Carnevale di Cento: saperi e sapori.

Punta di diamante dell'iniziativa sarà "Il carnevale al tempo di Guercino" la rappresentazione, all'interno della suggestiva cornice dell'antica Rocca centese, di un carnevale del XVII secolo, con tanto di banchetti, mercati, danze.

19/gen/2010 22.30.29 Erika Cambi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Anche quest’anno, in collaborazione con il Cento Carnevale d’Europa viene riproposta la rassegna “Saperi e sapori del Cento Carnevale d’Europa”, un insieme di iniziative culturali, artistiche, musicali, spettacolari ed enogastronomiche, volte ad incantare il visitatore con le eccellenze e le peculiarità locali.La parola d’ordine dell’edizione 2010 sarà ANIMARE: tante proposte in cui l’elemento caratteristico sarà la rievocazione storica, la presenza di figuranti in costumi d’epoca, l’apparizione di personaggi straordinari, l’avventura e il mistero, l’inaspettato e il fantastico.Punta di diamante dell’iniziativa sarà Il carnevale al tempo di Guercino” la rappresentazione, all’interno della suggestiva cornice dell’antica Rocca centese, di un carnevale del XVII secolo, con tanto di banchetti, mercati, danze. Si tratta di uno spettacolo della compagnia “Il Governatore delle antiche terre del gambero”, rivolto agli spettatori di ogni età, dai bambini agli adulti. Le proposte riservate agli adulti alternano spettacoli teatrali (cabaret, prosa) a presentazioni di libri (fra gli altri Giorgio Comaschi illustrerà la sua ultima pubblicazione “Mosche su Bologna”) a musicali (reading acustici), mostre d’arte ad annulli filatelici, mercatini a conferenze.Ma soprattutto, agli adulti sono riservati diversi percorsi guidati, anche animati, attraverso i tesori artistici della città di Cento. “Carnem levare. Luoghi e tempi del carnevale” è una visita guidata ai luoghi del carnevale centese che si conclude con la visione dello spettacolo “Il carnevale nella storia”. “Dei delitti e delle pene” è un percorso alla scoperta dell’antica Rocca  di Cento, delle sue vicende storiche e delle vecchie storie che ruotano intorno alla sua esistenza, sempre in bilico fra realtà e leggenda, traboccanti di fantasmi, di passaggi sotterranei e di personaggi legati da struggenti destini di amore e morte. “Ospiti di Caravaggio” invece è un itinerario di visita ai capolavori di Guercino e di Caravaggio in compagnia di un cicerone d’eccezione, il pittore Caravaggio. “Passeggiata artistica” è un percorso  nel cuore della città per ammirare i luoghi più caratteristici e i gioielli d’arte. “Il paesaggio e l’animo dell’artista” è una visita alla mostra, ospitata presso la Pinacoteca centese "Vedute e paesaggi acquerellati dal XVII al XIX secolo", realizzata dallo stesso curatore. “Vi racconto la mia storia … Cento nei secoli XII-XVIII” intende svelare  sette secoli di storia attraverso i manoscritti conservati nell’Archivio Comunale. “Gli Ebrei a Cento” rivela i segreti della comunità che abitò fino agli inizi del ‘900 nel ghetto di Cento. Infine “Eroi ed eroine del mondo romano” è una viaggio fra le opere di argomento romano di Guercino, con lo stesso Guercino che ce ne spiega la genesi. L’offerta riservata ai bambini durante i fine settimana del Cento carnevale d’Europa è estremamente ricca e variegata, ma soprattutto unisce divertimento ed apprendimento attraverso laboratori didattici, animazioni ludico-artistiche, percorsi animati e avventure …., il tutto rigorosamente gratuito. Sono proposti due diversi laboratori didattici volti a stimolare la fantasia dei bambini che manipolano, dipingono e creano scenografie e mascherine carnevalesche (“Scenografiamo la carta” e “Mascherine pazze”) Molti anche i momenti ludici fra i quali spiccano “il Carnevale dei bambini  un pomeriggio di festa  per le strade di Cento con la compagnia di diversi animatori e personaggi mascherati organizzato dalle Parrocchie della città (il tema è “La spada nella roccia) e “Animazione bambini” uno stand  destinato al divertimento dei più piccoli con tante attività simpatiche e coinvolgenti. Arte storia e magia si combinano nelle visite guidate animante ai monumenti di Cento: nella Rocca, nella Pinacoteca, nella Galleria d’Arte Moderna e nel Parco del Gigante strani personaggi, fantasmi, presenze misteriose e apparizioni fatate coinvolgeranno i bambini in una grande e incredibile avventura.

 

IAT - Informazione e Accoglienza Turistica

Rocca di Cento – 44042 Cento FE

Tel. ++39 051/6843334 e 6843330 Fax ++39 051/6843309

e-mail: informaturismo@comune.cento.fe.it

www.comune.cento.fe.it/turismo

 

Erika Cambi                                                            

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl