La verità sugli odontoiatri, una discussione tra un odontoiatra, un odontotecnico e un rappresentante dei materiali,

10/mar/2010 10.49.22 Rosario Muto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La verità sugli odontoiatri, una discussione tra un odontoiatra, un odontotecnico e un rappresentante dei materiali,

Dal Sito di ADUSBEF

http://www.adusbef.it/forum/leggi.asp?P=6&S=5&F=13&id=29225

Da: Emmerre

Caro samade, non intendo rispondere alle sue provocazioni, non creda che sia stupido! Continui a non rispondere alle mie domande e avvalorerà la mia tesi!!! Quanto alla signora Angelica, ha perfettamente ragione, condivido pienamenta quanto ha scritto! Ribadisco... nessuno vuole sostituirsi all’odontoiatra, il quale è l’unico abilitato a fare chirurgia e conservativa, ma ripeto, per il dott. samade il quale non risponde, Noi odontotecnici (il 99,9%) è richiesto dallo stesso odontoiatra nello studio per prelevare impronte, fare le prove di congruenza e consegnare la protesi, solo che al momento del pagamento all’odontotecnico è vietato conoscere il paziente! Caro samade, non so più come spiegarlo, ma vedo che solo Lei non vuole comprenderlo!!!!! Lo scopo di questa discussione è quella di far riflettere la gente (non i medici) su come vanno le cose nel nostro bel paese. Le consiglio di leggere qualche giornale di questi giorni, vedrà che quanto le ho detto è stato oggetto di inchiesta da parte di giornalisti. Ora stiamo utilizzando l’arma dell’informazione e questo indubbiamente spaventa! Sicuramente l’iter per il nuovo profilo professionale con il nuovo governo andrà avanti ancor più se vince la sinistra (che è notoriamente schierata dalla parte degli operai) è sono proprio gli operai, gli impiegati che godranno se all’odontotecnico verrà data l’opportunità di fatturare direttamente (come l’ottico caro samade). Intanto gli odontotecnici italiani hanno iniziato ha denunciare questo problema all’opinione pubblica. Per sua norma e regola la informo che attualmente negli studi dentistici il 99% delle detartrasi è eseguito dalle assistenti alla poltrona che non hanno veramente alcuna nozione di anatomia e igiene sanitaria... Mi sà spiegare come mai questo fenomeno non spaventa i medici? Nella convinzione che risponderà tutt’altra cosa la saluto.

Da: Emmerre

Vi segnalo il link dove potrete trovare i prezzi MEDI (perchè nel sud Italia sono ancora più bassi) delle protesi pagate dai dentisti agli odontotecnici... Gentili utenti, v’invito a raffrontarli con quanto viene chiesto normalmente da un medico dentista (se ci riuscite spiegatevi tutto il ricarico a cosa è dovuto). Il portale degli odontotecnici italiani http://www.odontotecnici.net/documenti/listino% 20prezzi%20odontotecnico.htm Visitate anche il nostro forum di discussione, ne scoprirete delle belle... http://www.forumfree.net/?c=23679

Da. kenpis

Cari amici un abbraccio a tutti. Premetto non sono ne odontotecnico ne dentista facendo il rappresentante conosco bene il settore e quindi sono imparziale. Utilizziamo la LOGICA per fare un po’ di chiarezza. Ma la verità è oggettiva o soggettiva Il fine ultimo è quello di riabilitare l’organo masticatorio Per riabilitare l’organo masticatorio ci vogliono delle competenze specifiche bisogna essere in grado di farlo. La logica ha il compito di insegnarci di adottare un metodo che ci permetta di analizzare un po’ meno confusamente , emotivamente e soggettivamente quello che osserviamo senza entrare in continue contraddizioni. Analizziamo attraverso un processo logico razionale cosa si intenda per competenza in protesi Il presupposto iniziale è capire e sostenere di chi è la competenza in protesi Partiamo dal presupposto che l’odontotecnico non è un dentista ;ma bensì un professionista che ha acquisito la competenza di riabilitare artificialmente l’organo masticatorio. Per competenza si intende conoscenza e abilità cioè FARE. Con le loro mani sono in grado di progettare materializzare una protesi. Per acquisire questa competenza l’odontotecnico ha dovuto impiegare oltre 3000 ore di lezioni e ulteriore pratica attraverso dei manichini i vari articolatori che simulano la bocca quindi attraverso un percorso scolastico specifico e 20 anni di gavetta. Come si può definire abusivo un odontotecnico che interviene direttamente sulla protesi del paziente che lui stesso ha progettato e costruito unico tra tutti i professionisti ad avere questa competenza specifica chi dovrebbe farlo!!! Il ginecologo , l’oculista,il pediatra,il medico chirurgo, l’anestesista , il cardiologo, le assistenti , costoro nella loro formazione non hanno acquisito tali Competenze eppure tanti lo fanno . Se si ha solo la conoscenza senza la abilità non sei in grado di fare e quindi non si ha la competenza Competenza che il dentista oggettivamente non ha,in quanto non ha la conoscenza e la abilità di FARE. Per conseguenza logica si può affermare che il dentista senza la competenza dell’odontotecnico non riuscirà mai da solo a riabilitare questo organo. Potrà operare ,estrarre denti ,devitalizzare,limare ,otturare e via via via ma non sarà mai in grado da solo di ripristinare le funzioni dell’organo masticatorio ( anche questo improvvisando ). Adesso andiamo ad osservare più dettagliatamente se queste categorie hanno oggettivamente acquisito queste competenze Cercando di sostenere quanto affermato in precedenza analizziamole: Partiamo dalla figura “più importante” il medico chirurgo generico che rappresenta oltre il 50% dei dentisti durante il corso di laurea non ha acquisito nessuna ,ripeto nessuna conoscenza in odontoiatria quindi non ha nessuna competenza ,eppure si definisce dentista . tutto ciò è illogico contraddittorio,incoerente inammissibile eppure esiste. Per logica conseguenza si può osservare un ultimo aspetto cioè la disinformazione del cittadino-utente che spesso si rivolge al medico chirurgo convinto perchè abilitato perché qualcuno lo ha deciso per legge che sia preparato: si tratta in realtà di uno che non ha la competenza in quanto non ha acquisito la conoscenza ne la abilità per fare il dentista e tanto meno il protesista. È come che un laureato in biologia o in farmacia si mettesse a fare il dentista perché la legge glielo permette. Ha le competenze per farlo tutti griderebbero allo scandalo!! Per il medico chirurgo è la stessa cosa ma nessuno si scandalizza perché la legge glielo permette. E si parla tanto di salvaguardare la salute del paziente.

Tutto ciò è illogico e contraddittorio e insostenibile per qualsiasi uomo che utilizzi la ragione. Osserviamo adesso il medico specializzato partendo sempre dal presupposto iniziale quanta competenza ha sulla protesi ore di lezione sulla protesi 200 mi dicono anche meno e pratica nulla. Anche in questo caso non si può parlare di competenza in quanto come abbiamo detto in precedenza per competenza si intende conoscenza e abilità. Osserviamo il percorso formativo dell’odontoiatra con grande stupore ha fatto circa 300 ore di lezione sulla protesi pratica poco o nulla. Conseguenza logica come si può acquisire una competenza così complessa in 300ore 300 ore sono sufficienti per salvaguardare la salute del paziente Anche in questo caso il processo logico è incoerente e scollegato in tutte le sue parti . Se l’odontotecnico è in grado di progettare costruire e quindi riabilitare protesicamente una bocca è anche in grado di inserirla la protesi chi meglio di lui è in grado di farlo. L’altissimo grado di specializzazione e complessità raggiunta necessita sempre l’intervento dell’ odontotecnico .IL suo problema che essendo terribilmente bravo e abile evidentemente al dentista questo fa paura . Questa è la mia opinione Un saluto fraterno e serenità a tutti.

Da: Emmerre

Dopo aver letto l’intervento di Kempis, il quale ringrazio per aver contribuito a comprendere la verità sugli odontoiatri,sono sempre più convinto che tra i Cittadini alberga la giusta convinzione tra i ruoli nel comparto dentale. Così come ringrazio samade, il quale grazie ai suoi interventi in questa discussione ha contribuito ad evidenziare il ragionamento dei medici dentisti / odontoiatri. Caro samade, resta solo una cosa certa in questa discussione, al di la di chi deve mettere le mani nella bocca del paziente, a mettere le mani nel portafogli degli italiani non sono certo gli odontotecnici.

Da: NICKNAME

E c’è anche qualcuno che non ci mette le mani come dovrebbe. Il fisco. Le misure esistono ma vanno attuate in parte o in toto, ma anche qui ci sono delle precise volontà politiche. Va a finire che i tanto vituperati notai, che, si dice, guadagnano come spugne, perlomeno sono obbligati a dichiarare gran parte del loro reddito.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl