100 opere originali dell'artista americano Sam Francis esposte in Slovacchia al Danubiana Meulensteen Art Museum dal 19 giugno al 29 agosto 2010.

100 opere originali dell'artista americano Sam Francis esposte in Slovacchia al Danubiana Meulensteen Art Museum dal 19 giugno al 29 agosto 2010.

26/apr/2010 08.35.34 Pr NewsWire Arte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
AMSTERDAM, April 26, 2010 /PRNewswire/ -- Questa retrospettiva rappresenta
la più vasta mostra di Sam Francis in Europa dal 1995, ed è stata resa
possibile grazie a due collezionisti europei.

- Sarà disponibile un catalogo a colori di tutte le opere esposte.

Sam Francis (1923-1994) era un cittadino del mondo che viveva per l'arte.
Americano di nascita, trascorse gran parte della sua vita a Parigi, Tokyo
e New York, lavorando in diversi studi di pittura nel mondo fino al
momento della sua morte. Alcuni dei suoi dipinti sono stati cominciati a
Parigi, elaborati a New York e infine completati a Tokyo. In virtù di
questo suo stile di vita cosmopolitana, Sam Francis sviluppò uno stile
tutto suo.

La carriera pittorica di Sam Francis abbraccia circa cinquant'anni di
storia dell'arte. Sam Francis era contrario a qualunque moda. Ignorava
coscienziosamente e ostinatamente qualunque tendenza per seguire il
proprio percorso personale. Ha espresso la sua creatività e instancabile
dedizione in diverse forme, lasciando alla sua morte un ricco patrimonio
composto da dipinti, disegni, opere grafiche e sculture. I suoi quadri
"The Big Orange" e "Round the World" possono essere considerati vere e
proprie icone della nostra epoca. Martha Jackson, commerciante d'arte a
New York negli anni '50, gli scrisse in una lettera del 1954: "E cosa
penso di te? Semplicemente che sei uno dei più importanti pittori dei
nostri tempi." Nel 1956, il Time magazine indicò Sam Francis come "il
pittore americano attualmente più desiderato di tutta Parigi." Francis fu
preso sotto la protezione della commerciante newyorkese Martha Jackson nel
1956. Il sostegno e la devozione della Jackson alla sua carriera artistica
portarono alla mostra "Twelve Americans" presso il museo d'arte moderna di
NY e, successivamente, all'evento "The New American Painting", durante il
quale 17 artisti, compresi Jackson Pollock e Mark Rothko, sottolinearono
la libertà creativa degli artisti espressivi. Tale esposizione fu portata
in Europa nel 1958. Francis era ormai considerato uno dei pittori
americani più promettenti. Egli abitò a Parigi per otto anni e da qui
partì per il suo primo viaggio intorno al mondo nel 1957; un secondo tour
du monde ebbe luogo nel 1959. Francis adorava viaggiare. La prima volta
che visitò il Giappone vi si sentì immediatamente a casa; questa
sensazione lo spinse a tornarvi molte altre volte. Lo stile di vita e la
cultura giapponesi svolsero un ruolo importante nella sua vita e nelle sue
opere. Francis trascorse la maggior parte del suo tempo in California.
Diceva: "Los Angeles offre la luce migliore per il mio lavoro. La luce di
New York è dura.

Quella di Parigi è di un bel grigio ceruleo. Ma quella di Los Angeles è
tersa e brillante persino nella nebbia."

http://www.danubiana.eu

Questa esposizione è stata resa possibile da:

Collezione Gerard Meulensteen, Danubiana Meulensteen Art Museum,
Bratislava, Slovacchia.

http://www.gallerydelaive.com

http://www.samfrancisfoundation.com

-----

Per ulteriori informazioni e immagini a colori, rivolgersi a: Vincent
Polakovic del Danubiana Meulensteen Art Museum, Bratislava, Slovacchia.
Telefono: +421-2-62528501, cellulare: +421-903605505,
danubiana@danubiana.sk, collezione privata Nico Delaive, Amsterdam,
info@delaive.com, Debra Burchett-Lere, Amministratore della Fondazione Sam
Francis, LA., info@samfrancisfoundation.org


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl