Prosegue il tour di Theandric Teatro

23/ott/2009 09.35.48 ARPress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Comunicato stampa del 23 ottobre 2009
 
 
Theandric Teatro
 in Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza
Iglesias,  Monserrato, Sassari, Cagliari, San Gavino
19 ottobre – 10 dicembre 2009
 
 
 
Il teatro e la molteplicità dei suoi linguaggi espressivi come uno strumento per divulgare la pace e educare alla non violenza.
Prosegue nel segno di questi due obbiettivi il tour sardo di “Theandric Teatro in Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza”.
Dopo le prime rappresentazioni andate in scena ad Iglesias, il programma delle recite proposto dall'Associazione Culturale Theandric – fondata nel 2001 dall'incontro tra l'attore e regista Gary Brackett del Living Theatre e Maria Virginia Siriu – riprende con una serie di date e intrattenimenti per i bambini delle elementari, le scuole medie e per gli studenti dei licei di Cagliari e dell’hinterland.
 
La serie degli spettacoli in calendario nell’ultima settimana di ottobre, va avanti lunedì 26 alle ore 10,30 all’ Auditorium in via Decio Mure a Monserrato, con la piece per bambini e ragazzi dal titolo “Armonia” (ingresso 2 euro per le scuole). 
Scritto sul testo di Corrado Fiori e per la regia di Maria Virginia Siriu, “Armonia” è uno spettacolo per bambini incentrato sulle modalità e i principi fondamentali della comunicazione nonviolenta. Capacità questa tipica dell’essere umano che può essere appresa come il prodotto di un processo educativo costruito in modo creativo.
 
Narrata con estrema semplicità, giocando con i suoni, la formulazione delle parole e delle note musicali, “Armonia” è la storia di due personaggi della mitologia, Nettuno, Dio dei mari e Venere, Dea dell'amore e della bellezza.  In una sorta di viaggio verso la conoscenza e la consapevolezza, nello spettacolo gli attori in scena (Carlo Antonio Angioni e Daniela Collu), tentano di trasmettere ai piccoli spettatori i principi fondamentali del vivere pacifico.
I due personaggi mitologici tra mille disavventure e problemi, immaginano di arrivare in un paese ideale in cui si possono cancellare da tutti i vocabolari del mondo, le parole: guerra, razza, violenza, prepotenza, noia, e vivere in un luogo dove regni l'equilibrio e il buon senso, la creatività e la pace.
I costumi sono realizzati da Anna Tanchis, la scenografia è a cura di Pina Follesa.
 
Il giorno successivo 27 ottobre, sempre alle ore 10,30 all’Auditorium di via Decio Mure a Monserrato, Theandric Teatro porta in scena lo spettacolo per bambini “Le Storie del Bosco: Pollicino, Hansel e Gretel” (ingresso 2 euro). 
 
Questa interpretazione della celebre fiaba per la regia di Maria Virginia Siriu, è una lettura recitata con accompagnamento musicale e proiezione di immagini illustrative con Carlo Antonio Angioni (voce), Stefano Rachel (pianoforte), Eugenio Aresu (videoArt). “Le Storie del Bosco: Pollicino, Hansel e Gretel” si presenta come collante tra il mondo fiabesco e la realtà.
In modo giocoso e leggero è affrontato il tema della fame: piaga sociale vissuta come espressione di violenza sui bambini tra le più aggressive al mondo.
 
Il carnet degli intrattenimenti di ottobre si conclude con la messa in scena di tre matinèe, 28 – 29 - 30 sempre alle 10,30 all’Auditorium in via Decio Mure a Monserrato (ingresso 2 euro per le scuole), di “Giovanna D'Arco, anche lei oggi sceglierebbe la nonviolenza come strumento di lotta”.
 
Lo spettacolo scritto e diretto da Maria Virginia Siriu su testi Gandhi, Hannah Arendt, Paul Claudel, Jeanne D’Arc au Bucher, è imperniato su alcune problematiche globali e la possibilità di affrontare i conflitti con strumenti alternativi alla violenza ma, anche al vissuto del quotidiano, nella scuola, in famiglia e nella società.
 
La figura di Giovanna presentata come il paradigma della personalità nonviolenta, nella trasposizione teatrale appare quasi sospesa in una dimensione tra i ricordi del suo passato e l’incombente necessità di affrontare una lotta nel presente. Un’attualità nelle quale Giovanna potrebbe essere coinvolta, ma, in lei è maturato il convincimento dell’inutilità della violenza per dirimere le controversie e quali effetti terribili potrebbero derivare dalla minaccia nucleare.
Come molti suoi coetanei, è chiamata a partecipare ad un gioco che non conosce, ma nonostante tutto non vuole arrendersi e se la violenza è inutilizzabile, lei e i suoi compagni seguiranno la via della nonviolenza per proseguire la lotta.
Sul palcoscenico Daniela Collu, Primavera Contu, Massimo Zordan, le coreografie sono di Owen Perez Cesar, costumi di Valentina Chirico, realizzazioni scenografiche di Giorgio Puddu e Antonello Puddu, musiche composte da A.Honneger, Lazaro Ros, Kamkars.
 
Questo ciclo di spettacoli della stagione 2009 -2010 di Theandric Teatro Non Violento, oltre ad essere proposto e presentato come un variegato itinerario che tocca numerosi teatri e centri didattici da nord a sud della Sardegna, ancora una volta affonda le radici sulla diffusione di una cultura nonviolenta e della promozione della pace.
Proprio in quest’ ottica da sempre punto centrale dell’Associazione culturale e per aderire alla Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, avviata lo scorso 2 ottobre in Nuova Zelanda, che terminerà il 2 gennaio in Argentina, passando anche per la Sardegna, Theandric Teatro ha presentato un progetto unico nel suo genere, per essere parte attiva e propositiva per la soluzione di temi vitali per il futuro degli esseri umani a tutte le latitudini.
 
 
 
 
 
 
Per informazioni:
Associazione culturale Theandric
Via Goretti, 2 Cagliari –Pirri
Segreteria: h. 16-19
Lunedì, mercoledì, venerdì
Tel. +39 070 9533059,
cell.+39 3883679790
e mail: organiz.thendric@yahoo.it
web: www.theandric.org 
 
Ufficio stampa:
Antonio Rombi
cell. +39 3924650631
e mail: antorombi@tiscali.it
e mail: antoniorombi@libero.it
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl