TEATRO DELUXE A NEW YORK CITY CON IL NUOVO PROGETTO FEMINEA - WHITE FRAME

30/giu/2010 01.48.19 Ufficio Stampa Deluxe Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

8.9.10 luglio 8PM @Theaterlab, New York, Usa


FEMINEA - WHITE FRAME

Bianco come il latte, come la mente di un neonato



AN IDEA BY Claudio Oliva & Vera Michela Suprani

FEATURING Vera Michela Suprani
MUSICIAN Alessandro Oliva
DIRECTED BY Claudio Oliva
A Teatro Deluxe production 2010
WITH SUPPORT FROM Theatrelab, Duncan 3.0 and Teatro Forte

Nato per essere rappresentato in occasione delle prossime date newyorchesi del gruppo, FEMINEA - WHITE FRAME è un progetto performativo, uno studio multimediale che pone in relazione una performance dal vivo con il preesistente video (realizzato da Teatro Deluxe nel 2009) FEMINEA - I ANIMAZIONE. La necessità di questo lavoro nasce dall’intenzione di dar seguito ai ragionamenti che le prime fasi del progetto FEMINEA (lo stesso video e la serie fotografica da cui ha tratto origine) avevano generato, anche al di là delle intenzioni autoriali: sullo schermo uno studio sulle relazioni fra diversi media (video-fotografia-corpo) si fa - anche in virtù dell’ambiguità della protagonista - invito alla riflessione sull’identità del corpo contemporaneo. E’ apparso inevitabile proseguire il lavoro in questa direzione, partendo dal primo elemento che identifica un essere umano al di là del proprio aspetto: il gesto.

Il primo frammento, dunque, è bianco. E’ tabula rasa come la mente di un neonato, una nuova vita a cui niente è dato al di fuori dell’istinto, elemento indispensabile al corpo per superare i propri limiti. L’inizio dell’ esistenza è caratterizzato da una gestualità inconsapevole; la sua messa in scena può ricondurre lo spettatore a quella parte del proprio vissuto che egli non potrà mai ricordare e che viene dunque a connotarsi come non-ricordo collettivo, sebbene il corpo di ciascuno di noi ne conservi memoria, tracce più o meno vive. Proprio per questo si è deciso di interrogare il corpo di un neonato, cercando di re-individuare il senso ed il percorso compiuto per giungere alla coscienza di sé. Una ricerca, dunque, ed un tentativo di analisi del movimento sulla via attraverso la quale l’ essere vivente diviene consapevole di esistere.

http://www.theaterlabnyc.com/

Ass.Cult. Deluxe - Roma/Ravenna
www.teatrodeluxe.org

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl