comunicato stampa: VESPERTINO al teatro Bertolt Brecht

13/gen/2010 11.08.42 tbbufficiostampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UFFICIO STAMPA TEATRO BERTOLT BRECHT

SENZA SIPARIO
Stagione di Teatro Contemporaneo


Il 16 GENNAIO  2010 alle ore 20.30 presso la sala teatro dell’Istituto Filangieri di  Formia in via della Conca, nell’ambito delle iniziative relative al Progetto OFFICINE CULTURALI  della Regione Lazio,  appuntamento  della stagione di teatro contemporaneo SENZA SIPARIO  che vedrà in scena lo spettacolo “CARRUBBELLO” di e con SERGIO VESPERTINO per una produzione della COOPERATIVA AGRICANTUS di Palermo, con le musiche originali di Pierpaolo Petta.

Lo spettacolo scritto ed interpretato da Sergio Vespertino narra di Carrubbello, paese immaginario e a raccontarlo è un improbabile abitante, voglioso di togliersi dal groppone un insopportabile segreto. Questo strano, buffo e strampalato personaggio narra di come il paese e tutti i suoi abitanti siano stati soggiogati, trasformati e rimodellati da un solo fatto. Da una storia davvero curiosa e complicata. In questo spettacolo Sergio Vespertino punta gli occhi ai piccoli segni, ai messaggi e, soprattutto, ai messaggeri dell’Altrove. A dire il vero li stuzzica come lui sa fare, con quel solletico che fa ridere e che sa trovare lo spettatore nel fondo del suo cuore. In questa avventura utilizza creature semplici, che non riescono mai a comunicare del tutto il loro segreto, magari perché ci si accorge di loro sempre troppo tardi; quando hanno svoltato l’angolo e sono scomparsi. Lo spettacolo divertente per le storie e gli intrecci di fatti e fatterelli di paese, per i personaggi veri o assolutamente impossibili, per come si coglie il vero e lo si gioca... e offre un’occasione in più all’anima.

Sergio Vespertino è da tempo una delle maschere comiche più care al pubblico italiano. La sua carriera artistica e professionale comincia nel 1990 come capocomico del fortunato quartetto cabarettistico dei Treeunquarto, con il quale conosce un grande  successo personale. A distanza di dieci anni dagli esordi abbandona il gruppo, ormai popolarissimo, per dedicarsi all'affinamento della propria  preparazione artistica di attore di teatro. Nel novembre del 2000 conosce Turi Ferro con cui  lavora allo spettacolo La Cattura (ultima rappresentazione del grande maestro del teatro siciliano). Successivamente, per lo stesso spettacolo, si affianca a Giulio Brogi. Ha lavorato inoltre con altri grandi artisti  teatrali come Riccardo Garrone, Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina, Anna Malvica. Il suo teatro è frutto di una sapiente manipolazione di repertori tradizionali, popolareschi e cabaret di parola che gli permettono di  esprimere sempre e in maniera originale le sue indiscusse qualità istrioniche e attoriali. Con grande successo di pubblico e critica, è protagonista di una tournèe nazionale: Teatro Abeliano di Bari, Teatro Greco di Roma, Teatro Bertolt Brecht  di Formia (Latina), Teatro dell’Acquario di  Cosenza, Teatro Potlach di  Fara in Sabina (RIETI).

Scheda e foto dello spettacolo su www.teatrobertoltbrecht.it

UFFICIO STAMPA TEATRO BERTOLT BRECHT – tbbuffuciostampa@libero.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl