Oltre il Cerchio Perfetto

Regia Riccardo Fazi e Claudia Sorace

18/nov/2004 19.21.15 Residui Teatro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
IN COLLABORAZIONE CON VI° MUNICIPIO, CIRCUITO GIOVANI E CEMEA DEL MEZZOGIORNO

INDEX MUTA IMAGO & RESIDUI TEATRO

presentano

Oltre il cerchio perfetto, II° edizione
Rassegna nazionale di drammaturgia contemporanea

Dal 1 al 15 dicembre ?04
ore 21:00
Rampa Prenestina
Via Aquilonia 52,
zona l.go Telese, Roma
info. 3476828699/3392980869

Biglietto intero: 6 euro
Abbonamenti: 3 spettacoli 15 euro,
5 spettacoli 20 euro


Direzione artistica e organizzazione
Gregorio Amicuzi,
Riccardo Fazi,
Claudia Sorace,
Massimo Troncanetti

Ufficio stampa
Viviana Bovino
Antonella D?Ascenzi
Info. 3478138069
info@residuiteatro.it


Alla sua seconda edizione, ?Oltre il cerchio perfetto? quest?anno allarga
i confini: un tentativo, se si vuole anche ardito, di iniziare a porre le
basi di un ponte che, fin da ora, possa contribuire ad avvicinare da una
parte realtà ancora oggi teatralmente lontane tra di loro. In due settimane,
cinque spettacoli e tre città dal nord al sud, si alterneranno nello spazio
della Rampa Prenestina, dove saranno dislocate installazioni video e performative
di giovani artisti romani, così da far vivere l?intero edificio e non solamente
il suo palcoscenico.
In questo modo s?incontrano forme diverse ma complementari di fare teatro:
quello delle compagnie di sperimentazione e quello dei canali istituzionali
di formazione, attraverso una programmazione che contempla la presenza di
realtà teatrali accomunate dalla stessa spinta creativa, da temi che rivestono
una forte importanza a livello attuale, e ancora una volta, dalla centralità
che continua a rivestire in ognuno di questi casi il ruolo e il lavoro dell?attore
e di una drammaturgia che risiede nel contemporaneo.


Programmazione

01/02/03 dicembre ?04
Index Muta Imago
GRANO
Di Riccardo Fazi
Regia Riccardo Fazi e Claudia Sorace
Con Rebecca Braccialarghe, Antonella D?Ascenzi, Riccardo Fazi
Videoscenografie: Massimo Troncanetti
Musiche e design sonoro: Emiliano Zelada

Un fratello torna a casa dalle due sorelle, dopo anni di assenza. Presto
si rende conto che qualcosa deve essere successo durante la sua assenza:
nel frattempo Chiara, la sorella minore, tarda a tornare a casa...
Inizia cosí il viaggio di un uomo all?interno del cuore di tenebra che si
nasconde dietro la rispettabile facciata che ogni famiglia presenta al mondo
esterno.
All?interno di una scenografia minimalista, lo spettacolo indaga lo stretto
rapporto che intercorre tra un amore assoluto, puro, come può esserlo quello
tra due sorelle, con l?impossibilità di viverlo appieno dovuta alle mediocrità,
alle regole, ai doveri della vita quotidiana. E lo fa attraverso un linguaggio
multimediale che fa incontrare il linguaggio performativo della scena con
quello video e televisivo, facendo interagire le possibilità metaforiche
che l?uso della tecnologia video permette con un testo costituito da dialoghi
secchi, concisi, caratterizzati dalla quotidianità della parola di tutti
i giorni.


04/05/06 dicembre ?04
Residui Teatro
?E SE FOSSE CHE MORIRÒ DOMANI
Regia: Gregorio Amicuzi
Drammaturgia: Gregorio Amicuzi e Francesco Beltrani
Con Gregorio Amicuzi, Viviana Bovino, Antonella D?Ascenzi, Pasquale Marino
Tecnico luci-audio: Ignazio Abbatepaolo

Questo spettacolo rappresenta una ricerca di senso nel percorso destabilizzante
della produzione e del consumo.Concepito nel sud, utilizza come pretesto
le domande, le aspettative e le storie del sud, dalle province alle periferie.
Chi è che fugge e perché? Cosa cerca, cosa trova? I temi sviluppati sono
il frutto di un?analisi di testi di Bukowski, Cortazar, Voltarelli, Calvino,
Fernàndez de Juan, Neruda e degli stessi attori. La storia si sviluppa seguendo
il percorso del tempo speso, perduto, o guadagnato nei diversi mondi elaborando,
così, un sottile equilibrio tra presente e futuro. Tutti i personaggi si
muovono cercando un desiderio da realizzare, ognuno con le proprie capacità,
convinti che questo basti, che, nella terra del domani questo sia il passaporto
dei sogni. Che cosa accade quando il desiderio incontra la società? Nasce
la paura, l?insicurezza e il bisogno di una soluzione rapida.??E se fosse
che morirò domani? rappresenta un bisogno di senso, senza dimenticare il
gioco che la vita propone e la capacità di dire: non so.


07/08/09 dicembre ?04
CLAUDE
Regia Claudia Sorace
Con Filippo Farina, Fabio Ghidoni, Roberto Testa
Liberamente tratto da ?In casa, con Claude?, di Rene Daniel DuBois

A prima vista, un giallo, un thriller, uno dei più classici. Siamo nel 2002,
la città di Milano è in festa per la partita decisiva di fine campionato.
E? notte, ma le luci dell?ufficio di uno dei più importanti giudici della
città sono ancora accese.
Ivan, un giovane gigolò, ha costretto la polizia a raggiungerlo lí dentro,
usando informazioni scabrose in suo possesso come arma di ricatto.
Un interrogatorio che presto si trasforma in una lotta tra due uomini che
scoprono di avere in comune molto di più di quello che pensavano: una danza
verbale, uno scambio perfettamente orchestrato di domande, risposte, urla,
sussurri, implacabili silenzi, che eleva allo statuto di arte il duro lavoro
drammaturgico della stesura e del montaggio del dialogo. La scena è immediata,
nella sua semplicità, cruda, piatta come le luci al neon che la illuminano.
Fuori dalle finestre, il blu elettrico della notte appena iniziata. Dentro,
persone che urlano.


10/11/12 dicembre ?04
LIFE POINTS
Di Emanuele Crotti e Filippo Farina
Regia Emanuele Crotti
Con Filippo Farina
Liberamente tratto da ?La struggente opera di un formidabile genio? di Dave
Eggers

Tratto dal recentissimo romanzo ?La struggente opera di un formidabile genio?
di Dave Eggers, giovane autore americano ironico e irriverente, il monologo
racconta le imprese di una coppia di fratelli: Filippo e Toph, rimasti
improvvisamente orfani di ambedue i genitori. Privati di modelli e radici,
dovranno inventarsi una vita nuova, superando la tentazione di trasformare
tutto in una eterna vacanza e facendo i conti con la vita vera e le sue
più importanti questioni (da fare una lavatrice da soli a accettare la morte
della madre, fino a comprendere che solo l?amore- quasi simbiotico- che
li lega l?uno all?altro può colmare la loro ansia di vivere). Il monologo
gioca con le convenzioni del teatro di narrazione mescolandole con quelle
del cabaret cercando di cogliere le sfumature delicate del vivere, la tristezza
ma anche il gran divertimento, e coinvolgendo in modo diretto e partecipe
il pubblico.

13/14/15 dicembre ?04
Confine Incerto
RACCONTI DAL RESTO DEL MONDO
Di Emanuela Bianchi
Regia e musiche Ettore Capicotto
con Emanuela Bianchi

Lo spettacolo ruota intorno al racconto di un'emigrata, che spinta dai suoi
stessi concittadini ad andare altrove alla ricerca di possibilità e fortuna,
dovrà affrontare il "resto del mondo". Questo confronto svilupperà per contrasto
o analogia vivi ricordi della sua terra, la Calabria, i suoi suoni, gli
odori. Attraverso queste colorite ed ironiche immagini si riscontra tutta
la storicità e la cultura di un popolo e degli eventi che l' hanno contrassegnata
e che sono la spina dorsale dei valori culturali di un sud che produce e
riproduce come dinamica culturale la migrazione; dall'invasione dei "turchi
cani", ai francesi e gli spagnoli, ad una religiosità intrisa di paganesimo,
allo spettacolare paesaggio teatro di guerre ed amori, di briganti e sangue,
di gente senz'acqua e senza terra, di donne vestite a lutto per tutta la
vita, di nenje ed inni di gioia, di feste e venditori di noccioline. Dal
presente moderno si sviluppa un ricordo del passato, in armonioso ed ironico
contrasto; reso vivo ed efficace dall'alternarsi di un quadro scenico che
evoca la presenza della propria terra e la musica che racconta come passato
e presente siano un'unica cosa. Il viaggio teatrale accompagnato dall'anima
musicale vuole verificare il rapporto tra valori contemporanei e valori
tradizionali, il rapporto tra due visioni del mondo e della loro capacità
di creare insiemi coerenti di valori.







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl