Milingo ridicolo: si autoproclama primate... tradisce Gesù venuto per servire

04/ago/2010 15.44.15 Ass. Sacerdoti Lavoratori Sposati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ancora ridicolaggini alla Milingo... (autoproclamazioni di potere) ma Gesù non era venuto per servire e dare la vita in riscatto per molti... (ndr)

L’arcivescovo ribelle, spretato dopo il suo matrimonio, prende carta e penna e si autoproclama primate di Lusaka, capitale dello Zambia. “Lavoro contro il male nella Chiesa”.

Esce dalla porta e rientra dalla finestra, Emmanuel Milingo, ex arcivescovo di Lusaka, capitale dello Zambia, suo paese natale. Ridotto allo stato laicale nel 2009, dopo il suo impegno, indefesso, per la promozione del clero sposato all’interno della comunione cattolica, dunque per la modifica delle norme sul celibato ecclesiastico. Fin dal 2001, d’altronde, era regolarmente coniugato con la signora Maria Sung, coreana.

HABEMUS MILINGUM - Santità, il 15 agosto sarò proclamato Patriarca di Lusaka: toglietemi la pensione, torno in servizio”. E’ questo il senso della lettera che Milingo starebbe inviando proprio in queste ore, e che l’agenzia ADNKronos è in grado di anticipare. Presumibilmente un’elezione per acclamazione, dunque, e un auto-proclamazione nei confronti del Vaticano, per il quale l’ex Mons. Milingo è ormai il semplice Sig. Emmanuel Milingo: ma diversa sarà l‘intestazione della carta ufficiale che Milingo starebbe già facendo preparare, con scritto, in calce, appunto ‘Patriarca di Lusaka’. “Sto lavorando per la Chiesa, dentro la Chiesa”, continua Milingo, “per i preti sposati e per affrontare il male che in essa si annida”, chiude, alludendo ai recenti scandali dei preti pedofili.

SCORRETTI E INFONDATI - E proprio di essi oggi il Papa ha parlato, in una missiva consegnata al Cardinale Segretario di Stato Tarcisio Bertone, indirizzata ai Cavalieri di Colombo, una associazione cattolica statunitense. Gli attacchi alla Chiesa, nei mesi scorsi, sono stati spesso “scorretti e infondati”, e in ogni caso la miglior soluzione è “una grande fedeltà alla Parola di Dio e alla testimonianza nella vita di Fede”, afferma il Papa. (giornalettismo.com)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl