Musei interattivi: tra contenuto scientifico e coinvolgimento emotivo

24/giu/2010 16.47.22 Touch Window Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per conoscere la storia, la cultura e le tradizioni di un paese, percorsi museali-espositivi che coinvolgono i 5 sensi dell'uomo. Installazioni interattive e tecnologie di avanguardia. Realizzazione a cura di Touch Window ®. Museo della Libia – Tripoli



Nel quarantesimo anniversario della Rivoluzione, primo settembre 2009, è stato inaugurato quello che d'ora innanzi verrà definito ”Il Museo della Libia”: una vera e propria vetrina del Paese che vuole mostrarsi agli occhi della Nazione e del resto del mondo con una veste moderna e internazionale.

Il Museo, realizzato secondo lo stile più classico dell'architettura araba, ora completamente restaurato su progetto e direzione dell'architetto Crachi, si trova nell'odierno ”Palazzo del Popolo”, edificato dagli italiani tra il 1924 e il 1939.

Il Museo, circa 3.000 mq per 18 sale espositive, offre un'ampia panoramica sulla Libia in un percorso museale-espositivo che coinvolge i 5 sensi dell'uomo (vista, tatto, udito, olfatto, gusto), una vera e propria esperienza a 360° nel percorso di conoscenza.

Sei le principali aree tematiche all'interno del Museo, dalla cultura etnica, alle tradizioni popolari; dal paesaggio, alla storia dell‘archeologia e dell‘architettura; dall'arte, alla politica; dall'innovazione tecnologica ai progetti futuri per dare una visione completa di quello che è oggi la Libia, della sua storia più antica, ma anche di quella più recente e del ricco e variegato patrimonio di cultura e tradizioni che è presente all‘interno di questo affascinante Paese.

Il Museo rispecchia le caratteristiche di quello che oggi viene definito Museo Moderno o Interattivo, i Musei infatti, da luoghi destinati alla conservazione di artefatti, stanno diventando un luogo attivo che offre informazioni, più coinvolgimento emotivo e valore aggiunto all'esperienza di visita. Il Museo della Libia presenta quindi un percorso di conoscenza e apprendimento basato non solo sull'esposizione passiva di reperti o elaborati artistici, ma su dispositivi tecnologici, touch screen, proiezioni immersive e particellari sui quali tra contenuto scientifico e coinvolgimento emotivo aprire alla conoscenza, approfondire e divertire.

Touch Window ® è stata coinvolta dallo Studio di Architettura Crachi fin dalle prime fasi di progettazione del Museo e del percorso museale, nella scelta delle tecnologie e dei dispositivi presenti.

Il progetto per la realizzazione del Museo ha previsto tre fasi principali di intervento da parte di Touch Window ®: la prima fase ha riguardato le missioni in Libia per la ricerca iconografica e la produzione dei filmati video, scansioni laser 3D di statue e ricostruzione virtuale di ambienti archeologici; la seconda fase ha riguardato la produzione dei dispositivi hardware e software, la programmazione dei sistemi interattivi, la creazione di supporti multimediali attraverso i quali il visitatore può esplorare il tema proposto, approfondire, manipolare immagini ed esplorare oggetti che non si sono potuti includere, ad esempio per mancanza di spazio, nell'esposizione. La terza fase della realizzazione ha riguardato l'allestimento del Museo dove Touch Window ® si è occupata della realizzazione e dell'installazione di: 20 proiezioni murali, 8 proiezioni olografiche e ologrammi, 4 stand interattivi olografici, 1 tappeto interattivo, 2 proiezioni architetturali, 2 proiezioni particellari, 45 casse acustiche, 10 amplificatori audio, 10 campane sonore interattive, 2 sale server per la gestione di 16 PC ed un server, rack dati e sistemi di rete cablata e wireless, 16 monitor LCD interattivi e non tra cui 4 leggii interattivi, 47 staffe di fissaggio ingegnerizzate per l'installazione e 60 staffe di fissaggio standard, 35 diffusori di essenze, della messa in opera di tutti i dispositivi presenti, il cablaggio, l'installazione di server e le configurazioni per la di sicurezza delle reti.

Attraverso il Software di Digital Signage creato ed installato nei server è possibile controllare e gestire gli schermi digitali e i sistemi touch da remoto, progettare, pianificare e distribuire i contenuti, monitorare lo stato di funzionalità dei dispositivi e quello di usura delle lampade dei proiettori.

Il Museo della Libia è quindi un vero museo interattivo, il tema centrale e il pieno coinvolgimento dei 5 sensi diventa possibile proprio grazie all‘uso e all‘interazione con le più moderne tecnologie interattive che completano e arricchiscono l'esperienza sensoriale della visita al museo.

L'ingresso al Museo avviene tramite la corte centrale, pensata come grande spazio distributivo per accogliere anche esposizioni temporanee. Al centro della corte è sospeso un grande cubo a specchio dove vengono proiettate immagini e video.

L‘ingresso alla prima sequenza di sale del piano terra, è preceduto dalla spettacolare entrata ”passante” rappresentata dalla sala con proiezioni immersive dedicata ai proverbi e alla cultura libica. Il visitatore si trova a dover attraversare questa sorta di parete fatta di parole ed ideogrammi che lo proiettano indietro nel tempo e contemporaneamente nel vivo della tradizione libica.

Il piano terra del Museo è dedicato all'Archeologia, nelle sale dell'area preistorica e dei più famosi ed importanti siti archeologici romani di Sabratha, Leptis Magna e Cirene sono esposti alcuni dei pezzi archeologici di eccellenza, più rappresentativi e di straordinaria bellezza e rarità, oltre a proiezioni e ricostruzioni virtuali interattive.

L'accesso alle sale del primo piano avviene tramite lo scalone principale dell'edificio, sul quale vengono proiettati effetti di luce per mimare sagome di cavalieri che si ”inseguono” lungo i gradini della scala.

Al primo piano troviamo le sale dedicate al deserto, alle tradizioni popolari, alle arti e all'architettura araba antica e moderna, alle innovazioni tecnologiche, alla rivoluzione del 1969, al Libro Verde e al Libro Bianco, alla musica e il divertimento, all'arte moderna e alla Libia e le sue principali attrattive (il deserto, il mare, Tripoli).

Al primo piano, accessibili al pubblico direttamente dalla grande corte interna, è ubicata una piccola sala conferenze e una caffetteria araba dove, immersi nelle fragranze locali, è possibile degustare alcuni piatti tipici accompagnati dal tradizionale tè verde o caffè arabo.

 

 

Riferimenti Contatto
http://www.touchwindow.it

Touch Window ® - Pixart S.r.l.
Via Lesina, 5
48015 Cervia (Ravenna) Italia
info@touchwindow.it
T. 0544976056
F. 0544976343

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl