanari
luce e scena Andrea Cinelli
suono Enrico Medri
organizzazione Monica Nicoli
costumi Romeo Gigli, La Perla
sarta Pia Pancotti
promozione Emilio Ricciardi
fotografia Raffaella Cavalieri
con la collaborazione di Felcaro Sedie, Eminflex
produzione Teatri di Vita


ATTENZIONE: posti limitati. Spettacolo consigliato a un pubblico adulto

Un'orgia di parole, passioni, ricordi travolge un Uomo e una Donna, in un sacrificio rituale fatto di sesso e violenza. E' Orgia di Pasolini, che il regista Andrea Adriatico mette in scena a pochi giorni dall'anniversario della morte di Pasolini avvenuta tra l'1 e il 2 novembre 1975. LÕopera di Pasolini, così dura e poetica, è interpretata da Francesca Ballico, Maurizio Patella e Rossella Dassu, che fanno rivivere questo atto d'accusa verso l'alienazione moderna in un allestimento estremo e oltraggioso, dove sesso e violenza si fondono in un trionfo del sadomasochismo.
Fra tutte le opere teatrali di Pasolini, anzi fra tutte le sue opere, Orgia è forse quella più "astratta" e forse la più emozionante e poetica, che il suo stesso autore portò in scena nel 1968 a Torino per l'interpretazione di Laura Betti, scomparsa pochi mesi fa.
I protagonisti sono un Uomo e una Donna che si torturano a vicenda come in un sacrificio rituale fatto di sesso e violenza, iniziato in un giorno di Pasqua. Tragedia del sadomasochismo ma anche denuncia dello sradicamento di una società lanciata verso un abbagliante e infido progresso; e sono proprio quelle radici di "un passato felice che ha prodotto persone infelici" a portare verso la fine i due protagonisti, schiacciati dalla memoria di un tempo perduto e sincero. Fino a una conclusione che conduce inesorabilmente verso una prevedibile sconfitta, che però assume genialmente i caratteri di una rivoluzione. La rivoluzione della Diversità, che per Pasolini è l'ultima possibilità per resistere, inutilmente, all'omologazione, alla nuova barbarie che avanza: il mito borghese del consumo, la rimozione di un passato che è impossibile rimuovere.

Dopo aver dedicato a Pasolini numerosi spettacoli ed eventi agli inizi degli anni novanta, Andrea Adriatico affronta per la prima volta una tragedia pasoliniana, dopo aver attraversato autori come Koltès e Copi, Testori e Mishima, e dopo aver debuttato nel cinema come regista del fortunato Il vento, di sera.
La sua Orgia è condotta su un equilibrio della recitazione tra attenzione alla poesia e al senso delle parole di Pasolini e una fisicità estrema che viene sottolineata dalla vicinanza imposta agli spettatori. Lo spettacolo si trasforma così in una vera e propria esperienza di intenso contatto ravvicinato con la poesia di Pasolini e con la sua disperata denuncia di una società incapace di comprendere il proprio passato e quindi il proprio futuro.


Cristina D'Aquanno

 

www.teatrovascello.it
 
 
 
 
 
 
 
 
Ai sensi della legge sulla privacy (L. 675/96) tutti i nominativi della
nostra mailing list sono in copia nascosta  e non vengono diffusi o resi
noti in alcuna forma, neppure agli altri membri.
Se non hai interesse per i servizi e le notizie del Teatro Vascello e
desideri la cancellazione dalla mailing list è sufficiente inviare una
risposta al presente messaggio con la parola "cancella".
Se hai amici che possono essere interessati alle notizie e ai servizi del
Teatro Vascello inoltra loro questa mail.
Nuovi membri: per ricevere le news su spettacoli e labs e avere informazioni
su convenzioni per la nuova stagione del Teatro Vascello inviare una mail
con nome e cognome a promozione@teatrovascello.it
<mailto:promozione@teatrovascello.it>
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl