comunicato stampa Intercultura - Docenti romani tornano sui banchi

23/nov/2010 10.15.06 Stampa77 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE



COMUNICATO STAMPA

Cultura ed educazione come “armi” per garantire la sicurezza
DOCENTI ROMANI A LEZIONE DI INTERCULTURA


“Edutainment Interculturale.
Nuovi strumenti didattici per un’educazione alla pace”
di
Valeria Arnaldi

Presentazione venerdì 26 novembre alle ore 18
presso l’Istituto Alfieri Lante della Rovere
via Tevere 22

Interverranno:
On. Marco Pomarici, presidente Assemblea Capitolina
Dott. Massimiliano Monnanni, presidente UNAR
Cons. Alessandro Colorio, presidente Commissione Cultura II municipio


Parteciperanno:
Valeria Arnaldi,
autrice del volume
e
l’attore Enrico Lo Verso



Gli insegnanti romani tornano sui banchi di scuola per imparare a comprendere,
gestire e valorizzare la trasformazione multiculturale della composizione
scolastica. Da lunedì 29 novembre, in tutte le scuole e le biblioteche di Roma
sarà distribuito gratuitamente il saggio “Edutainment Interculturale. Nuovi
strumenti didattici per un’educazione alla pace” di Valeria Arnaldi, che, come
spiega il sottotitolo, puntando sulla filosofia dell’edutainment, che unisce
educazione e intrattenimento, propone una puntuale analisi degli strumenti e
mezzi di comunicazione non tradizionali che, oggi, si possono impiegare tra i
banchi, ma non solo, per insegnare i valori di diversità e dialogo.

“La cultura diventa un modo per garantire sicurezza �“ dice Alessandro Colorio,
presidente della Commissione Cultura del II municipio, promotore dell’
iniziativa - Troppo spesso, ce lo dice la cronaca, la convivenza di culture
diverse crea situazioni pericolose che, in taluni casi, finiscono in tragedia.
Con questa iniziativa, vogliamo cercare di educare al valore della diversità
chi ha compito e opportunità di insegnare quella stessa ricchezza a bambini e
ragazzi e, attraverso di loro, alle famiglie. Molti insegnanti sono arrivati
impreparati alla trasformazione della composizione scolastica. La nostra
società si è risvegliata multiculturale, senza avere forse neppure il tempo per
rendersi conto della sua stessa trasformazione. Il cambiamento si è visto nelle
strade e nelle piazze ma si è sentito ancora di più tra i banchi. Il saggio
offre stimoli sui quali discutere ed attività da fare per le lezioni, tra
teoria e pratica. Dal II municipio, territorio abitato da molte persone di
tradizione culturale differente, cerchiamo di mandare un messaggio forte che,
speriamo sia recepito in tutta la città e, magari, anche nel resto del Paese”.

Concepito per offrire uno strumento a insegnati, educatori e genitori per
istruire bambini e ragazzi, di fatto, il manuale mira a coinvolgere anche gli
adulti, partendo dal presupposto, spiegato nell’introduzione, che i più giovani
hanno un ruolo educativo all’interno del loro gruppo familiare. Gli strumenti
presi in esame sono gioco, giocattolo, videogioco, teatro, cinema, televisione,
cartone animato, fumetto, internet e musica, senza trascurare ovviamente la
narrativa, qui esaminata puntando l’attenzione su autori stranieri che di norma
sono esclusi dai programmi scolastici.
Ogni capitolo prevede un primo approfondimento di tipo teorico, in cui viene
spiegata la validità dello strumento didattico presentato e vengono suggeriti
possibili utilizzi dello stesso nell’ambito di una lezione d’aula. Segue poi un
momento più pratico, rappresentato dalla presentazione di strumenti creati ad
hoc per “educare all’intercultura”.

“Educare i più giovani significa conoscerli e utilizzare i loro linguaggi �“
spiega l’autrice Valeria Arnaldi �“ analizzando anche strumenti alternativi a
quelli abituali, più moderni e attuali. L’intento di questo libro è proporre
nuovi percorsi di studio che possano essere una valida traccia per educatori,
insegnanti, genitori e ragazzi che vogliano insegnare e/o apprendere in maniera
nuova. L’intrattenimento è la chiave dell’anglosassone Edutainment. In queste
pagine, giocheremo �“ e insegneremo a giocare - a ed alla scuola, all’
intercultura, e, di conseguenza, alla convivenza e alla pace. Insieme”.


Il volume, pubblicato da Anni Azzurri Editore, è realizzato dalla Commissione
Cultura del II Municipio, con il patrocinio dell’Assemblea Capitolina, del
Consiglio Regionale e dell’Unar-Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali,
oltre ovviamente a quello del municipio stesso.



Biografia dell’autrice
Valeria Arnaldi (Roma, 1977), giornalista professionista e scrittrice.
Laureata in Scienze Politiche con indirizzo Internazionale alla Sapienza di
Roma, ha specializzazioni post-laurea in Politica Internazionale, Cooperazione
ed Educazione allo Sviluppo. Collabora con quotidiani e mensili italiani e
stranieri. Ha pubblicato numerosi libri in Italia e all’estero, tra saggi,
poesie, racconti e romanzi. All’attività letteraria ha affiancato la
realizzazione di spettacoli e di cortometraggi, tra i quali il documentario
“Scuola palestra di vita” e “Dietro le quinte di un bacio” con l’attore Enrico
Lo Verso. Ha curato mostre in Italia e all’estero, come “Graffi di città”,
“Passione e Sport”, esposta a Roma, Lisbona e Atene, “Roma Violenta: le foto di
cronaca mai pubblicate”.

Per informazioni e interviste: stampa77@libero.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl