I LUOGHI DE "LA SAPIENZA" - Complesso de Vittoriano 25/2-16/3

I LUOGHI DE "LA SAPIENZA" - Complesso de Vittoriano 25/2-16/3I LUOGHI DE "LA SAPIENZA"

24/feb/2005 18.59.35 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
I LUOGHI DE "LA SAPIENZA"
"La Sapienza" per Roma


MOSTRA IN OCCASIONE DEL SETTIMO CENTENARIO
DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA"

Roma, Complesso del Vittoriano
Ala Brasini, Via San Pietro in Carcere
venerdì 25 febbraio - mercoledì 16 marzo 2005

COMUNICATO STAMPA

20 aprile 1303: ha inizio la lunga, secolare storia dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" con la bolla di Papa Bonifacio VIII che istituisce lo
Studium Urbis, uno "Studio" creato nella città di Roma - Urbs Urbium - aperto a tutti i settori della cultura e a tutti coloro che si recano nella città sede
del ministero apostolico del papato.

Nell'ambito delle iniziative volte a celebrare i Settecento anni di vita dell'Università, nasce la mostra "I luoghi de 'La Sapienza'", ospitata nella cornice
del Complesso del Vittoriano dal 25 febbraio al 16 marzo. L'esposizione, promossa dall'Università degli studi di Roma "La Sapienza" in collaborazione
con il Comune di Roma - Assessorato Lavori Pubblici, Manutenzione Urbana e Attuazione Strumenti Urbanistici, Assessorato alle Politiche Culturali -
e la Provincia di Roma - Assessorato alle Politiche della Cultura, della Comunicazione e dei Sistemi Informativi -, vuole raccontare attraverso
documenti d'archivio, foto, disegni, grafici e oggetti provenienti da ben diciotto Musei della Sapienza, i fecondi rapporti tra Roma e la sua Università,
dalla sua formale fondazione nel 1303 fino ai nostri giorni.

L'intera iniziativa si avvale della collaborazione congiunta di varie Facoltà e Dipartimenti quali la Prima Facoltà di Architettura "Ludovico Quaroni", la
Facoltà di Architettura "Valle Giulia", il Dipartimento di Architettura e Urbanistica per l'Ingegneria (DAU), il Dipartimento di Storia dell'Architettura
Restauro e Conservazione dei Beni Architettonici (DSARC), la Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari, il Centro Interdipartimentale di Scienza e
tecnica per la conservazione del Patrimonio Storico e Architettonico (CISTeC), il Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulle popolazione e le
società di Roma (CISR).
La mostra "I luoghi de 'La Sapienza'" si avvale di un importante Comitato scientifico composto da Gianni Orlandi - Presidente, Bartolomeo Azzaro,
Lucio Valeria Barbera, Marta Calzolaretti, Paolo Colarossi, Attilio De Luca, Maurizio Fallace, Stefano Garano, Carlo Giavarini, Luigi Londei,
Giuseppe Manacorda, Raffaele Panella, Aldo G. Ricci, Laura Ricci, Eugenio Sonnino. La rassegna è organizzata e realizzata da Comunicare
Organizzando di Alessandro Nicosia.

La mostra
Come sottolinea il Magnifico Rettore Renato Guarini "La storia de "La Sapienza" è anche una storia di luoghi, un lungo percorso di incontri con la
città di Roma. Nei settecento anni di esistenza della nostra università questo rapporto con il territorio ha assunto forme diverse, ma è rimasto sempre
vivo e costante. Sin da quando l'università trovò collocazione nello storico palazzo della Sapienza, costruito appositamente alla fine del '500 e poi
arricchito della bellissima Chiesa di Sant'Ivo opera del Borromini, fu chiaro che "La Sapienza" era un elemento non trascurabile né casuale
dell'assetto della città: lo sviluppo dello Studium Urbis avrebbe condizionato quello dell'Urbs e viceversa. Per secoli il cuore della vita universitaria fu
nel centro di Roma, nell'area tra corso Rinascimento e il Pantheon; i famosi caffè del rione Sant'Eustachio erano i caffè degli studenti. Quando nel
1935 "La Sapienza" si trasferì nella nuova sede fuori le mura, nella cittadella di impianto razionalista realizzata da Marcello Piacentini, solo
apparentemente l'università si appartò rispetto alla città. La costruzione della città universitaria si inseriva in realtà in un progetto organico di sviluppo
dell'area rimasta vuota a ridosso del Policlinico, inaugurato ai principi del '900".
Dunque, la mostra "I luoghi de 'La Sapienza'" testimonia come a partire dalla sua fondazione nel 1303 la storia e lo sviluppo dell'Università "La
Sapienza" si siano intrecciati con le sorti di Roma e come la sua "espansione" abbia profondamente interagito con il territorio della capitale.

Obiettivo fondamentale dell'esposizione è quello di illustrare cronologicamente e sotto un profilo scientifico l'evoluzione e gli insediamenti de "La
Sapienza" all'interno della città. Da una parte, quindi, si potrà ripercorrere l'evoluzione dell'istituzione universitaria attraverso documenti d'archivio,
atti, oggetti, grafici, organizzati secondo criteri storico-cronologici, dall'altra si analizzeranno gli insediamenti dell'Università nella città nei loro aspetti
tipologici, stilistici e urbanistici.

La felice convivenza tra Roma e "La Sapienza" è documentata dalle sei sezioni dell'esposizione che spaziano da Le sedi storiche a La Città
Universitaria, da La Valle delle Accademie a I nuovi luoghi de La Sapienza- la città e i quartieri, da Le nuove sedi de La Sapienza a La Sapienza per i
monumenti di Roma.
Notevole l'intervento di diciotto Musei de "La Sapienza" che hanno collaborato all'iniziativa attraverso il prestito di interessanti reperti storici: il
Museo dell'Arte Classica, il Museo delle Origini, il Museo del Vicino Oriente, il Museo di Anatomia Comparata, il Museo di Antropologia, di Chimica,
di Etruscologia ed Antichità Italiche, di Fisica, di Geologia; ed ancora il Museo di Idraulica, di Matematica, di Merceologia, di Mineralogia, di
Paleontologia, di Storia della Medicina, di Zoologia, il Museo Erbario e l'Orto Botanico.

La mostra è arricchita da sezioni complementari che ampliano la conoscenza della Storia e dei Luoghi della Sapienza: "La Sapienza per la
conservazione del patrimonio storico - architettonico" curata dal CISTeC che illustra quanto "La Sapienza" fa per il recupero e la salvaguardia dei
monumenti a Roma e l'Audiovisivo storico sui Luoghi della Sapienza a cura del CISR.

INGRESSO LIBERO
Orario: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00
Per informazioni: tel. 06/6780664
Ufficio Stampa: Novella Mirri, tel. 06/6788874; fax 06/6791943; cell. 335/6077971
e-mail: ufficiostampa@novellamirri.191.it

Roma, 24 febbraio 2005

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl