TransVision 2010 (Milano, 22 – 24 Ottobre): transumanismo e futurismo contemporaneo

La precedente edizione si è tenuta negli Stati Uniti d'America, con la partecipazione del futurologo milionario Ray Kurzweil e di William Shatner, il celebre capitano Kirk della serie Star Trek.

19/ott/2010 22.29.21 Elisabetta Mattia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Si terrà a Milano, nel penultimo weekend di ottobre, il congresso mondiale dei transumanisti: TransVision 2010.
Sarà un intenso, rapido e appassionante percorso nel pensiero transumanista contemporaneo, le tecnologie in via di sviluppo, e quelle più visionarie basate su conquiste scientifiche ancora lontane. La conferenza, che avrà luogo da venerdì 22 a domenica 24 di Ottobre alla Sala Carmagnola dell’Hotel dei Cavalieri a Milano, esplorerà le tendenze scientifiche, tecnologiche, culturali, artistiche e sociali che promettono di cambiare il nostro mondo al di là di ogni aspettativa.
La precedente edizione si è tenuta negli Stati Uniti d’America, con la partecipazione del futurologo milionario Ray Kurzweil e di William Shatner, il celebre capitano Kirk della serie Star Trek.
Quest’anno uno dei principali relatori sarà Aubrey de Grey, il profeta del prolungamento radicale della vita, noto per aver affermato che “la prima persona che vivrà più di mille anni è già nata”. Sembrerebbe una provocazione difficile da prendere sul serio se de Grey, direttore del progetto SENS a Cambridge, non avesse un’impressionante serie di sviluppi teorici e risultati sperimentali su animali da laboratorio da esibire a sostegno delle sue idee rivoluzionarie.
Non si tratterà di un raduno di soli scienziati e ricercatori, ma anche di filosofi come gli italiani Riccardo Campa e Roberto Marchesini, autori di numerosi saggi sul transumanesimo e il postumano, nonchè l’inglese trapiantato negli Stati Uniti Max More, direttore dell’associazione transumanista globale Humanity+ e riconosciuto come uno dei padri fondatori del transumanismo contemporaneo.
Prevista anche la partecipazione dei futuristi contemporanei: Graziano Cecchini, noto per aver colorato di rosso la fontana di Trevi e per altre azioni e provocazioni in diverse città italiane; Roberto Guerra, poeta e video-artista ferrarese già parte dello storico gruppo “Futurismo Oggi” di Enzo Benedetto; Antonio Saccoccio, scrittore e compositore net.futurista, che sostiene da tempo la necessità di un’avanguardia del XXI secolo e un’evoluzione radicale dell’arte e del ruolo dell’artista.
Martine Rothblatt, transessuale, miliardaria grazie alle sue scoperte scientifiche nei settori dello spazio e della medicina di frontiera e proprietaria di un’importante casa farmaceutica, sarà fra i numerosi relatori che parleranno di una delle prospettive più affascinanti: l’immortalità. Non solo grazie al prolungamento della vita biologica sviluppato dal progetto SENS di Aubrey de Grey, ma anche grazie al lavoro d’avanguardia della “nouvelle vague” di ricercatori che si occupano di immortalità cibernetica: il trasferimento del contenuto della mente umana a computer avanzatissimi, il cosidetto “Mind Uploading” che potrebbe offrire una vera e propria imortalità post-biologica alla generazione dei nostri nipoti. E ci sono quelli che si spingono ancora più oltre e ipotizzano la realizzazione, attraverso la scienza e la tecnologia, di tutte le promesse delle religioni. Nell’ultima giornata della conferenza, si parlerà anche di nuove religioni transumaniste basate sulla scienza.
Il programma completo del congresso è consultabile al seguente indirizzo: http://transvision2010.wordpress.com/program

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl