comunicato stampa con preghiera di pubblicazione

30/apr/2010 16.59.48 Festival Spiritus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ecco la novità in casa Pacini Editore: una collana di scrittori latini assolutamente inedita e mai tradotta prima  


Pacini Editore di Pisa presenta al pubblico una nuova collana, la prima in Italia specificamente dedicata a “Scrittori latini dell’Europa Medievale”. Esito di un progetto europeo per la conoscenza di testi mai tradotti in italiano, ospita racconti fantastici, poemi epici, storie di furti di reliquie, raccolte di canzoni latine e di aneddoti arabi, lettere, trattati medici, visioni dell’Aldilà e satire sociali che spalancano le porte del pubblico più ampio a un patrimonio sommerso finora riservato a pochi specialisti. Obiettivo della collana, come scrive il curatore Francesco Stella nella premessa generale, è contribuire a superare “l’oscuramento della memoria testuale del Medioevo latino dai programmi scolastici e da gran parte dei curricula universitari, che lascia inesplorato un patrimonio immenso di invenzioni, racconti, cronache, meditazioni, favole, trattati, visioni, liriche, fatti, luoghi ed emozioni”. Questa limitazione ha impedito a lungo di inserire la conoscenza dell’arte, della religiosità e dell’immaginario medievali in una rete di testi che si potessero leggere in traduzioni accessibili. La lettura di questi testi aiuterà “a rendere disponibile qualche frammento di questo tesoro, per salvare una parte della nostra coscienza storica e per far emergere l’isola inabissata sulla punta della quale abbiamo costruito i nostri paradisi turistici e i nostri esotismi storici e cinematografici”.

Nove i volumi tradotti finora, ma la collana è destinata a crescere con nuovi testi da autori di quella che è stata la letteratura europea nei dieci secoli che separano la caduta dell’Impero romano dalla “scoperta” dell’America. Tutti i libri propongono anche il testo originale latino, che i curatori presentano secondo edizioni critiche recenti (Gervasio, Carmina Cantabrigensia, Ysengrimus) o in forma criticamente riveduta (Valafrido) o addirittura in nuova edizione critica (Geri, Eginardo) rendendo leggibili in qualche caso testi finora irreperibili, come Guido medico. Ogni traduzione è corredata da una introduzione, che fornisce informazioni concise e complete sull’autore, l’opera, la tradizione manoscritta, la bibliografia di riferimento, e da essenziali note di commento.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl